SERIE A - 14/03/2019

Rino Chillemi pronto a tornare in pista: "Sto bene, mi manca solo il campo"

L'esperto e vincente allenatore si racconta: "Ho avuto offerte sia da un club di A che dal campionato cadetto. Purtroppo, ero in un periodo di convalescenza e, mio malgrado, sono stato costretto a non accettarle. Progetti fuori dalla Sicilia? Certo ma deve valerne la pena"

Rino Chillemi è uno degli allenatori decani del futsal italiano. Nonostante siano un paio di stagioni che è inattivo, non manca certamente di seguire le vicende dei campionati nazionali. Con lui abbiamo intavolato una piacevole chiacchierata per fare un po’ il punto della situazione e una valutazione a livello generale dello stato di salute del nostro calcio a cinque.

- Buongiorno Rino, a proposito di salute, come stai innanzitutto?
”Mi sono ripreso e adesso sto bene, mi manca solo il campo”.

- Che idea ti sei fatta di questa Serie A?
”Certamente il futsal italiano sta attraversando un momento di transizione, causato dalla sparizione negli ultimi due anni di diverse società di livello elevato. Mi sembra che, da un punto di vista tecnico, ci sia molto equilibrio tra le squadre partecipanti, anche se certamente le prime cinque della classe esprimono qualche cosa in più delle altre”.

- Secondo te l’Acqua & Sapone è la favorita nelle due competizioni che sono rimaste da giocare?
”Certamente la società ha costruito negli anni un roster di alta qualità che si è consolidato nel tempo. Quest’anno è riuscita a mantenere il gruppo storico al quale ha aggiunto elementi che hanno rafforzato il valore della squadra: credo sia obbligatoriamente la favorita”.

- Sei di Augusta e segui sempre da vicino le vicende del Maritime. Che ruolo può avere in questo contesto?
”Il Maritime, insieme al Pesaro, è stata le regine del mercato estivo. Ha costruito un roster di tutto rispetto per provare a vincere qualche trofeo. In questi mesi si è perso un pochino rispetto alle prime sei giornate di campionato dove la squadra occupava la prima posizione con un margine di quattro punti sulla seconda. Evidentemente, i cambi di allenatore e la cessione di qualche giocatore, anche se rimpiazzati, non sono riusciti a mantenere gli equilibri che il gruppo aveva acquisito nelle prime giornate. Sinceramente non mi aspettavo l’eliminazione dalla Coppa della Divisione e la mancata qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. In campionato adesso occupa la quarta posizione e secondo me rimane sempre una squadra che può ambire ad un ottimo piazzamento finale visto il roster che ha a disposizione”.

- E la Meta?
”Come matricola sta facendo benissimo crescendo gara dopo gara. Ad inizio stagione l’ho pronosticata a metà classifica ed attualmente sta mantenendo la posizione che merita. Una chicca da sottolineare é la qualificazione, del tutto meritata, alla Final Eight”.

- Quale squadra è uscita più rafforzata dal mercato invernale?
”Senza alcun dubbio Napoli e Pesaro. Il Napoli perché e riuscita a prendere giocatori di spessore internazionale, e subito dopo l’Italservice, con Mancuso ed il rientro di Canal, ha alzato ancora di più il valore di un roster già competitivo”.

- Ci risulta che tu abbia ricevuto offerte senza averle accolte
”Ho avuto offerte sia da un club di Serie A e anche dal campionato cadetto. Purtroppo, come ben sai, ero in un periodo di convalescenza e, mio malgrado, sono stato costretto a non accettarle”.

- Hai già allenato fuori dalla Sicilia. Saresti disposto a spostarti nuovamente?
”Questa domanda mi viene sottoposta spesso. Essendo io un professionista di questo sport, ci tengo a precisare che la mia posizione lavorativa mi consente di potermi spostare anche fuori dalla Sicilia, cosi come ho fatto in passato. Sono pronto a valutare offerte e qualsiasi tipo di coinvolgimento per progetti per cui valga la pena mettersi in gioco”.

Un curriculum, quello di Rino Chillemi, che parla chiaro: più di trecento panchine nel massimo campionato (con Augusta e Pro Scicli), quattro i campionati vinti fra Melilli (C1) e Scicli (A2, B e C1), una Coppa Italia di Serie B conquistata sempre con lo Scicli, i playoff promozione con Gruppo Fassina e Catania (entrambe in A2) e, alla guida dell’Augusta, una finalissima di Coppa Italia persa ai rigori. E poi i playoff scudetto disputati con Augusta e ancora Scicli. Trofei e successi che fanno di Chillemi il coach siciliano più titolato.

- Ma come mai non alleni in Sicilia?
”Questa è una domanda che mi pongo... anzi mi ponevo pure io. Evidentemente ad alcune società non interessa un tecnico nostrano con un buon curriculum, sicuramente serve ben altro. Ad oggi ”purtroppo” il ben altro trovo difficoltà a studiarlo. e se, ad oggi, sono in Sicilia il tecnico più titolato nel futsal nazionale un motivo ci sarà? Nemo profeta in patria...”.


  SERIE A2 - 26/05/2019
Atletico Cassano, una resa amara a Mantova: ma in piazza è stata festa lo stesso

Il ko per 6-2 in Lombardia ha fatto svanire i sogni dei Pellicani, che comunque possono andar fieri per essere arrivati in fondo al campionato. Nonostante la sconfitta fuochi di artificio al termine della gara, l'abbraccio tra giocatori e tifosi in lacrime

[...]
  SERIE B - 26/05/2019
Il Polistena rende la pariglia, vince il derby-bis col Cataforio e vola in A2

Partita ricca di colpi di scena al "Caduti sul Lavoro": si guasta il cronometro, espulsi Atkinson e Diogo. Gallinica apre, risponde Scopelliti, poi Creaco, ancora Gallinica e Costamanha firmano il 4-1 di metà gara. Scopelliti illude i reggini, la chiude l'ex Brillante

[...]
area rosa
  SERIE A2 - 26/05/2019
Castro illude il Molfetta, il Real Grisignano passa solo nella ripresa

Un gol della stella brasiliana fa sognare il PalaPoli. Poi le venete vengono fuori alla distanza e si impongono con i gol di Ziero e Troiano. Palo di Dicorato nel finale. Domenica prossima la sfida decisiva in casa delle vicentine

  SERIE B - 26/05/2019
Travolta la Sangiovannese, il Città di Massa conquista l'A2 a vele spiegate

Finale senza storia al "Colline Massesi", dove la squadra di Garzelli già alla fine del primo tempo aveva ribaltato il -3 di gap figlio del match dell'andata. Finisce in goleada (9-0) grazie al poker di Garrote, la tripletta di Bandinelli e i gol di Quintin e Manfredi

[...]
  SERIE C1 - 26/05/2019
La Bipan Palmanova passa a Bordighera e ipoteca la promozione in Serie B

I friulani vincono per 4-1 in casa dell'Ospedaletti e compiono un passo decisivo verso la cadetteria. Super-Contin apre al 7' del primo tempo, poi con Zalaschek spacca la partita nella ripresa dopo il pareggio di Torre, chiude Bearzi. L'ultima fatica con il Fucecchio

[...]
altre notizie
   SERIE A2 - 25/05/2019
   SERIE B - 25/05/2019
   GIOVANILI - 25/05/2019
   GIOVANILI - 25/05/2019
   SERIE C1 - 24/05/2019
   SERIE C1 - 24/05/2019
   SERIE C - 22/05/2019
   SERIE C1 - 19/05/2019
   SERIE B - 19/05/2019
   SERIE C1 - 17/05/2019
   SERIE B - 17/05/2019
   SERIE C1 - 17/05/2019
   SERIE B - 17/05/2019
   SERIE A2 - 17/05/2019
   SERIE B - 17/05/2019
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni