SERIE C1 - 25/03/2020

Sardegna, Carta lo spera: "Il nostro auspicio è di garantire tutto sul campo"

Il responsabile regionale isolano, però, pone un paletto ben preciso: "Bisognerà vedere quando cesserà l'emergenza prima di poter pianificare il finale di stagione. Roma deciderà che fare, noi lo attueremo: speriamo solo che tutto passi il più presto possibile"

Difficilmente la data del 3 aprile sarà quella che segnerà il confine tra il termine della sospensione e la ripresa dell’attività sportiva. Alberto Carta, responsabile del calcio a cinque in Sardegna, non si mostra particolarmente ottimista sotto questo aspetto e pur prevedendo la possibilità di tornare in campo, è verosimile che la scadenza verrà prorogata.

”Vedo la situazione difficile - è il suo commento. - Il virus sta raggiungendo i picchi in questi giorni e forse dovremmo aspettare un po’ di più”.

Non certo una voce fuori dal coro, ma è logico che l’interpretazione va data anche in base al susseguirsi degli eventi e alla serie di decreti governativi che hanno portato un ulteriore giro di vite. Il Comitato Regionale della Sardegna, d’altronde, non potrà fare altro che allinearsi alle posizioni federali.

”La linea del Comitato Regionale guidato dal presidente Gianni Cadoni, con il suo direttivo, è chiara e rispettosa dei vari decreti ministeriali e delle indicazioni date dalla Federcalcio e, quindi, della LND: tutelare la salute di tutti e quindi stare a casa finché la situazione sanitaria sarà veramente superata”.

Rimane da capire cosa accadrà il giorno in cui verrà dichiarata la fine dell’emergenza. Con le tempistiche che tenderanno inevitabilmente a restringersi, Carta prevede anche una rivisitazione regolamentare per adattare le esigenze di provare a rispettare il termine ultimo del 30 giugno?

”Adesso è difficile dire se ci saranno stravolgimenti sui campionati: la volontà e l’auspicio è di garantire tutto sul campo. Poi, d’altronde, non saranno decisioni che prenderemo noi a Cagliari, ma a Roma e non saranno certamente facili. Io posso solo dire una cosa: speriamo passi tutto in fretta”.

Una domanda conclusiva, tuttavia, è d’uopo: ci sono, secondo Alberto Carta, i termini e le condizioni per riprendere realmente i campionati alla fine dell’emergenza?

”Questo dipende da quanto durerà l’emergenza. E quindi non ho una risposta certa a questo riguardo. Come già detto speriamo tutti che passi il prima possibile”.

Come a dire... la speranza è l’ultima a morire.

 

 

Nella foto: Alberto Carta al centro tra il presidente della LND, Cosimo Sibilia (a sinistra), e il presidente della FIGC, Gabriele Gravina

 

Regioni già pubblicate: Calabria, Emilia Romagna, Basilicata, Veneto, Lazio, Sicilia, Umbria, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Trentino Alto Adige e Liguria

 


  SERIE A2 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Vitulli: "Uno dei punti più bassi della nostra storia"

Duro il commento del dg del Cassano: "Credibilità sotto zero, efficienza ai minimi termini, comunicazione inesistente. Non parliamo poi dell'organizzazione campionati: niente meritocrazia e ripescaggi a volontà. Una disciplina alla canna del gas senza appeal"

[...]
  SERIE C1 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Felice: "E il discorso-promozione torna un'incognita"

Il parere del massimo dirigente dell'Itria: "Non mi esprimo circa questa decisione, dico solo che da Roma avevamo avuto certe garanzie. Ora non sappiamo se chi subentra ne è al corrente, come intende agire e se qualcuno si interesserà della nostra situazione"

[...]
area rosa
  SERIE A - 08/07/2020
L'epopea della Ternana in un libro: ecco "La Favola delle Ferelle"

Il volume di Artemio Scardicchio racconta la cavalcata del club rossoverde, capace di riscrivere la storia del futsal in rosa: "Nel corso degli anni ero rimasto affascinato da quanto era riuscita a fare la famiglia Basile"

  SERIE A2 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Pagana: "Bisogna iniziare a fare il bene del futsal"

L'esperto allenatore dice la sua: "Parlo a titolo personale e ti posso dire che vivo con grande curiosità questa situazione. Non ho ben capito quali siano state le motivazioni ma forse si dovrebbe fare un passo in avanti in questo sport anziché odiare l'avversario di turno"

[...]
  ESTERO - 09/07/2020
Cafu’ saluta il Libano: “Un’esperienza che porterò sempre nel mio cuore”

Il tecnico brasiliano campione d'Italia con l'Asti nel 2016, si avvia a chiudere la collaborazione con il Bank of Beyrut. La sua lettera di commiato è emozionante: "Sperò di aver contribuito a portare qualcosa nella vita di ognuno di voi. Grazie mille per tutto!"

[...]
altre notizie
   SERIE B - 08/07/2020
   SERIE C1 - 08/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   SERIE B - 06/07/2020
   SERIE A2 - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   ESTERO - 06/07/2020
   ESTERO - 05/07/2020
   SERIE A - 05/07/2020
   SERIE U19 - 04/07/2020
   ESTERO - 03/07/2020
   SERIE C1 - 03/07/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni