SERIE A2 - 15/05/2020

Ganzetti, un sogno da realizzare: "La Serie A e l'azzurro... con il Manfredonia"

Il pivot anconitano, quinto miglior realizzatore italiano dell'ultimo torneo di A2, ha archiviato una delle migliori stagioni della sua carriera. "Ho trovato l'ambiente ideale, sono stato trattato benissimo. Il club ci crede: voglio arrivare il più lontano possibile con questi colori"

Il prossimo 21 maggio Andrea Ganzetti compirà 27 anni. Ma ha ancora un bel sogno nel cassetto: quello di arrivare in Serie A e giocarsi tutte le carte a disposizione per vestire la maglia azzurra della Nazionale maggiore.

”In effetti vorrei provare a giocare in Serie A - confida il pivot nativo di Ancona sulle colonne del Corriere Adriatico - perché sento di essere giunto ad un punto del mio percorso in cui sono pronto e vorrei dimostrarlo. A Manfredonia sono stato bene e il club punta alla Serie A: con la società ci siamo parlati e lasciati aperti ogni possibilità. E poi un’atleta che vuole ottenere il massimo, non può non sognare la Nazionale. D’altronde di pivot nati in Italia che giocano e segnano non ce ne sono molti, per cui qualche speranza è giusto e bello che la coltivi”.

Un ragionamento quello di ”Ganzo” che in effetti non fa una piega. L’anno scorso l’esperienza al Città di Sestu, quest’anno quella a Manfredonia: la prima una piazza da sempre ambiziosa, la seconda al suo debutto in seconda divisione. Il risultato è stato più che positivo: ventotto reti in totale, di cui ben ventuno in maglia sipontina, che equivalgono a dire quinto miglior realizzatore italiano di tutta la categoria. Ma Andrea cerca di minimizzare.

”Diciamo semplicemente che Manfredonia è andata benissimo sotto ogni punto di vista. Dopo un avvio difficile, siamo arrivati a ridosso dei play-off. Poi purtroppo è arrivato questo maledetto stop stop. Ma tutti sappiamo - continua nell’intervista rilasciata al Corriere Adriatico - che, per rendere al meglio, ogni calciatore deve stare in un ambiente che funziona. Manfredonia per me è stato un ambiente ideale. Sono stato accolto e trattato sempre molto bene, fondamentale è stato il particolare il feeling totale con il tecnico Massimiliano Monsignori: mi ha trattato quasi come un figlio e io ne ho beneficiato. È il miglior allenatore che abbia mai incontrato”.

Dopo l’escalation con il Pesaro, culminata con la conquista della Coppa Italia di Serie A2 a Villorba nel 2015, la grande delusione di Cosenza lo stava allontanando dal futsal. Per motivi di studio si è trasferito a Barcellona, dove si è allenato con il Santa Coloma, per poi rientrare in Italia desideroso di dimostrare che poteva dare ancora tanto alla disciplina. E ci è riuscito a suon di gol.

”Io sono sempre stato orgoglioso è convinto dei miei mezzi - conclude Andrea. - Per questo vorrei ringraziare tutte quelle persone del mondo dello sport che in questi anni mi hanno supportato in varie maniere”.

Ringraziate e - Manfredonia docet - ben ripagate.

 

 

Foto: Melcarne


  SERIE A2 - 09/07/2020
E' (sempre) da Anteprima a ufficialità: sì, Marcio Borges sceglie il Bernalda

Il club lucano annuncia con soddisfazione l'innesto del laterale brasiliano, classe 1990, proveniente dal Città di Massa. In precedenza aveva vestito le maglie di Cobà, Real Rieti e Bisceglie ma ad Imola ci fu la definitiva consacrazione. La nota ufficiale

[...]
  SERIE B - 09/07/2020
#futsalmercato, Di Capua non ci ha pensato due volte: "Giovinazzo è casa mia!"

Il portiere ha rinnovato la sua collaborazione sportiva con il club di Antonio Carlucci ed è pronto per prendersi lo spazio che merita: "Qui mi hanno insegnato che si gioca col cuore con l'obiettivo di far divertire i nostri tifosi: sono loro il nostro vero sostegno"

[...]
area rosa
  SERIE A2 - 07/07/2020
#futsalmercato, primo innesto per il Molfetta: ecco Giusy De Marco

La classe 2000 proviene dal Noci: "C'è voglia di raggiungere alti traguardi. Da parte mia metterò tutto l'impegno affinché possa sfruttare l'opportunità offertami da questo club. Uniti potremo raggiungere tutti gli obiettivi

  SERIE A2 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Vitulli: "Uno dei punti più bassi della nostra storia"

Duro il commento del dg del Cassano: "Credibilità sotto zero, efficienza ai minimi termini, comunicazione inesistente. Non parliamo poi dell'organizzazione campionati: niente meritocrazia e ripescaggi a volontà. Una disciplina alla canna del gas senza appeal"

[...]
  SERIE C1 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Felice: "E il discorso-promozione torna un'incognita"

Il parere del massimo dirigente dell'Itria: "Non mi esprimo circa questa decisione, dico solo che da Roma avevamo avuto certe garanzie. Ora non sappiamo se chi subentra ne è al corrente, come intende agire e se qualcuno si interesserà della nostra situazione"

[...]
altre notizie
   SERIE B - 09/07/2020
   SERIE B - 08/07/2020
   SERIE C1 - 08/07/2020
   SERIE A - 05/07/2020
   SERIE A2 - 03/07/2020
   SERIE C1 - 03/07/2020
   SERIE A2 - 02/07/2020
   SERIE B - 30/06/2020
   SERIE B - 10/05/2020
   SERIE U19 - 03/03/2020
   SERIE C1 - 01/03/2020
   SERIE B - 28/02/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni