VARIE - 25/05/2020

Ore 15, suona la campanella per un Consiglio Direttivo inutile (con sorpresa?)

Sarà un giorno come tanti altri quello di oggi: poteva diventare campale, ma è già stato tutto deciso dalla LND, svuotando l'organo consiliare delle sue attribuzioni. Le società invocano garanzie e tutela: se questa Divisione non darà assicurazioni, ci sarà solo una cosa da fare

Il giorno che tutta l’Italia del pallone a rimbalzo controllato attendeva per mettere definitivamente una pietra sulla stagione più controversa della storia del nostro futsal è arrivato. Ma la data del 25 maggio 2020, che gli appassionati si porteranno dietro con i loro ricordi, resterà solo una semplice sequenza di numeri e lettere.

Il 25 maggio 2020, già di se troppo tardivo per dire alle 211 società del calcio a cinque italiano in quale categoria avrebbero giocato nella stagione post-coronavirus, non avrà mai il senso di quel giorno-evento in cui sai che succede qualcosa e resti ad attenderlo con impazienza. Perché oggi non succederà proprio un bel niente, visto che ormai i giochi sono stati fatti... due piani più in alto.

Il futsal esce non solo disorientato da un trimestre incredibile, segnato da un ”lockdown” senza se e senza ma, per contenere un’epidemia che era stata nettamente sottovalutata (e anche noi l’avevamo ritenuta poco più di un’influenza, prima di correggere il tiro: ma avere il coraggio di cambiare opinione significa saper usare la razionalità nel valutare i fatti); ma un trimestre anche pieno di speranze per scrivere nuove pagine e - soprattutto - nuove regole in vista del tanto decantato ”anno zero”. Ma anche pieno zeppo di timori, con la crisi economica che già ha ridotto al minimo l’operativà dell’intera economia nazionale e nei prossimi mesi presenterà un conto a tutti i club che potrebbe essere deleterio.

Eppure, davanti a questi scenari, c’è chi è andato avanti senza rendersi conto delle grida di chi invocava provvedimenti immediati. Due mesi e passa trascorsi a rincorrere promesse, solo quelle, perché di aiuti concreti e tangibili ad oggi manco l’ombra. E chi doveva approfittare della circostanza per riscrivere le tanto necessarie regole di questo gioco ha perso solamente tempo, tanto tempo, preferendo usare le parole (troppe), lasciando i fatti al minimo storico e disattendendo tutto quello che questa disciplina chiedeva.

Ma non solo. Le determinazioni imposte dalla Lega Nazionale Dilettanti, servite su un piatto d’argento, hanno stravolto ciò che tutte le categorie del futsal italiano si aspettavano, vanificando in pochi secondi giorni di consultazioni spesi a cercare di concordare quel minimo di condizioni necessarie non per chiudere ciò che ormai era già stato chiuso da tempo, bensì per affrontare il nuovo che verrà. E invece, mano alle retrocessioni nel segno del... demerito sportivo, lo schiaffo che le società in grado ancora di salvarsi meritavano di ricevere in pieno volto, come se la sospensione dei campionati per il coronavirus fosse stata una loro responsabilità.

L’interpretazione unidirezionale della cristallizzazione delle classifiche ha fatto il resto. Procedimenti applicati senza tener conto non solo dei fattori che hanno provocato lo stop forzato dell’attività, ma anche di chi si è già rimboccato le maniche per ripartire, mettendo mani al portafoglio nella speranza che questa disciplina possa trovare un senso. E quale senso avrebbe investire centinaia di migliaia di euro per far decidere ad altri il proprio destino? Perché l’ultimo Consiglio di Lega questo ha stabilito, gestendo la cosa a proprio uso e consumo, senza trovare la minima resistenza. Assurdo!

Per cui, tornando a bomba, a cosa servirà oggi questo Consiglio Direttivo svuotato delle proprie funzioni (povero articolo 18!) e soprattutto delegittimato a decidere? A cosa servirà ai nove del secondo piano di piazzale Flaminio lasciare le proprie attività lavorative oggi al 15, per tornare a vedersi davanti a un pc o uno smartphone? I giochi sono fatti, qualcuno ha già deciso per il nostro povero, amato futsal. Amen!

Ma di cosa si dovrebbe discutere oggi?

1. Approvazione verbale seduta precedente (a quando risale?, n.d.c.)
2. Ratifica chiusura campionati stagione sportiva 2019/2020
3. Comunicazioni del Presidente

Sorvoliamo dal primo punto all’ordine del giorno odierno. Il secondo è già stato deciso, anche se speriamo che le persone di buon senso che si siederanno attorno al tavolo virtuale, si rendano conto che ciò che è stato detto di fare non è quello che hanno chiesto le società. Forse dal terzo potrebbe scapparci una sorpresa, ma quello che può venire fuori ce lo teniamo per noi, magari auspicando che sia la panacea.

La verità, e chiudiamo, è che il nostro futsal si è stufato di essere succube e di dover assistere a tutti quei siparietti che hanno scandito le vicende di piazzale Flaminio negli ultimi mesi. Le società devono riprendersi il centro della scena, devono riacquistare quel ruolo di cui sono state private, invertendo le condizioni con una Divisione che deve essere unicamente un sinonimo di garanzia, tutela e rappresentanza.

Siamo fiduciosi che questo, nel breve periodo, accadrà. Se non dovesse succedere la risposta è una sola: bye bye, Lega Nazionale Dilettanti!


  SERIE A2 - 09/07/2020
E' (sempre) da Anteprima a ufficialità: sì, Marcio Borges sceglie il Bernalda

Il club lucano annuncia con soddisfazione l'innesto del laterale brasiliano, classe 1990, proveniente dal Città di Massa. In precedenza aveva vestito le maglie di Cobà, Real Rieti e Bisceglie ma ad Imola ci fu la definitiva consacrazione. La nota ufficiale

[...]
  SERIE B - 09/07/2020
#futsalmercato, Di Capua non ci ha pensato due volte: "Giovinazzo è casa mia!"

Il portiere ha rinnovato la sua collaborazione sportiva con il club di Antonio Carlucci ed è pronto per prendersi lo spazio che merita: "Qui mi hanno insegnato che si gioca col cuore con l'obiettivo di far divertire i nostri tifosi: sono loro il nostro vero sostegno"

[...]
area rosa
  SERIE A2 - 07/07/2020
#futsalmercato, primo innesto per il Molfetta: ecco Giusy De Marco

La classe 2000 proviene dal Noci: "C'è voglia di raggiungere alti traguardi. Da parte mia metterò tutto l'impegno affinché possa sfruttare l'opportunità offertami da questo club. Uniti potremo raggiungere tutti gli obiettivi

  SERIE A2 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Vitulli: "Uno dei punti più bassi della nostra storia"

Duro il commento del dg del Cassano: "Credibilità sotto zero, efficienza ai minimi termini, comunicazione inesistente. Non parliamo poi dell'organizzazione campionati: niente meritocrazia e ripescaggi a volontà. Una disciplina alla canna del gas senza appeal"

[...]
  SERIE C1 - 09/07/2020
Divisione commissariata, Felice: "E il discorso-promozione torna un'incognita"

Il parere del massimo dirigente dell'Itria: "Non mi esprimo circa questa decisione, dico solo che da Roma avevamo avuto certe garanzie. Ora non sappiamo se chi subentra ne è al corrente, come intende agire e se qualcuno si interesserà della nostra situazione"

[...]
altre notizie
   SERIE B - 09/07/2020
   SERIE B - 08/07/2020
   SERIE C1 - 08/07/2020
   SERIE A - 05/07/2020
   SERIE A2 - 03/07/2020
   SERIE C1 - 03/07/2020
   SERIE A2 - 02/07/2020
   SERIE B - 30/06/2020
   SERIE B - 10/05/2020
   SERIE U19 - 03/03/2020
   SERIE C1 - 01/03/2020
   SERIE B - 28/02/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni