SERIE A - 10/06/2019

Pinto Dias ai saluti: "Non dimenticherò i tre anni vissuti al Breganze"

La giocatrice brasiliana ha comunicato la sua intenzione di far rientro in Brasile. "Di questa esperienza - dice Joseane - resteranno le persone che ho conosciuto, che mi hanno fatto sentire meno la mancanza di casa"

Dopo tre stagioni si separano le strade di Joseane Pinto Dias e del Futsal Breganze. Nonostante la proposta di rinnovo del ds Stefano Sbabo Joseane ha deciso di intraprendere un’altra strada. Per il momento il suo pensiero la porta in Brasile e chissà se la ritroveremo il prossimo anno sui parquet della massima serie del futsal italiano. Nel frattempo la società desidera ringraziare la giocatrice e farle un grande in bocca al lupo per il futuro!

- Tre anni a Breganze densi di emozioni. Qual è il bilancio complessivo della tua esperienza in biancorosso?

”Sono stati tre anni in cui mi sono trovata molto bene, ho conosciuto persone veramente belle qua e mi sono divertita”.

- Due Final Eight di Coppa e due qualificazioni playoff: a livello di risultati non male di sicuro. Che ne pensi?

”Penso che abbiamo raggiunto dei bei traguardi, abbiamo dato filo da torcere a tante squadre che sulla carta erano più forti. Le due Final Eight di Coppa Italia per me sono state le più belle, ho vissuto dei momenti che rimarranno nei miei ricordi più belli”.

- Oltre che in campo, cosa ti rimane dell’esperienza nell’ambiente Breganze?

”Rimangono le persone che ho conosciuto qua, che mi hanno sopportato nei momenti difficili e anche condiviso con me i momenti belli, mi hanno fatto sentire ”meno” la mancanza di casa”.

- Qual è il ricordo che ti porterai dietro della società?

”Sicuramente che è una società serissima, che fa il possibile per lasciarti tranquilla e lavorare in serenità”.

- Il momento più bello e quello più brutto?

”Ho vissuto tanti momenti belli però quello che rimane è quando due anni fa abbiamo fatto le semifinali di Coppa Italia a Bassano, è stato un momento speciale per noi giocatrici e penso anche per la società. Il più brutto è stato mio infortunio nel polpaccio di cui ho dovuto stare ferma per quasi tre mesi, per chi mi conosce sa che stare ferma non è proprio una cosa che mi fa piacere”.

- Che piani hai per il tuo futuro?

”Ancora non ho deciso niente di preciso, ho ricevuto un paio di offerte però adesso voglio tornare in Brasile e valutare con calma”.

-Vuoi dire qualcosa ai tifosi?

”Non posso che ringraziarli per il sostegno nelle partite, qualche volta anche negli allenamenti. Vi porterò nel cuore”.

Anna Fabrello


altre notizie
13/07/2019
Zanetti e l'addio del Breganze: "Fattori e situazioni [...]
11/05/2019
Zanetti sogna gara-3: "Il mio Breganze se la giocherà fino [...]
30/04/2019
Breganze, basta un punto ed è fatta (senza far calcoli) [...]
28/04/2019
#Day29: il Breganze cala il poker a Grisignano e conquista [...]
18/04/2019
Tutto il futsal italiano augura una pronta guarigione a [...]
17/04/2019
#SerieAfemminileFutsal, Boutimah la salva-Breganze: 2-1 [...]
16/04/2019
Breganze, come cresce Ambrosioni: "Tre punti meritati col [...]
>> LEGGI TUTTE