SERIE A2 - 20/03/2017

FavolA Cisternino, Lacirignola: "Ce l'abbiamo fatta con l'impegno di tutti"

Il presidente giallorosso festeggia la promozione in massima serie: "L'obiettivo era di quello raggiungere i play off e toglierci qualche gioia. Quando ci siamo ritrovati in testa l'appetito è salito giornata dopo giornata. In A per restarci il più possibile"

La Coppa Italia gli è rimasta sul gozzo pochi giorni, perché sabato, quando il risultato del derby con il Sammichele ha cominciato a dilatarsi, Antonio Lacirignola ha cominciato a respirare... a pieni polmoni. Il Cisternino griffato Block Stem ha chiuso i giochi con centoventi minuti di anticipo vedendo spalancarsi i cancelli della Serie A.

Un traguardo incredibile per una società che ha visto il suo progetto sportivo prendere la luce un lustro addietro: era l’estate del 2011 quando partì l’avventura cistranese. Una dopo l’altra sono arrivate le vittorie nella C/2 e C/1 pugliese (con bis nella coppa regionale, con il cruccio mai sopito del secondo posto a livello nazionale), poi lo sbarco tra i cadetti e il trionfo nella Coppa Italia di Zanè, che non addolcì del tutto l’acre sapore della volata-beffa con il Sammichele. Una promozione in A/2 attesa un anno, il tempo di acclimatarsi et voilà, benservito Serie A. Con Antonio Lacirignola al timone di un sodalizio che ha letteralmente bruciato le tappe.

”E’ stata parecchio dura - è il primo commento di Lacirignola - ma ce l’abbiamo fatta. Anche se la classifica ci regala un vantaggio importante, ribadisco che non è stato facile, ma con l’impegno di tutto nessuno escluso siamo arrivati al traguardo. E adesso ci metteremo subito al lavoro per pianificare la prossima stagione”.

Una promozione che, comunque, in casa cistranese non era stata messa in preventivo a inizio stagione.
”Per niente, il nostro obiettivo era di quello raggiungere i playoff e di toglierci qualche gioia. È evidente che quando ci siamo ritrovati in testa l’appetito è salito giornata dopo giornata... fino all’altro ieri”.

Un paradosso storico: la promozione tra le grandi del futsal conquistata proprio battendo quel Sammichele che due anni prima gliela aveva soffiata in maniera tanto incredibile quanto, poi, inevitabilmente accompagnata dallo stuolo di polemiche (e inchieste federali) che ne sono seguite: all’epoca fu tutto regolare, come sabato lo è stato il successo cercato e voluto dalla squadra di Pablo Parrilla. Ed ora si può pensare ad altro.
”La Serie A? Le intenzioni sono quelle di non fare cattive figure e soprattutto programmarla in maniera tale da restarci il più a lungo possibile”, garantisce Lacirirgnola.

Con Parrilla sempre al timone? Il presidente... gira la domanda.
”L’aspetto tecnico è di competenza esclusiva di Daniele Perrini ed ovviamente legato strettamente al progetto sportivo”.

Per ora, insomma, meglio continuare a festeggiare.

 


altre notizie
24/03/2017
FavolA Cisternino, Giacobelli: “Abbiamo fatto qualcosa di [...]
23/03/2017
FavolA Cisternino, Parrilla: “Umili e affamati, così ci [...]
23/03/2017
FavolA Cisternino, Cainan De Matos: "Il nostro paese merita [...]
22/03/2017
FavolA Cisternino, Punzi: "La mia città in A, risultato [...]
21/03/2017
"Mo veniamo", il video racconto della promozione in Serie A [...]
19/03/2017
Da favola a realtA': il Futsal Cisternino batte [...]
17/03/2017
Cisternino, la #SerieA dietro l'angolo. Lacirignola: [...]
>> LEGGI TUTTE