SERIE A2 - 25/06/2017

Milano, il ritorno di Luca Peverini: "L'importante è fare bene tutti insieme"

Il biancorosso di rientro dall'esperienza alla Vimercatese: "Posso assicurare che ci sarà il massimo impegno e la massima concentrazione per far bene tutte le partite e cercare di migliorare quello che è stato fatto nella stagione appena terminata"

E’ un ritorno gradito anche se Luca Peverini dal Milano non se n’era mai andato. I colori biancorossi sono la sua seconda pelle anche se, nella passata stagione, ha svernato per mezza stagione nella Vimercatese nella serie C1 della Lombardia. Le problematiche legate alla sua attività professionale, infatti, avevano minato la disponibilità dell’allora capitano biancorosso di poter dare il cento per cento per la squadra durante la settimana per gli allenamenti e il sabato per le partite ufficiali. Ora, invece, l’orizzonte è cambiato e il buon Luca, molto stimato dallo staff tecnico del Milano con in testa Daniele Sau, è pronto a tornare a vestire la maglia che gli compete. Ma sentiamolo.

Luca un ritorno gradito con i colori biancorossi dopo i problemi legati al lavoro. Come ti senti?
”Mi sento felice di tornar a far parte di una società storica come il Milano. Ho avuto problemi con il lavoro, ma adesso tutto è a posto e sono più carico che mai. Non vedo l’ora di iniziare”.

Hai avuto modo di vedere la stagione scorsa. Che idea ti sei fatto del Milano rispetto a quando hai giocato tu?
”Sicuramente ho visto una squadra con più consapevolezza nei propri mezzi vista la fantastica stagione che è stata disputata da tutti i giocatori. La società ha alzato l’asticella ma sempre tenendo un atteggiamento defilato, costruendo di tassello in tassello senza mai strafare. Lo staff tecnico, dall’ allenatore Sau al secondo Bianchi, per poi passare a tutti gli altri hanno svolto un lavoro duro ma proficuo. La finale Coppa Italia e finale play off conquistata dopo il secondo posto nel girone durante la stagione regolare sono il frutto di impegno e progettualità”.

Domanda provocatoria: tu eri il capitano, ora lo è Esposito. Chi indosserà la fascia nella nuova stagione?
”Mah (ride) lo deciderà il Mister ma a mio parere può tenerla Marcello perché lo rispetto come giocatore e come uomo ed anche perché per me è un grandissimo amico. L’importante è far bene tutti insieme”.

Devi ringraziare qualcuno in particolare per questo ritorno?
”I miei ringraziamenti vanno al Mister e alla società perché, nonostante il forzato distacco, mi stanno dando di nuovo fiducia. E poi tutti i compagni che appena hanno saputo della mia disponibilità a tornare in squadra mi hanno dimostrato tanto entusiasmo”.

Cosa senti di promettere ai tifosi?
”Far promesse ancor prima che inizio l’anno non mi piace. Posso solo assicurare che ci sarà il massimo impegno e la massima concentrazione per far bene tutte le partite e cercare di migliorare quello che è stato fatto nella stagione appena terminata... anche se sarà davvero dura”.

 

Ufficio stampa


altre notizie
22/06/2017
Il nuovo volto del Milano: salutano in quattro, "dentro" [>>]
22/06/2017
#futsalmercato, da Anteprima a ufficialità: Fabricio Urio [>>]
18/06/2017
Migliano: "Resto al Milano, per conquistare ciò che ci è [>>]
17/06/2017
Il Milano si muove: Fantecele in uscita, dubbio Mendes, [>>]
06/06/2017
Milano, pronti a vivere un nuovo capitolo. Sau: "Valuteremo [>>]
26/05/2017
#SerieAFutsal? No, grazie. Milano va per la sua strada, [>>]
22/05/2017
Incertezza A o A2 per Milano, ma la base da cui ripartire [>>]
>> LEGGI TUTTE