SERIE A - 13/08/2017

Milano, Esposito non vede l'ora: "Adesso dimostriamo di essere all'altezza"

Il classe '92 è pronto all'avventura in serie A con la maglia biancorossa: "Dire che sono contento è dire poco... La differenza in campo la dobbiamo fare attraverso la grinta e la determinazione, così possiamo ripagare gli sforzi della società"

Marcello Esposito è pronto all’avventura in serie A con la maglia biancorossa del Milano C5. Anche se si trova in vacanza il suo pensiero è quello di tornare a Milano e mettersi al lavoro con la squadra. Certo, non mancano tanti giorni, ma il suo entusiasmo è palpabile e la voglia di scendere sul parquet dal prossimo 23 settembre, per la prima giornata di serie A con la casacca del Milano C5 contro la Feldi Eboli, è tanta. E ce lo conferma in questa intervista.

Marcello, allora, Milano C5 in serie A. Chi l’avrebbe detto, anche se, dopo tanti sforzi questa promozione è meritata.
”Affermare che sono contento non rende bene l’idea. Sono davvero entusiasta per questa notizia, è un sogno poter giocare nella massima competizione dello sport che pratichi. Sia per la società, che per lo staff tecnico e noi giocatori, questo è un bel riconoscimento per gli sforzi fatti negli ultimi anni, ma deve essere un punto di partenza, non un traguardo”.

La società si è messa in moto sul mercato ma, come sempre, tenendo un profilo basso. Ma per la serie A potrebbero bastare i nuovi innesti?
”Credo che la rosa di quest’anno possa essere competitiva per il raggiungimento dei nostri obiettivi, cioè la salvezza. La differenza in campo la dobbiamo fare attraverso la grinta e la determinazione che caratterizza da sempre il gioco del Milano!”.

Anche i tifosi sono elettrizzati. Che ne pensi?
”Abbiamo avuto un seguito eccezionale lo scorso anno, sia in campionato sia nelle gare di play-off. Amici che hanno fatto salti mortali per seguirci anche in trasferta, come ad esempio contro l’Arzignano ed alcuni anche a Eboli. È forse anche grazie a loro che la società ha pensato di poter fare il grande passo verso la serie A”.

Per questa bella novità ti senti di fare dei ringraziamenti particolari?
”Vorrei fare un ringraziamento particolare a tutti i giocatori che ci hanno aiutato negli ultimi anni a crescere, come singoli e come squadra. Nel panorama del futsal ho conosciuto persone stupende che hanno dato tutto per questa maglia ed è anche grazie a loro che andiamo a disputare il campionato nella massima serie”.

E poi?
”Vorrei ringraziare la società del Milano C5 per la decisione presa, per permetterci di giocare al massimo livello in questo sport. Ora sta a noi dimostrare di essere all’altezza!”.

Ufficio Stampa (Foto Dughetti)


altre notizie
19/10/2017
Milano, Gargantini: "Contro il Latina servono coraggio e [...]
17/10/2017
Milano, Tondi a gran voce: "La Serie A è tosta, ma noi ci [...]
09/10/2017
Milano, Sau fa mea culpa: "Con la Lazio emersi i nostri [...]
07/10/2017
Milano disattenta e sprecona, la Lazio ne approfitta: ko [...]
07/10/2017
Al Milano non basta un Gargantini di lusso: Laion è super, [...]
05/10/2017
Milano, Peverini lancia la sfida alla Lazio: "In casa [...]
02/10/2017
Milano, Sau: "Usciamo a testa altissima, ko che potrebbe [...]
>> LEGGI TUTTE