SERIE A2 - 13/02/2020

Renoldi vive un'annata da sogno: "Milano in A sarebbe la ciliegina sulla torta"

Dopo l'Aosta c'è la Leonardo: "Squadra che si è rinforzata ed ha bisogno di punti per salvarsi. Però anche noi ne abbiamo tanto bisogno, per cercare di allungare la striscia positiva e mantenere la vetta. Giocheremo nel nostro fortino, servirà grande agonismo e concentrazione"

Per superare un’ostica Aosta è servito il miglior Vitor Renoldi al Milano di Sau. Il laterale offensivo brasiliano, autore di una doppietta e giunto a quota 28 centri in campionato che ne fanno il capocannoniere indiscusso del girone A, ha ormai convinto tutti in Brianza. La definitiva consacrazione, però, non è ancora giunta secondo il forte mancino, diventato papà da poche ore. ”Sto vivendo un momento da favola e sono felicissimo per tutto quello che mi sta accadendo. Devo solo ringraziare Dio e la mia compagna che oltre ad essere sempre al mio fianco adesso mi ha fatto anche il regalo più bello della mia vita! Non credo che questa sia la mia definitiva consacrazione, su questo aspetto sono una persona ambiziosa ed ho sempre voglia di crescere e migliorare, quindi punto a dimostrare il mio valore anche in A. E se potessi realizzarlo riportando il Milano nella massima serie sarebbe ancora più bello! All’inizio in tanti non credevano che potessimo fare una stagione così, ma io sinceramente credevo nella squadra. Ora che siamo lassù è giusto sognare. Sarebbe davvero la ciliegina sulla torta”.

Tra l’Aosta e la Leonardo: ”Quella di sabato non è stata una gara semplice. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni da gol ma abbiamo sbattuto su un portiere in gran giornata. Nel secondo tempo siamo riusciti a sbloccarla subito e praticamente a chiuderla facendo 3-0 in pochi minuti. Purtroppo dopo c’è stata l’espulsione un po’ controversa di Casagrande e loro si sono rimessi in partita ma alla fine abbiamo vinto e sono stato felice di aver approfittato dell’assist di Marco Peverini per chiudere i conti. Sabato contro la Leonardo avremo un’altra gara complicata – prosegue - contro una squadra che si è rinforzata ed ha bisogno di punti per salvarsi. Però anche noi ne abbiamo tanto bisogno, per cercare di fare un’altra striscia positiva e mantenere la vetta. Oltretutto giocheremo nel nostro fortino. Servirà grande agonismo e concentrazione. Gli obiettivi? Non li abbiamo prefissati ma non ci poniamo limiti. Vogliamo arrivare il più in alto possibile. La società non ci ha mai detto che dobbiamo vincere il campionato, anzi l’obiettivo d’inizio stagione era soltanto la salvezza, però ora che siamo lì è giusto sognare. Il mio è vincere questo scudetto col Milano e la classifica cannonieri, sarebbe veramente il finale di stagione perfetto!”.

Foto Dughetti


altre notizie
08/03/2020
Milano, Sau fa chiarezza: "Il futsal è divertimento, la [...]
25/02/2020
Milano, Sau: "Un po' di rammarico per aver perso il [...]
24/02/2020
Il Milano cade a Massa ma resta in scia: il finale di [...]
19/02/2020
E' un Milano che non molla mai, Peverini: "Siamo ancora [...]
14/02/2020
Milano, attento alla Leonardo. Gargantini: "Dimostriamo di [...]
10/02/2020
Tre minuti di grande Milano: l'Aosta reagisce ma non [...]
06/02/2020
Il Milano vuole ripartire, Sau: "Mettiamoci alle spalle una [...]
>> LEGGI TUTTE