UNDER 21 - 23/03/2017

Isola, mister Arribas: "La mia Under21? Fantastica"

"Si chiudono quattro anni splendidi che non dimenticherò mai. Ai ragazzi auguro di realizzare i loro sogni"

Quattro anni sull’acceleratore. ”Quattro anni splendidi che non dimenticherò mai”. Mister Gustavo Arribas traccia un bilancio della ’sua’ under 21.

MISTER ARRIBAS - ”Domenica si è chiuso un ciclo. Ho ricevuto tantissimo da questi ragazzi. Non nascondo che tutti ci aspettavamo qualcosa di più da quest’ultima stagione, volevamo entrare ai play off per festeggiare nel migliore dei modi. Ce lo meritavamo. La sfortuna c’ha un po’ braccato: prima l’infortunio al crociato di Mattia Mazzuca, capitano e uomo spogliatoio, poi quello di Arpinelli e infine Zaza rimasto fuori tutto dicembre per un problema al collaterale. In tante situazioni eravamo con gli uomini contati e questo c’ha penalizzato. Abbiamo comunque dimostrato di tenere testa a tutte le squadre giocando sempre un grande futsal”.

LA CRESCITA - ”La cosa più bella è stata la crescita sportiva e umana dei ragazzi - spiega il tecnico -. Abbiamo iniziato 4 anni fa con un gruppo che non aveva mai giocato a futsal. All’inizio è stata durissima. Abbiamo preso schiaffi, le sconfitte una dietro l’altra c’hanno aiutato a crescere e formarci sotto tutti i punti di vista. I ragazzi però non hanno mai mollato, si sono sempre allenati con il massimo impegno, hanno sopportato le mie urla perché credevo in questa under 21. Oggi sono diventati dei calciatori veri”.

IL FUTURO - ”La squadra è cresciuta tantissimo - sottolinea mister Arribas -. I ragazzi potrebbero giocare in tutte le categorie e forse in futuro anche in serie A se continueranno ad allenarsi con la stessa tenacia e dedizione. Il rapporto umano? Difficile spiegarlo a parole. È sempre stato basato sulla sincerità reciproca e sul rispetto. Sapevamo che 4 anni fa eravamo piuttosto scarsi, ce lo siamo detti senza girarci troppo intorno. Oggi invece siamo consapevoli che la classifica è bugiarda, che avremmo meritato i play off e che siamo diventati un grande gruppo. Merito soprattutto della caratura morale dei ragazzi. Sono bravissimi, questo ci ha aiutato a non mollare mai. Venivano ad allenarsi sempre con un atteggiamento positivo e questo mi ha aiutato tantissimo”.

RINGRAZIAMENTI - ”Se siamo riusciti a fare questo percorso il merito va ai ragazzi che con la loro dedizione, la loro voglia di combattere e lottare sempre e comunque hanno reso il mio lavoro più semplice. Ma anche e soprattutto ai presidenti. Non ci hanno mai fatto mancare nulla. La loro vicinanza è stata fondamentale. Abbiamo avuto sempre la massima libertà di crescere senza pressioni. E questo è l’ideale per un allenatore che punta al futuro. La loro unica preoccupazione è che i ragazzi stessero bene, si divertissero, crescessero umanamente e sportivamente. Non è facile trovare delle persone del genere. Grazie a loro sono stati 4 anni splendidi che mi porterò sempre nel cuore, così come porterò per sempre nel cuore ognuno dei ragazzi. A loro auguro le migliori fortune e di esaudire i loro sogni, calcistici e non solo. Se lo meritano”.

Ufficio Stampa


altre notizie
21/03/2017
Futsal Isola, un super weekend: vincono Under21 e Juniores [>>]
26/02/2017
Marcelinho esorcizza la macumba: l'Isola ritrova il [>>]
20/02/2017
L'oro della Futsal Isola: Terlini, Zaza e Cerulli [>>]
23/01/2017
Marcelinho, cuore Oranje: "Darò tutto per il Futsal Isola. [>>]
14/01/2017
Isola, la maledizione continua: vince la Cogianco. [>>]
13/01/2017
Isola, Arribas la Cogianco: "Il pareggio non ci basta più, [>>]
10/01/2017
Isola, coach Angelini: "Con il Kaos un punto d'oro. [>>]
>> LEGGI TUTTE