COPPA ITALIA C - 18/02/2020

Il Bagnolo lancia la sfida al Pero. Iemmi: "Credo nelle mie compagne"

"Avremo di fronte una squadra squadra esperta e determinata, costruita per tornare in serie A2. Dobbiamo affrontare questa sfida con un livello di attenzione elevato, soprattutto nei dettagli, perchè saranno quelli a fare la differenza"

Tutto pronto per l’inizio dell’avventura nella fase nazionale della competizione per il Bagnolo che domani, alle ore 21 a Gorgonzola, affronterà il Pero, mentre i ritorno si giocherà al Palazzetto dello Sport di Bagnolo in Piano, martedì 25 Febbraio alle 20:30. A fare il punto della situazione è la giocatrice Silvia Iemmi.

Siamo alle porte di una sfida affascinante quanto importante...come ci arriva il Bagnolo?
”Il Bagnolo delle ultime gare disputate in campionato, ha dimostrato grande tenacia e voglia di far bene, elementi importanti per affrontare una sfida di alto livello come quella che ci aspetta. Il morale si è innalzato dalle finali di coppa e si è rafforzato dopo l’ultimo mese in campionato, dove abbiamo recuperato punti su chi ci precede. Mi sento di dire che ci arriviamo al momento giusto, consapevoli del fatto che affronteremo una signora squadra, che rispettiamo, composta da giocatrici importanti, ma confido tanto nel mio team e nelle mie compagne, con le quali spero di togliermi altre soddisfazioni”.

Incotrerete una squadra che fino allo scorso anno era in A2, quali insidie nasconde e cosa conosci delle prossime avversarie?
”Il Pero è una squadra esperta e determinata, costruita per tornare in serie A2, che non mollerà nemmeno un centimetro facendo leva sulle indubbie qualità tecniche. Hanno alcune giocatrici che possono fare la differenza e accendere il match in qualsiasi momento, con doti tecniche importanti e grande esperienza derivata dal fatto che hanno partecipato a campionati di categoria superiore. Dobbiamo affrontare questa sfida con un livello di attenzione elevato, soprattutto nei dettagli, perchè saranno quelli a fare la differenza in questo tipo di partite. Conosco bene le mie compagne e sono sicura che non abbasseremo mai la guardia, perchè in questo tipo di partite il Bagnolo ha risposto sempre presente, facendosi trovare sempre pronto”.

Cosa vuol dire per te che sei stata tra le prime giocatrici a sposare il progetto Bagnolo quattro anni fa, a giocare in un palcoscenico simile?
”Di anno in anno questa realtà è cresciuta sempre più, e per me giocare in un palcoscenico simile è uno stimolo a fare sempre meglio. Vedere gli spalti del Palazzetto di Bagnolo riempirsi sempre più di domenica in domenica è un’emozione speciale soprattutto pensando da dove siamo partiti. Il calcio a 5 femminile sta crescendo sempre di più e siamo noi giocatrici per prime che dobbiamo dare seguito a questa crescita, coadiuvate da una vera società. Ciò che rende realemnte speciale indossare questa maglia, sta nel sostegno da parte di tutti, dalla società ai nostri tifosi e penso che questo aspetto sia difficile ritrovarlo in molte altre realtà regionali, ma mi sento di dire anche nazionali. Il Bagnolo ha creduto da subito in questo progetto, sposandolo in toto, facendo sentire, ogni giocatrice, all’interno di una vera e propria famiglia ed essere qui oggi è senza dubbio un orgoglio immenso per chi, come me, fa parte del primo gruppo formatosi alla nascita di questa squadra, quattro anni fa.”

La vittoria in Coppa Italia è stata un evento storico, cosa ha voluto dire per voi alzare quel trofeo?
”Abbiamo rincorso questa coppa nelle ultime tre edizioni arrivando sempre a un passo dall’alzarla. Quest’anno eravamo più determinate e consapevoli di poterla portare a casa e così è stato. L’emozione è stata unica, quasi incredibile sul momento. Per Bagnolo e per noi è stato il risultato di tanti sforzi e sacrifici da parte di tutti quanti, nonchè un risultato storico, essendo la prima vittoria di una competizione in ambito femminile per questa società. Sicuramente questa vittoria ci ha dato una maggior carica in vista del finale di stagione e so di per certo, che ci proveremo in tutti modi a rendere queasta stagione magica, cercando di arrivare il più lontano possibile in Coppa Italia Nazionale e di poter lottare per il primi posti in campionato fino alla fine”.


  SERIE A - 06/04/2020
Puro Bio, Monopoli mette il punto alla stagione: "Impensabile riprendere"

L'allenatore nocese: "Non potrei neanche immaginare una ripresa: giusto per fare il compitino finale, chi vorrebbe festeggiare? Abbiamo pagato lo scotto della matricola, ma il girone di ritorno è stato in crescendo"

[...]
  SERIE A - 27/03/2020
Che ne sarà della stagione? Fanfani: "E' superfluo parlare di sport"

"Per quanto mi riguarda il campionato è finito – dice il presidente del Pelletterie. – Sarebbe da incoscienti mettere a rischio la vita dei tesserati. Il vero risultato da festeggiare sarà il ritorno alla normalità"

[...]
  SERIE A - 28/03/2020
Che ne sarà della stagione? Russo: "La salute prima del campionato"

Le parole del tecnico del Kick Off: "Superata l'emergenza potremmo riprendere a giocare: se c'è la volontà si possono trovare modi e tempi per finire tutto sul campo. Speriamo di vedere ben presto la luce"

[...]
  SERIE A - 26/03/2020
Che ne sarà della stagione? Bramucci: "Giocare in estate? Scherziamo?"

Il presidente del Città di Falconara attacca le voci che vorrebbero un epilogo... a lunga scadenza dei campionati. "A giugno e luglio la gente vorrà riposarsi e non pensare ad altro: chi pensa il contrario è lontano dalla realtà"

[...]
altre notizie
   SERIE C - 31/03/2020
   SERIE A - 01/03/2020
   SERIE C - 21/01/2020
   SERIE C - 12/09/2019
   SERIE A - 07/09/2019
   SERIE A - 05/09/2019
   SERIE C - 28/08/2019
   SERIE A2 - 17/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 13/07/2019
   SERIE C - 22/05/2019
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni