SERIE C1 - 19/04/2020

Gisela Pedace ha detto stop: ufficiale il suo ritiro dall'attività sportiva

La giocatrice argentina ha deciso di attaccare le scarpette al chiodo dopo quindici anni di militanza in Italia. Ha giocato con Preci, Caffè Portos e Angelana, militava con il Collesanto Perugia. In patria l'attendono per la partita di addio

Una delle giocatrici argentine con più anni all’estero ha reso pubblica la sua decisione di porre fine alla sua carriera alla fine di questa stagione in Italia. si tratta di Gisela Pedace, a 39 anni, militante nel Collesanto, leader del campionato di Serie C dell’Umbria, con cui è stata finalista nella Coppa Italia regionale.

Nel dialogo via Instagram con ”Diario La Futbolista”, l’ex Boca (dove ha iniziato a giocare nel 2005) ha espresso la sua volontà di attaccare le scarpette al chiodo.

”Ritengo che quest’anno sia l’ultimo. E’ abbastanza per me, la fine dell’attività è arrivata. Vorrei essere dieci anni più giovane e continuare, ma il corpo purtroppo sta prendendo il suo pedaggio. Ogni volta che torno dagli allenamenti ho dolori anche a camminare, una cosa che non mi era mai successa. Non posso continuare a vivere in questo modo per sempre, per cui per ora devo mettere l’attività agonistica da parte”, ha sottolineato Gisu escludendo che almeno per ora possa restare legata alla disciplina occupando un altro ruoloo.

”Gisu” Pedace gioca in Italia dal 2009, quando è arrivata a Preci. A metà del 2011 ha fatto brevemente ritorno in Argentina per giocare con la Leopardi. Nella massima divisione del calcio a 5 femminile, ha anche difeso le maglie del Caffé Portos (insieme a sua sorella Marcela, oggi giocatrice del Real Molfetta) e Angelana. La scorsa stagione ha difeso i colori del Real Cannara, in Serie C, che attraverso una fusione ha dato vita al Perugiamotori Collesanto.

Pedace ha annunciato il suo ritiro mentre stava osservando la quarantena obbligatoria a Perugia in attesa della eventuale ripresa del torneo: cinque le giornate rimanenti, con il Collesanto in testa con tre punti di vantaggio. La vincitrice salirebbe direttamente in A2; seconda, terza e quarta vanno ai playoff.

Mentre l’incertezza persiste sulla possibilità che si possa tornare a giocare, che potrebbe significare il titolo e un tocco finale alla carriera di Gisela Pedace, c’è la certezza dell’invito dell’associazione ”I pionieri del calcio argentino” a disputare la partita di addio quando tornerà in terra albiceleste.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL SERVIZIO ORIGINALE SU PASION FUTSAL


  SERIE A - 06/07/2020
#futsalmercato, la Kick Off serve il tris: ingaggiata Arianna Bovo

Terzo innesto per le All Blacks dopo Ester Mannucci e Veronica Privitera. Russo e Lorenzin in coro: "Siamo molto contenti di lanciare una giovane promessa nella massima categoria"

[...]
  SERIE A2 - 07/07/2020
#futsalmercato, primo innesto per il Molfetta: ecco Giusy De Marco

La classe 2000 proviene dal Noci: "C'è voglia di raggiungere alti traguardi. Da parte mia metterò tutto l'impegno affinché possa sfruttare l'opportunità offertami da questo club. Uniti potremo raggiungere tutti gli obiettivi prefissati"

[...]
  SERIE A2 - 06/07/2020
Serie A2/F: formula, impiego delle giocatrici e oneri di iscrizione

Previste al massimo 64 squadre. Le retrocessionio nei campionati regionali verranno stabilite con un successivo comunicato. Il contributo stanziato dalla Divisione Calcio a 5 è di 1060 euro. La fideiussione contenuta in € 1500

[...]
  SERIE A2 - 07/07/2020
Doppia conferma per la Virtus Romagna: Mancarella e Marzo rinnovano

Dopo Mencaccini, il club romagnolo incassa altri due sì. Sguardo rivolto al futuro: "Speriamo di poter riprendere presto perché l'entusiasmo e la voglia di riscatto sono al massimo"

[...]
altre notizie
   SERIE A2 - 05/07/2020
   SERIE C - 31/03/2020
   SERIE C - 21/01/2020
   SERIE C - 12/09/2019
   SERIE A - 07/09/2019
   SERIE A - 05/09/2019
   SERIE C - 28/08/2019
   SERIE A2 - 17/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 13/07/2019
   SERIE C - 22/05/2019
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni