SERIE A - 17/06/2020

Basile e il Città di Capena del futuro: "Saremo una realtà duratura"

Uno degli artefici della promozione delle Leprotte: "La svolta? Penso dopo il primo pareggio. Da lì in poi le ragazze non si sono più fermate, perché avevano capito di essere loro le più forti"

Una promozione in A da capolista senza mai fermarsi, senza mai una battuta d’arresto, con una organizzazione e una struttura, a detta di tutti, già da massima categoria. Fondamentale in questa chiave è stato il Direttore Damiano Basile, che chiamato dal Direttore Generale Menichelli e voluto fortemente anche da Mister Chiesa da inizio settembre ha completamente fatto mettere la quinta alla società capenate. Le qualità del Direttore Basile sono conosciute a tutti e Menichelli ha giocato senza ombra di dubbio una carta sicura che però Basile è stato bravo a raccogliere e soprattutto a calarsi in una categoria che non aveva mai fatto. Il binomio Basile-Capena è stata quindi una grande intuizione, ma soprattutto una piacevole sorpresa che ha, alla fine, portato in dono la Serie A facendo crescere tutto il mondo biancorosso. Insomma se la realtà delle Leprotte aveva iniziato in modo silenzioso e sotto traccia, arrivato uno dei Direttori più conosciuti e vincenti, ha finito con il trasformarsi in una pietra preziosa incastonata all’interno di un vero e proprio gioiello sportivo.

Direttore dalle finali scudetto alla A2 quanto è stato difficile adattarsi?
”Per nulla, nello sport qualsiasi sia la categoria in cui ti cali devi rimanere te stesso e raggiungere gli obiettivi prefissati. Ho ripetuto, fin dal mio arrivo, alle ragazze che non dovevamo adattarci noi alla categoria, ma la categoria a noi. Dovevamo farci rincorrere dagli altri, perché la società aveva allestito una rosa fatta da atlete di serie A e avevamo più da perdere che da guadagnare. Nello spogliatoio dopo la prima giornata in cui pareggiammo chiesi chi aveva fatto la A2 nella propria carriera e chi aveva giocato in A. Il 90% della rosa non aveva mai disputato questa categoria e aveva fatto quasi esclusivamente la massima serie. Ho fatto capire che dipendeva quindi solo da noi e che dovevamo dimostrare che eravamo veramente una squadra di livello superiore non a chiacchiere, ma sul campo senza se e senza ma. Chi non se la sentiva poteva uscire dallo spogliatoio e andarsene a casa in quel preciso istante, senza vincoli o timori. Ma chi rimaneva doveva accettare una sfida dove c’era tutto da perdere e pochissimo da guadagnare. Da lì in poi le ragazze non si sono più fermate, perché avevano capito semplicemente che la realtà dei fatti è quella per cui erano le più forti.”

Il momento più bello?
”Sicuramente la vittoria al Pala Roma contro un Francavilla motivatissimo. Loro sono stati una squadra tosta con le palle dove il progetto societario è di quelli belli che piacciono a me ovvero territoriali e che trasudano veridicità, lo sport pane e salame quello più vero e viscerale. La nostra squadra era favorita e nel frastuono del Pala Roma ha avuto gli attributi di tenere botta e vincere la gara. Se si misura il proprio valore dalla grandezza del proprio avversario, le vittorie nelle sfide con il Francavilla danno la dimensione di quanto sono state brave le nostre ragazze a calarsi nella categoria e portare a casa la promozione. Faccio un esempio su tutte Neka, dall’alzare le coppe scudetto di fronte a mille persone a prendere i calci in A2 eppure l’ha fatto e ha fatto in più la differenza nella seconda parte della stagione, quella più importante. Lei come Will, Ribereite, Annese che tornava sui campi dopo un periodo di pausa, Menichelli, Mercuri e Csepregi. Insomma tutte ognuna con le proprie sfide personali da raccogliere e vincere. Nello sport sono le sfide più difficili a definire lo spessore di una atleta.”

E adesso che Capena sarà?
”La società ha le idee chiare, il futuro e la sostenibilità di una realtà sportiva duratura passa per una idea di sport collegata alle risorse  generate dalla propria attività, senza dipendere dalle tasche di questo o quello oppure da sponsor sempre più in difficoltà per la grande crisi. Non posso che ringraziare la famiglia Menichelli, Mister Roberto Chiesa e tutti gli altri dirigenti per l’opportunità che mi è stata data, perché ho imparato tanto da un palcoscenico che mai mi sarei aspettato di calcare e questo lo devo alla società Capena e chi l’ha costruita a luglio. Il mio futuro si vedrà, ciò che importa è l’obiettivo raggiunto in una stagione fantastica stroncata solo da qualcosa di ben più grande dello sport.”

Ufficio Stampa

 


  SERIE A - 09/08/2020
Roberta Giuliano, il nerazzurro è addosso. "Anche il Bisceglie sarà tra le big"

L'attaccante parla a tutto tondo della nuova esperienza in un campionato che sarà oltremodo competitivo: "Le società si stanno organizzando per allestire squadre di livello. L'obiettivo è quello di competere, ci impegneremo per poter dire la nostra"

[...]
  SERIE A - 10/08/2020
#futsalmercato, la FF Cagliari se la tiene stretta: per Gasperini è il quarto si

L'esperta giocatrice brasiliana si lega al club isolano anche per la stagione sportiva 2020/2021. Esperienza, sicurezza, classe e quella voglia di non mollare mai: queste le peculiarità del difensore che nel tempo s'è confermata una dei tasselli basilari della rosa rossoblu

[...]
  SERIE A2 - 11/08/2020
#futsalmercato, c'è Diletta Cremonesi: non solo gol per la Virtus Romagna

L'attaccante approda in maglia biancorossa dopo aver realizzato quindici reti nell'ultima stagione con il Civitanova, miglior realizzatrice italiana. E ritrova Imbriani: "Ha influito sulla mia scelta, non vedo l'ora di lavorare con lei"

[...]
  SERIE A2 - 11/08/2020
#futsalmercato, la new Cap 74 cala il poker di acquisti con Fatiguso

Il giovane pivot, classe 1998, è reduce dalla stagione con il Molfetta. In precedenza aveva giocato per tre anni a Noci. Nel suo palmares la vittoria ai Campionati Universitari e quella con la Rappresentativa pugliese al TdR 2015

[...]
altre notizie
   SERIE A2 - 25/07/2020
   SERIE A2 - 18/07/2020
   SERIE C - 31/03/2020
   SERIE C - 21/01/2020
   SERIE C - 12/09/2019
   SERIE A - 07/09/2019
   SERIE A - 05/09/2019
   SERIE C - 28/08/2019
   SERIE A2 - 17/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 16/07/2019
   SERIE A2 - 13/07/2019
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni