SERIE B - 15/01/2017

Due gol per tempo, il Città di Mestre fa la voce grossa e cala il poker a Imola

Ottimo inizio di 2017 per gli arancioneri: dopo i tre punti col Trento, ecco quelli sul campo dell'Imolese. Segnano Zakouni, Ouddach, Scandagliato e Semenzato, Fenice a -3

Ottimo inizio di 2017 per il Città di Mestre. Due partite e due vittorie per la truppa di Michele Frizziero, ma prima di tutto, due prestazioni convincenti. Se contro Trento la partita era sempre stata in mano agli arancio neri, a Imola sono serviti una decina di minuti per prendere le misure dell’avversario e poi poter chiudere la partita. E se il divario non è stato ancora più largo lo si deve alla scarsa precisione nei tiri liberi verso la conclusione del primo tempo. Ma vincere nella palestra Cavina, casa dell’Imolese, quest’anno non era stato semplice per nessuno, con la capolista Carré Chiuppano fermata sul 5-5 per esempio, ed essere tornati con il bottino pieno può solo confermare i progressi fatti nelle ultime settimane, soprattutto dal punto di vista della concentrazione.

LA CRONACA. Il Città di Mestre deve rinunciare a Biancato fermo per squalifica e a Bellemo infortunato, ma va anche peggio ai padroni di casa che sono in formazione largamente rimaneggiata dopo le decisioni del giudice disciplinare. Ma all’inizio l’Imolese non sembra risentirne e con Paolini va vicino al gol in almeno un paio di occasioni, quando nei primi sette minuti è il palo a fermare le offensive imolesi. Poi ci pensa Villano a respingere le conclusioni prima ancora di Paolini, poi di Ventura. Contenuta l’offensiva avversaria che comunque veniva rintuzzata dalle ripartenze arancionere, attorno al 13′ Città di Mestre in vantaggio con Zakouni: ennesima ripartenza veloce di Peron, assist in area per il compagno, diagonale basso sul secondo palo. L’Imolese nel frattempo ha raggiunto velocemente i cinque falli, e già al 16′ viene decretato il sesto. Ouddach tira e realizza. È un momento concitato della sfida e i padroni di casa non riescono a trattenersi incorrendo nel settimo e ottavo fallo: ma manca la necessaria lucidità dal dischetto e al 17′ Sannino conclude su Rensi. Poi è Ouddach stesso che spara sulla traversa.

Nella ripresa nelle fila imolesi Paolini e Malafronte sono i più intraprendenti per cercare di recuperare lo svantaggio, ma i loro sforzi si infrangono contro il muro difensivo del Città di Mestre che non a caso è la miglior difesa del campionato. E se Villano non rischia più molto, sono i suoi compagni che collezionano ripartenze pericolose. Come al 14’36” quando il diagonale basso da fuori area di Scandagliato sigla il 3-0. Nel finale Semenzato mette il sigillo su punizione per il definitivo 4-0. Alla fine vittoria meritata per gli uomini di Michele Frizziero che adesso sono attesi da un’altra importante e impegnativa trasferta. Mercoledì 18 alle 21.15 a Zané ci aspetta la capolista Carré Chiuppano per i sedicesimi di Coppa. C’è da farsi venire l’acquolina in bocca...

IMOLESE CALCIO 1919 – CITTÀ DI MESTRE: 0 – 4

IMOLESE CALCIO 1919: Salvini, Malafronte, El Oirraq, Avdullai, Greco, Radesco, Ventura, Zanoni, Paolini, Rensi, Ferrara, Badahi. All. Carobbi.

CITTÀ DI MESTRE: Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Agatea, Zanardo, Peron, Saviolo, Semenzato, Azzalin, Biscaro, Sannino. All. Frizziero.

Arbitri: Genoni di Busto Arsizio e Spadola di Lovere; crono Sodano di Bologna.

RETI: p.t. 13’34” Zakouni, 16’20” Ouddach; s.t. 14′ 36” Scandagliato, 19′ 55” Semenzato.

Note: Fine p.t. 0-2; Ammoniti: Ventura, Saviolo, Badahi, Malafronte, Agatea, Paolini, Peron. Espulso nel finale l’allenatore dell’Imolese Carobbi.

Ufficio Stampa


altre notizie
12/01/2017
Città di Mestre, tre partite per capire chi sei: "Massima [>>]
08/01/2017
Il Città di Mestre parte di slancio: cinquina al Trento [>>]
17/12/2016
Città di Mestre, Chiozzotto: "Tempo al tempo, sarà un [>>]
07/12/2016
Città di Mestre, Saviolo sfida il suo passato: "Con la [>>]
25/11/2016
Città di Mestre, amarcord Frizziero contro Villorba: [>>]
23/11/2016
Il Città di Mestre perde Camilla: crociato e menisco ko, [>>]
21/11/2016
Città di Mestre, vittoria larga (ma quanta sofferenza!) [>>]
>> LEGGI TUTTE