SERIE B - 25/05/2019

Tenderini alla quarta potenza, la Fenice non fallisce: meritata promozione in A2

Festa grande al Franchetti, dove i mestrini completano la loro straordinaria cavalcata stagionale piegando per 5-3 il Pordenone trascinati dal loro capitano autore di quattro gol. A segno anche Nalesso. Di Grzelj e doppio Grigolon le marcature dei friulani

E’ fatta, la Fenice Veneziamestre è in A2. Battendo 5-3 il Pordenone in un Franchetti colorato di arancioneroverde tra palloncini, sciarpe e cappellini, dopo aver pareggiato la gara d’andata una settimana fa in Friuli, la formazione di Pagana conclude nel migliore dei modi una stagione straordinaria, in cui in campionato non è arrivata alcuna sconfitta. Una promozione che è il coronamento di un progetto partito da lontano che ha fatto crescere un gruppo di ragazzi giovani e del territorio.

LA CRONACA - La partita si era messa subito in salita per la Fenice con il gol a freddo degli ospiti sugli sviluppi di un calcio d’angolo dopo con Grzelj nemmeno un minuto. In questa fase Pordenone pressa alto, mettendo in difficoltà i lagunari nell’impostazione del gioco. Il pareggio arriva così di nuovo su calcio d’angolo al terzo minuto: pallone al centro con Tenderini che colpisce al volo battendo Vascello.

Grande rischio al quinto minuto per i padroni di casa per un pallone perso da Caregnato a centrocampo ma per due volte Molin respinge da distanza ravvicinata le conclusioni di Kamencic. Un minuto dopo Fabbro viene ammonito ed è il quinto fallo dei friulani quando mancano ancora quindici minuti all’intervallo.

Ci sono occasioni da una parte e dall’altra ma i due portieri fanno buona guardia. Viene espulso Pagana per proteste, una decisione apparsa piuttosto fiscale. Al 13’ fallo da dietro su Cavaglià e quindi tiro libero e Tenderini non perdona portando in vantaggio i locali. Passa un minuto e il Pordenone commette fallo in attacco e c’è un altro tiro libero. Stavolta Vascello respingere il tiro di Tenderini, che però è lesto a ribadire in rete.

Anche la Fenice commette il quinto fallo ma senza che il Pordenone ne approfitti. Si va al riposo con i mestrini avanti per 3-1.

In avvio di ripresa gli ospiti provano a spingere, ma la difesa dei lagunari fa buona guardia. Al settimo però Meo perde palla e Grigolon ne approfitta. Per due volte i padroni di casa si fanno pericolosi, ma Vascello respinge di piede. Il portiere ospite nulla può però su un Nalesso lanciato in contropiede.

A cinque minuti dal termine il Pordenone schiera il quinto di movimento, ci sono diversi batti e ribatti davanti a Molin, che però deve cedere al tiro di Grigolon da due passi sul secondo palo a meno di un minuto dal termine. La tensione sale altissima, ma Tenderini recupera palla e sigla il poker personale dalla propria area a porta vuota e la festa può iniziare.

Andrea Manzo

FENICE VENEZIAMESTRE-PORDENONE 5-3 (p.t. 3-1)
FENICE VENEZIAMESTRE: Andretta, Bertuletti, Marton, Meo, Giommoni, Caregnato, Botosso, Vanin, Cavaglià, Tenderini, Nalesso, Molin. All. Pagana.
PORDENONE: Vascello, Perin, Tosoni, Zuliani, Grzelj, Fabbro, Barzan, Kamencic, Milanese, Fiorot, Finato, Grigolon. All. Asquini.
ARBITRI: Rossini di Firenze e Corsini di Taranto.
MARCATORI: p.t. 1’Grzelj (P ), 3’, 13’ (t.l.) e 14’ (t.l.) Tenderini (F), s.t. 9’ Grigolon (P ), 10’ Nalesso (F), 19’ Grigolon (P ), 19’40”Tenderini (F).
NOTE: ammoniti Fabbro, Kamencic, Botosso, Finato. Espulso l’allenatore della Fenice, Pagana, per proteste.


altre notizie
17/10/2019
La Fenice in silenzio stampa: un video di protesta per i [...]
12/10/2019
Union Fenice, Bovo: "Maritan? Dispiace, non è dipeso da [...]
11/10/2019
Scossone Union Fenice: mister Maritan abbandona la guida [...]
11/10/2019
Fenice, Ortolan scalpita: "Sto tornando al top! Col Milano [...]
09/10/2019
Fenice, Pagana: "L'obiettivo è entrare nelle logiche [...]
05/10/2019
La Fenice incappa in un pomeriggio no. Gara da dimenticare [...]
05/10/2019
Union Fenice, Bovo: "Squadra pronta, puntiamo sul fattore [...]
>> LEGGI TUTTE