SERIE A - 18/11/2019

Scarpitti, un 7-7 che ha lasciato tanta amarezza: "Quel rigore non andava dato!"

Il tecnico del Signor Prestito analizza a mente fredda il rocambolesco pareggio nella supersfida con l'Acqua&Sapone. "Abbiamo difeso con ordine per oltre 20' sul loro portiere di movimento, ma quell'episodio ha chiaramente condizionato il risultato. I tifosi? Eccezionali"

Il sereno è tornato a far capolino dopo la tempesta. Una parafrasi che sembra ricalcare lo stato d’animo di un ambiente che pur dimostrando di esser stato alla pari di una grande, si sente defraudato di qualcosa.

In casa del Signor Prestito si fa la conta degli episodi che hanno indirizzato la partitissima con l’Acqua&Sapone verso il rocambolesco 7-7 finale che più rocambolesco non si può, considerando che i grassanesi, più che mai il Davide della situazione, erano stati capaci addirittura di sommare cinque reti di vantaggio nel corso di un primo tempo dominato in largo e in lungo.

Uno stato d’animo che Fausto Scarpitti esterna con la sua consueta pacatezza, ma profondamente stizzito per alcune situazioni che si sono verificate in campo e che a livello comportamentale lo hanno lasciato basito. Indice puntato verso due passaggi fondamentali: il mancato secondo giallo a Calderolli che avrebbe indubbiamente creato un vantaggio, non solo numerico al momento, ai ragazzi di Scarpitti (considerando poi che Calderolli è stato l’autore del gol alla Madjer che è valso il 7-7 conclusivo a una manciata di secondi dalla sirena), ma soprattutto il calcio di rigore per un fallo di mano di Sanchez che il tecnico, di riconosciuta obiettività, ha contestato veementemente tanto da beccarsi la prima espulsione di una carriera linda da colpe disciplinari.

”Il pareggio, onestamente, ci ha lasciato l’amaro in bocca - riconosce Scarpitti - perché i ragazzi avevano giocato una gara epica, facendo un primo tempo irripetibile e difendendo per oltre 20’ sul portiere di movimento dell’Acqua&Sapone, che al momento è forse la migliore in Serie A in questo fondamentale. Un’amarezza acuita dall’episodio del rigore concesso a fine gara che ha di fatto condizionato il risultato. Ma col passare delle ore cresce l’orgoglio per quanto abbiamo fatto a Salandra, per lo spettacolo offerto in campo da entrambe le squadre”.

Applausi a scena aperta ad un Signor Prestito CMB che non ha minimamente giocato in sudditanza psicologica davanti all’avversario più vincente del futsal italiano degli ultimi anni, dimostrando con una chiarezza inoppugnabile una crescita non solo collettiva ma anche di personalità, che ha portato i giocatori di Scarpitti ad aggredire da subito i rivali, arrivando al punto di quasi umiliarli con un 5-0 che non faceva una grinza, in un PalaSaponara letteralmente in estasi.

”Lo spettacolo regalato dal pubblico e dai nostri tifosi sugli spalti? Semplicemente fantastici. Numerosi, caldi, passionali, ma sempre corretti”, è la chiosa piena di soddisfazione di Fausto Scarpitti.

WEB - Solamente un dato per dare un’idea di quanto coinvolgimento abbia creato la sfida tra Signor Prestito CMB e Acqua&Sapone a livello mediatico: gli oltre 1800 utenti connessi simultaneamente, durante la seconda parte della ripresa, sul canale Facebook che ha trasmesso in diretta il match. Simili numeri, tradotti in opportunità, che riscontri avrebbero dato se la partita fosse stata trasmessa su RaiSpoirt?

 

Foto: Pandolfi


altre notizie
15/11/2019
Un Signor Prestito CMB da mille e una notte, ma l'A&S [>>]
15/11/2019
Signor Prestito CMB: l'attesa è finita! Il [>>]
14/11/2019
Signor Prestito, Auletta in vista del big-match: [>>]
13/11/2019
Il Signor Prestito ha il suo asso nella manica. Weber: [>>]
13/11/2019
CMB e un big match da sogno, Caruso: "Proveremo a battere [>>]
13/11/2019
Verso Signor Prestito-Acqua&Sapone: il PalaSaponara è [>>]
12/11/2019
Signor Prestito CMB, giù il velo! Linhares: "Umiltà e [>>]
>> LEGGI TUTTE