SERIE COPPA ITALIA B - 21/09/2019

Mascalucia, secondo tempo da rimuovere: l'Arcobaleno Ispica cala il poker

I padroni di casa non riescono a raddoppiare dopo il punto di Abate e pagano a caro prezzo la ripresa, subendo la rimonta del quintetto di Mittelman. Per i ragusani apre il conto Ficili e chiude Corallo, in mezzo le segnature di Gambuzza e di Di Benedetto

Squadra in rodaggio e falle che possono starci. Cadere contro una squadra collaudata da anni come l’Arcobaleno Ispica può accadere e sfruttare la Coppa Italia per correggere il tiro può essere solo positivo in vista del campionato. A Mascalucia, l’Ispica di Marcelo Mittelman si impone per 4-1 in una partita dalla doppia faccia, dove nella prima frazione emergono gli etnei, mentre nella ripresa sono gli ispicesi a capitalizzare e vincere.

Come già accennato, il Mascalucia gioca bene nella prima frazione, contro un Ispica tutto nel palo esterno di Di Benedetto. Nicolosi impegna due volte Alfieri, chiamato a fare gli straordinari, prima su azione personale, poi su conseguenziale corner. Il Mascalucia gioca bene e, in fase difensiva, attacca bene la palla. Abate pizzica la sfera ad un avversario e si presenta tutto solo davanti al portiere avversario: fare l’1-0 è cosa facile per il classe ’91, autore del primo gol stagionale ufficiale per i biancazzurri. La squadra di Previti non cede il passo, mentre l’Ispica appare pesante sulle gambe, complice la gara di martedì in Coppa Divisione contro l’Assoporto Melilli. Altre due ghiotte occasioni fotocopia capitano sui piedi di Nicolosi e Guglielmino, ma i due giocatori, nel tentativo di saltare il portiere avversario, si lasciano ipnotizzare e non riescono a siglare il raddoppio.

Nella ripresa, la musica cambia. Mittelman striglia i suoi, che pareggiano dopo venti secondi con Ficili, abile a sfruttare gli sviluppi di un corner. Il Mascalucia si sveglia e, trascinato da un Rinaudo ispirato, sfiora il gol in due occasioni con lo stesso Rinaudo e con Nicolosi. A questo punto, gli etnei si spengono e, complice un fraintendimento nella sostituzione, arriva il sorpasso di Gambuzza. Il gol taglia le gambe al Mascalucia che perde la testa e fa il gioco dell’avversario, il quale capitalizza altre due occasioni con Di Benedetto e Corallo. Il triplice fischio consegna al Mascalucia una sconfitta e tanti spunti su cui lavorare per i ragazzi biancazzurri, ai quali però va dato merito della prestazione del primo tempo e dello spirito di sacrificio.

”Perdere fa sempre male, ma a settembre non si devono far drammi, specialmente se si parla di un gruppo giovane e ancora da amalgamare nelle proprie componenti - dice mister Previti a fine gara - Dobbiamo ripartire dal primo tempo e capire come correggere l’approccio negativo della ripresa. Loro sono una squadra ormai amalgamata da anni, che ha saputo soffrire e poi pungere al momento opportuno. Comunque, nessuna depressione, adesso è inopportuna, lavoriamo per migliorare e guardiamo a ciò che verrà senza paura”.

Adesso, prima dell’esordio in B, il Mascalucia affronterà l’Agriplus nel derby, sabato 28 settembre, per il secondo turno del triangolare di Coppa Italia. Testa bassa e pedalare, questo gruppo può fare grandi cose...

MASCALUCIA - ARCOBALENO ISPICA 1-4 (1-0 pt)
Marcatori: pt Abate (M); st Ficili (A), Gambuzza (A), Di Benedetto (A), Corallo (A)


altre notizie
12/04/2019
Previti promuove il suo Mascalucia: "Solo applausi per [>>]
22/02/2019
Mascalucia al derby: "Consapevoli dell'importanza [>>]
07/01/2019
Casablanca-Pagano show: il Mascalucia batte l'Akragas e [>>]
03/12/2018
#futsalmercato, si chiude dopo sette stagioni l'era [>>]
25/11/2018
Il Mascalucia soffre ma alla fine esulta: Futura al [>>]
01/11/2018
Mascalucia, il derby all'orizzonte. Marchese: "Vale tre [>>]
22/09/2018
Coppa della Divisione, Mascalucia eliminato ai [>>]
>> LEGGI TUTTE