SERIE A2 - 11/10/2019

Tombesi Ortona, Raguso sprona i suoi: "Basta con le distrazioni in difesa"

I gialloverdi ospiteranno la Cioli Feros e vogliono riscattarsi sul campo amico dopo il passo falso contro il Ciampino Anni Nuovi. "Dovremo essere più concentrati e attenti. Serviranno la stessa intensità e aggressività viste con la Lazio" sottolinea il giocatore

La prima sconfitta in campionato patita a Ciampino ha lasciato un grosso amaro in bocca in casa Tombesi, soprattutto per la consapevolezza di aver perso, prima di tutto, per colpa dei propri, evitabilissimi errori, specie in difesa. Il terzo turno prevede per Silveira e compagni l’impegno casalingo contro la Cioli Feros: i laziali sono in questo momento fermi a un punto, frutto della sconfitta a Viterbo nella prima giornata (7-5) e del pareggio ad Ariccia contro l’Italpol (7-7).

Osservato speciale tra gli ospiti sarà certamente Michal Raubo, capocannoniere del girone B con cinque gol segnati in due giornate, ma quattro ne ha segnati anche Luca Marchetti. Tra le fila ortonesi mancherà lo squalificato Adami, espulso a Ciampino, ed anche per questo sarà ancora più importante l’apporto di Mattia Raguso, uno dei volti nuovi della Tombesi, protagonista di un buon avvio di stagione:

”L’assenza di Rafa sarà per noi pesante, ma darà la possibilità di giocare di più a qualche compagno finora poco utilizzato, e naturalmente anch’io saprò farmi trovare pronto. Sono fiducioso che con l’impegno di tutti sopperiremo all’assenza, ma più in generale dobbiamo essere più attenti e concentrati rispetto alla gara di Ciampino”

Proprio riguardo la gara contro i rossoblù continua: ”Abbiamo perso la partita per una serie di errori difensivi, individuali, che quindi non dipendono da un problema del nostro sistema, ma dal livello di attenzione e di concentrazione. Dobbiamo crescere da quel punto di vista e poi interpretare la gara come abbiamo fatto con la Lazio, con grande intensità e aggressività, sfruttando al massimo le caratteristiche del nostro campo”.

Primo impatto con la A2 per Raguso che commenta così: ”Personalmente sono contento del mio primo impatto con la A2. Di certo il livello qualitativo è più alto e ci sono giocatori dal curriculum importante, ma come intensità e ritmo non vedo in realtà molte differenze rispetto alla serie B. Ho anche segnato a Ciampino, ma mi è dispiaciuto che sia coinciso con una sconfitta della squadra. Il mio obiettivo è quello di continuare a migliorare, aiutando la squadra a trovare il suo equilibrio e ad affrontare con lo stesso piglio tutte le partite”.

 

Ufficio Stampa Tombesi Ortona


altre notizie
15/11/2019
Una trasferta delicata attende la Tombesi: a Viterbo senza [...]
09/11/2019
Tombesi Ortona, amaro epilogo: non basta Calderolli per [...]
08/11/2019
La Tombesi torna nel suo fortino, Pizzo: "Serve dare sempre [...]
07/11/2019
Tombesi, Francescano: "Non ci nascondiamo, puntiamo alla [...]
07/11/2019
Tombesi, Adami non vuole alibi: "Con la Roma conteranno [...]
03/11/2019
La Tombesi non sfonda a Lucrezia. E la società leva [...]
01/11/2019
La Tombesi non vuole fermarsi. Dudu Rech avvisa: "Conterà [...]
>> LEGGI TUTTE