SERIE A2 - 19/01/2020

Nardacchione-show, è la giornata perfetta: il Città di Sestu la spunta sul Massa

Al PalaDante l'argentino segna quattro volte e risulta decisivo contro i toscani, ai quali non basta il solito Garrote. Match rocambolesco, finisce 7-6: nel tabellino dei marcatori isolani anche Rufine, Sampaio e Nuninho; per gli ospiti Quintin e Perciavalle. Etzi salva tutto nel finale

 Prendete due squadre in un buon stato di forma con qualità e quantità, metteteci dentro la voglia di far punti e di continuare il momento positivo ed il mix è pronto: al PalaDante gli spettatori non si sono di certo annoiati ed il Città di Sestu regala ad i propri tifosi uno spettacolo non adatto ai deboli di cuore infilando la seconda vittoria su due gare di questo girone di ritorno, la prima casalinga, sconfiggendo per 7-6 un forte e mai domo Città di Massa al quale non bastano le reti di Garrote per contrastare la giornata perfetta di un Nardacchione da paura.

I padroni di casa, ancora senza Casu, partono con il quintetto formato da Etzi, capitan Rufine, Nuninho, Pinto e Sampaio, rispondono gli ospiti con Dodaro, Quintin, Borges, Lari e Garrote.

Le prime battute non regalano numerose emozioni con i reparti difensivi che fanno valere la propria forza, le opportunità più importanti capitano sui piedi di Pinto, si salva Dodaro in qualche modo, e Sampaio, fuori in due circostanze, sul fronte opposto Lari non trova lo specchio mentre Etzi sbarra la strada a Quintin.
Dopo la metà della prima frazione si impennano i ritmi, ad aprire la giostra delle emozioni è il gol di Quintin al 10’41”, con lo spagnolo bravo a pescare il pertugio giusto su punizione, la reazione rossoblù è veemente e porta alla traversa di Pinto ed agli interventi strepitosi di Dodaro su Nardacchione e sulla ripartenza del tandem Pinto – Sampaio.

La pressione isolana è continua ed in un minuto si capovolge il risultato: al 15’56” punizione indiretta per l’infrazione di quattro secondi commessa da Dodaro, dal limite dell’area Rufine e Nardacchione scambiano e quest’ultima infila il portiere toscano, al 16’55” è ancora l’argentino, imbeccato intelligentemente da Ruzzu, ad infilare la rete del 2-1 spedendo la sfera sotto il sette, poco dopo Cau potrebbe aumentare il divario ma all’intervallo il risultato rimane invariato per questione di centimetri.

Anche i primi istanti della ripresa sono di marca sestese, Dodaro spedisce a lato la battuta di Nuninho ma sulla rimessa laterale successiva è Rufine, servito dallo stesso lusitano, ad infilare il 3-1 al 2’10” ed il 4-1 potrebbe arrivare a stretto giro di ruota se non fosse che lo stesso estremo difensore bianconero non voglia regalare gioie a Sampaio.

La formazione di Garzelli sembra subire senza riuscire a dare segnali di ripresa ma in poco più di novanta secondi, dal 4’31” al 6’02”, Garrote firma il pareggio con due gol fotocopia su schema di rimessa laterale dove la difesa campidanese si dimentica il diretto avversario, in mezzo Etzi si supera su Quintin mentre Nardacchione e Sampaio sbattono sul muro eretto da Dodaro.
Incassato il 3-3, i rossoblù riprendono possesso del pallino di gioco ed assediano la porta ospite senza sosta, a dar una mano ai ragazzi di Cocco è il rosso diretto comminato a Bertoldi al 9’58”, con l’ex Prato reo di aver colpito Nardacchione a palla lontana, infatti a pochi secondi dal termine della superiorità è lo stesso albiceleste, dopo aver triangolato con Sampaio, a siglare il 4-3.

Nemmeno il tempo di festeggiare e una doccia fredda si abbatte sui padroni di casa, Pinto viene toccato in area ma per i direttori di gara è simulazione ed il portoghese è costretto ad abbandonare la contesa, senza trovare sbocchi nel 4vs3, i massesi si giocano la carta di Quintin quinto di movimento e Perciavalle sigla il nuovo pari al 14’.

Gli ultimi minuti del match promettono spettacolo e le due compagini non deludono: al 15’58” Etzi serve Nardacchione, l’ex Gimnasia salta il diretto avversario e porta nuovamente avanti i sardi, venti secondi Sampaio trova la meritata rete e firma il 6-4 sfruttando la porta lasciata sguarnita, i toscani non ci stanno e con Perciavalle realizzano il 6-5 al 16’58”.

I sessanta secondi finali non sono adatti ai deboli di cuori ed il rischio infarto è stato più vicino di quanto si potesse immaginare: al 19’26” azione manovrata dei sestesi e Nuninho si trova davanti a Quintin e lo infila con un fendente all’incrocio, trascorrono dodici secondi e lo stesso Quintin butta una palla forte dentro l’area trovando la sfortunata deviazione di Rufine a superare l’incolpevole Etzi, l’estremo difensore però non si fa sorprendere nell’attimo clou e si prende la scena blindando il risultato con un intervento irreale su Garrote a due secondi dalla sirena finale, sancendo così il successo isolano.

Il Città di Sestu inanella altri tre punti dopo una gara pazza condotta sul piano del gioco e con grande carattere nei momenti più delicati, il primo test è stato superato ed uscire indenni dai prossimi impegni, a partire da quello della settimana prossima in casa del Carrè Chiuppano, dove non ci sarà Pinto, certificherebbe ulteriormente il ruolo da protagonista per la squadra di Chicco Cocco in questa seconda parte di stagione.

CITTÀ DI SESTU-CITTÀ DI MASSA 7-6 (pt 2-1)
CITTÀ DI SESTU: Etzi, Nuninho, Rufine, Pinto, Sampaio, Asquer, Soro, Atzeni, Cau, Nardacchione, Ruzzu, Muscas. All. Cocco
CITTÀ DI MASSA: Dodaro, Quintin, Borges, Garrote, Lari, Manfredi, Ziberi, Bandinelli, Deste, Perciavalle, Bertoldi, Nobili. All. Garzelli
ARBITRI: Simone Spadola (Lovere), Carmine Genoni (Busto Arsizio). Crono: Gian Paolo Orrù (Oristano)
MARCATORI: pt 10’41’’ Quintin (M), 15’54’’ Nardacchione (S), 16’55’’ Nardacchione (S),st 2’10’’ Rufine (S), 4’31’’ Garrote (M), 6’02’’ Garrote (M), 11’53’’ Nardacchione (S), 14’ Perciavalle (M), 15’58’’ Nardacchione (S), 16’18’’ Sampaio (S), 16’56’’ Perciavalle (M), 19’26’’ Nuninho (S), 19’44’’ aut. Rufine (M)
NOTE: ammoniti: Dodaro (M), Manfredi (M). Espulsi: st 9’58’’ Bertoldi (M), st 12’05’’ Pinto (S) per somma di ammonizioni


altre notizie
31/03/2020
Cocco guarda oltre la sospensione: "Questi i miei [...]
10/03/2020
Stop all'attività, le prime misure: il Città di Sestu [...]
07/03/2020
Sestu, Cocco: "Una situazione che ci deve far riflettere [...]
29/02/2020
Scivola ancora il Città di Sestu e il discorso salvezza si [...]
22/02/2020
All'OR riesce lo scherzetto: il Sestu scivola in casa [...]
21/02/2020
Sestu in Emilia, Pinto: "Sfida cruciale, non possiamo [...]
16/02/2020
Città di Sestu, operazione aggancio riuscita: successo [...]
>> LEGGI TUTTE