SERIE C1 - 10/07/2017

Calcio Padova, Arisi: "Vogliamo la B, ma con pazienza e coi nostri ragazzi"

Il presidente del club padovano analizza l'annata conclusa con qualche rammarico, ma guarda al futuro con un rinnovato entusiasmo dopo l'unione di intenti con la Meggel: "La rosa è molto equilibrata, vogliamo fare una grande stagione"

Riparte di slancio il progetto sportivo del Calcio Padova C5, dopo una stagione contraddistinta da luci ed ombre. Il club biancoscudato ha deciso di dare nuova linfa alle proprie ambizioni, unendo le forze con la Meggel e mettendo in piedi una seria programmazione per il presente ed il futuro. Ne abbiamo parlato col presidente Mattia Arisi.

Mattia Arisi, che bilancio ti senti di tracciare della stagione da poco conclusa per il tuo Calcio Padova C5?
”Ciao Nicola. Permettimi di dribblare un attimo la tua domanda per ringraziare te, Orlando Casale e la vostra testata, Calcio a 5 Anteprima, per il fantastico lavoro che fate: il futsal ha bisogno di professionalità come le vostre per veicolare al meglio il prodotto e lo spettacolo che ogni fine settimana emoziona tanti appassionati. Sarò sincero, dalla Prima Squadra ci aspettavamo qualcosa in più, penso che i play off fossero alla portata. La rosa, nelle partite di cartello, ha dimostrato tutta la sua qualità ma abbiamo perso troppi punti per strada. C’è da dire che comunque abbiamo migliorato i nostri record rispetto alla scorsa stagione: conferma della semifinale di Coppa Italia – fase regionale, 12 punti in più in campionato, finale di Veneto Futsal Cup. Il settore giovanile ha invece confermato gli ottimi risultati: gli Allievi sono vice campioni regionali, la Juniores si è fermata solo in semifinale, i Giovanissimi hanno fatto una stagione al di sopra delle proprie possibilità. Abbiamo anche avuto l’occasione di organizzare, in collaborazione con il Comitato Veneto, lo straordinario evento delle finali giovanili. La Scuola Calcio ha raddoppiato il numero di sedi e toccato i 200 tesserati. Direi che se guardiamo il bicchiere mezzo pieno, è stata un’annata positiva che conferma la nostra crescita”.

A livello di prima squadra, ritieni ci fossero i mezzi per arrivare più in alto? Rimane qualche rammarico?
”Si, come ti dicevo, la rosa era attrezzata per una posizione più alta e infatti negli scontri con Petrarca, Thiene e Altamarca ha sempre dimostrato il proprio valore. Peccato soprattutto per gli infortuni che ci hanno letteralmente falcidiato: Alberto Rodriguez non ha mai avuto a disposizione la rosa al completo. Credo ci sia mancato il classico salto di qualità a livello mentale, davvero troppi punti sono stati persi con formazioni a cui va tutto il nostro rispetto ma che erano attrezzate per traguardi molto diversi dai nostri”.

Come possiamo valutare l’annata del settore giovanile?
”Con voti altissimi. Il settore giovanile è davvero il centro del nostro progetto. I risultati del settore agonistico qualificano il lavoro dei tecnici: juniores al terzo posto nel girone Elite ed eliminata solo in semifinale regionale, Allievi secondi in un girone di ferro e vice campioni regionali dopo una stagione esaltante, Giovanissimi nelle prime posizioni del loro girone. Anche la scuola calcio ha avuto ottimi risultati: la categoria Esordienti è stata praticamente ricostruita mentre il gruppo Pulcini ha fatto benissimo nel girone primaverile. Grande spettacolo di Primi Calci e Piccoli Amici, iscritti ai campionati provinciali di calcio. La doppia formazione calcio-futsal, è uno dei principi cardine del nostro progetto. Siamo orgogliosi anche dei tanti biancoscudati selezionati per il Torneo delle Regioni e Scarparo è rientrato da poco dallo stage e dal torneo Uefa in Portogallo con la Nazionale U17. Non posso che ringraziare tutti i tecnici e Roberto De Vivo per i grandi risultati raggiunti”.

Parlando del futuro, è ufficiale l’unione di intenti con la dirigenza della Meggel. Come stanno procedendo le prime settimane di questa collaborazione?
”Molto positivamente. Con i fratelli Meggiorin possiamo parlare proprio di ”unione di intenti” e non di fusioni o altro: dopo anni di investimenti, hanno trovato nella nostra realtà i valori giusti per una nuova storia. Nessun volo pindarico, un passo alla volta per un grande traguardo e per il potenziamento del giovanile”.

Quali saranno le figure di riferimento di questo nuovo progetto sia dal punto di vista dirigenziale che tecnico?
”A livello dirigenziale non ci saranno particolari novità: il gruppo di lavoro rimarrà quello del CdA con Roberto Paperini, Franco Zanon, Lodovico Lamberti Zanardi, Francesco Secchieri ricoprirà invece il ruolo di Team Manager. A livello tecnico, confermatissimo Alberto Rodriguez, Andrea Rozzato è stato promosso vice allenatore della Prima Squadra, mentre le new entry saranno due: Riccardo Rossi seguirà i portieri e Carlo Toso, davvero uno dei top in questo sport, la preparazione atletica”.

Quali saranno le ambizioni del club per la prossima stagione e per il futuro in generale?
”L’ambizione di tutti è quella di costruire qualcosa che duri davvero negli anni, che abbia come centro di gravità il settore giovanile e le famiglie che seguono i loro figli. Non puntiamo a scalare le classifiche senza una programmazione seria e consapevole. Troppe volte vediamo realtà che non poggiano su solide basi e poi esplodono: questo fa male al futsal. E’ chiaro, vorremmo andare in serie B il prima possibile ma la nostra ambizione è farlo con i ragazzi cresciuti nelle nostre formazioni giovanili. La rosa di quest’anno è molto equilibrata, lo staff tecnico di qualità assoluta, il tifo di sicuro non mancherà: vogliamo fare una grande stagione”.

 

Nicola Ciatti


altre notizie
17/06/2017
#futsalmercato, primo colpo del Calcio Padova: ecco Danilo [>>]
05/05/2017
Calcio Padova, Arisi: "Futsal sport bellissimo, ma ha [>>]
17/03/2017
Padova, Carraro: "Regaliamo una soddisfazione ai nostri [>>]
24/02/2017
QUI CALCIO PADOVA - Rodriguez: "Non saremo al completo, ma [>>]
20/02/2017
Calcio Padova vista derby, Scotton: “Non ci sentiamo [>>]
27/01/2017
Il Calcio Padova si prenota per i play-off. Crepaldi: "In [>>]
13/01/2017
Dorio da' la scossa al Calcio Padova: "Diamo un vero [>>]
>> LEGGI TUTTE