SERIE A2 - 15/03/2019

Leonardo, il destino nel playout. Perdighe: "Siamo consapevoli che andrà così"

Il capitano, però, ammonisce la squadra: "Intanto cerchiamo di far punti per conquistare lo spareggio: con questa classifica retrocederemmo. Peccato, perchè la squadra è cresciuta, ma fa troppe concessioni e concretizza poco rispetto a quello che costruisce"

Sul risultato di Padova c’era pochi dubbi e il campo non ha discostato il proprio verdetto dalle previsioni. Ma questo ha un valore relativo, alla luce di una classifica che non permette di mascherare nulla. Destino segnato per la Leonardo, ormai indirizzata a giocarsi la salvezza al playout anche se la classifica attuale direbbe retrocessione diretta: ma com’è l’umore della squadra?
”La squadra, nonostante la situazione, si allena sempre regolarmente cercando di migliorare in ogni allenamento - ci dice il capitano Fabio Perdighe. - È normale che un po’ di dispiacere c’è ma cercheremo di giocarci il tutto per tutto nelle prossime quattro gare, anche se ormai ritengo che ci sia la consapevolezza di doversi giocare la salvezza un’altra volta al playout”.
- La squadra è chiaramente cresciuta nel corso della stagione, ma cosa gli è mancato per allinearsi in maniera ”più competitiva” alle altre?
”In confronto alla passata stagione penso che tutti gli elementi abbiano fatto enormi passi in avanti. Secondo me lo step più importante da compiere è quello di evitare di regalare occasioni semplici agli avversari e diventare più cinici in fase realizzativa. In diverse partite abbiamo perso di un gol per non essere riusciti a finalizzare le enormi quantità di occasioni avute”.
- Ad Asti si gioca la Final Four di Coppa Italia. Un’altra sosta: come l’affronterete?
”Purtroppo adesso siamo entrati nella fase ”spezzatino” del campionato e non è mai semplice preparare una partita ogni quindici giorni. Per noi penso comunque possa essere utile per lavorare ancor di più sul campo e preparare in maniera minuziosa ogni singola partita. Se mi è concesso un appunto penso che il calendario debba essere rivisto, perché giocare le ultime quattro partite in due mesi non permette a tutte le squadre di avere continuità considerando anche il fatto che magari ci sono state partite in calendario il 5 gennaio. A quel punto meglio una sosta lunga nel periodo natalizio e si riparte tutti da metà gennaio”.
- Per ultimo: tra Chiuppano e Bubi chi preferisci come sfidante del playout?
”Vista la situazione attuale penso che una varrebbe l’altra, ma ora come ora dobbiamo lavorare per conquistarceli perché senza vittorie ci sarebbe retrocessione diretta. Noi dobbiamo guardare in casa nostra e tirar fuori grandi prestazioni e poi sarà sempre il campo a dire se e contro chi ci giocheremo la salvezza”.


altre notizie
07/03/2019
Leonardo, Petruso: "Per la salvezza diretta le possibilità [>>]
28/02/2019
Leonardo Cagliari, ostacolo derby. Billai: "Ci vuole tanta [>>]
21/02/2019
Grandinetti sprona la Leonardo: "L'unica via [>>]
14/02/2019
La Leonardo vuole svoltare, ma c'è il Chiuppano. [>>]
08/02/2019
Leonardo, Petruso debutta a Mantova: "Voglio subito [>>]
23/01/2019
Leonardo, Petruso in panchina. Manca: "L'esonero di [>>]
22/01/2019
Leonardo, svolta epocale: esonerato Catta, la panchina [>>]
>> LEGGI TUTTE