SERIE A2 - 22/08/2019

L'Anteprima l'abbiamo data noi, l'ufficialità l'Imolese: arriva Enzo Paganini

La squadra di Carobbi ha chiuso la trattativa, anticipata lo scorso 13 agosto, con il centrale classe 1989. Il brasiliano ha ricoperto tutti i ruoli nel biennio al Cristian Barletta, risultando nell'ultima stagione il marcatore più prolifico per i pugliesi

C’è ancora una conferma di una nostra anteprima del 13 agosto scorso (LEGGI QUI). L’Imolese ufficializza l’acquisto di Enzo Paganini che arriva dalla Cristian Barletta.

Di seguito il comunicato stampa della società emiliana.

Enzo Paganini. Il nuovo ultimo rossoblu ha un nome che suona italiano, come le sue origini e come il suo italiano quasi perfetto confermano. Classe ’89, Paganini nasce a Botucato e, ammaliato dal mondo del futsal a quindici anni, gioca per ben otto anni nell’Associacao Atletica Botucatuense, laureandosi non solo campione dello Stato di San Paolo, ma anche ingegnere. Il suo destino però è l’Italia e nella stagione 2017/18 il Cristian Barletta lo lancia in A2. In due anni di permanenza gioca in tutti i ruoli, pivot incluso (sarà il capocannoniere del Barletta nella stagione 2018/19), pur essendo la difesa la sua missione.

”I ruoli di ultimo o laterale sinistro sono quelli che preferisco. Sono un giocatore molto fisico, abile nelle marcature e con una buona resistenza, l’anno scorso giocavo anche per tutti e quaranta i minuti. In campo uso la testa e riesco a mantenere i nervi saldi. Se ho il piglio del leader? Credo di sì, ma non in senso autoritario: nelle retrovie cerco di essere un punto di riferimento, in grado di dare sicurezza ai compagni in attacco.”

Dal Sud al Nord, sempre Italia.

”In Italia mi trovo benissimo. Il futsal italiano è diverso da quello brasiliano, più veloce, più fisico. Date le mie caratteristiche, non può non piacermi. Dopo due anni in biancorosso, volevo provare il girone del Nord, ho ricevuto sette offerte, ma è l’Imolese ad avermi convinto. E’ una società che mi trasmette molta fiducia, una società che può dare al giocatore la tranquillità giusta per concentrarsi solo sul proprio lavoro”.

Paganini sarà l’alter-ego, a lungo cercato, del capitano Vignoli.

”Ci sono ottimi giocatori nella rosa, ma non basterà se non creeremo un gruppo affiatato. È su questo che si costruirà il nostro percorso, che dovrà portarci il più in alto possibile. Il mio motto? Non mollare mai”.

Stefania Avoni - Ufficio Stampa Imolese


altre notizie
10/08/2019
Foglia, ci siamo quasi: tra qualche giorno sarà [>>]
25/07/2019
Come sempre, le Anteprime diventano ufficialità: [>>]
23/07/2019
L'Imolese affonda il colpo al momento giusto: Christian [>>]
16/07/2019
L'Imolese chiama, Liberti risponde: il bomber resta per [>>]
05/07/2019
#futsalmercato, l'Imolese cala il primo acquisto: [>>]
04/07/2019
Imolese, c'è il sì di Castagna: "Ho piena fiducia [>>]
03/07/2019
L'Imolese nell'olimpo del futsal, Matera: [>>]
>> LEGGI TUTTE