SERIE A2 - 22/10/2019

Cataforio, Praticò: "Squadra sempre sul pezzo, felicissimi per questa vittoria"

Seconda vittoria interna per i reggini che si riscattano al meglio dopo lo stop di Rossano. Il tecnico evidenzia come "i ragazzi hanno percepito, metabolizzato e messo in campo ciò che ci siamo detti. Contro il Manfredonia si è rivista la vera anima di questo gruppo"

Due su due sul parquet amico. Il Cataforio ringrazia Creaco e Parisi e nel finale ha la meglio contro il Manfredonia. A commentare la gara, subito dopo la sirena conclusiva, il tecnico Pasquale Praticò.

”La partita è stata molto equilibrata, a mio modo di vedere. Per il Manfredonia perdere a trenta secondi non è certamente un bene. Dal canto nostro devo dire che siamo stati molto solidi rispetto alle altre uscite, rischiando qualcosa in meno. I ragazzi hanno lavorato con un’attenzione pazzesca e sapevamo che andavamo ad incontrare una squadra molto ben organizzata quale è quella di mister Monsignori a cui vanno i miei complimenti. Siamo contentissimi per questa vittoria e così è anche tutto più bello”.

Quali le difficoltà incontrate contro il Manfredonia?

”Si tratta di un gruppo che riesce ad avere un ottimo equilibrio difensivo ed era l’aspetto che ci preoccupava. Non ci davano mai gli spazi giusti per attaccare il nostro pivot e proprio per questo ho chiesto ai miei ragazzi di avere pazienza e di manovrare. Così facendo evitavamo di concedere delle transizioni, provando a tenere noi il pallino del gioco. Le nostre ripartenze? Si, ne abbiamo sbagliate almeno quattro e, a prescindere dall’ultimo passaggio, queste sono state figlie di un lavoro eccellente di Aldo Durante, abile nel recuperare. Certo, poi la ripartenza più importante, confezionata da due grandi giocatori come Creaco e Atkinson, non è stata fallita e ci ha consentito di trovare il gol-partita. Da non dimenticare anche la grande parata di Parisi che ha salvato il risultato”.

Ottima risposta dopo la sconfitta di Rossano...

”Assolutamente si. Ho visto una squadra sempre sul pezzo e sempre concentrata. I ragazzi hanno capito gli errori commessi contro il Rogit e hanno ben chiaro che una squadra come la nostra non può uscire dalla partite a dieci minuti dalla fine. La squadra lo ha assimilato, percepito e messo in campo. Contro il Manfredonia si è rivista la vera anima del Cataforio e c’è da dire che il futsal è anche fatto di partite come queste, con episodi a volte negativi ed a volte positivi. Per noi sono stati positivi e ce li teniamo stretti, dando però un grosso merito anche a tutta la squadra”.

 

Fabrizio Cantarella - Addetto Stampa Asd Cataforio -


altre notizie
14/12/2019
Il Cataforio spezza l'incantesimo: battuto il Real [...]
13/12/2019
Il Cataforio vuole subito ripartire. Praticò: "Adesso ci [...]
11/12/2019
Un derby… a scacchi. Il Cataforio mastica amaro: passa il [...]
09/12/2019
Cataforio, c'è il derby. Giriolo: "Polistena in [...]
01/12/2019
Cataforio a ritmo di samba: Atkinson e Scheleski per [...]
30/11/2019
Cus Molise, primo stop tra le mura amiche: colpaccio [...]
28/11/2019
Cataforio, le certezze di Martino: "Possiamo giocarcela [...]
>> LEGGI TUTTE