SERIE A2 - 28/11/2019

Cataforio, le certezze di Martino: "Possiamo giocarcela alla pari con tutti"

Il pivot di mister Praticò analizza il momento della squadra: "C'è tanto entusiasmo, in casa siamo duri a morire, in trasferta ci manca ancora qualcosina. Puntiamo alla salvezza, ma potremo toglierci delle soddisfazioni da qui a fine anno..."

Dopo due vittorie consecutive, contro Atletico Cassano e Barletta, il cammino del Cataforio si è interrotto. Due infatti le sconfitte contro vr ed Assoporto Melilli che però non pregiudicano il buon lavoro svolto fino a qui. Da segnalare inoltre che in queste due partite, vista l’espulsione del portiere Parisi, oltre all’esordio in Serie A2 per il giovane Demetrio Laganà, a Melilli ha fatto registrare il primo gettone di presenza anche Giuseppe Mancuso, altro prodotto della cantera bianconera.

La strada verso la salvezza è ancora lunga e i dodici punti che i reggini hanno ottenuto sono un buon bottino senza dubbio. Nel prossimo turno la squadra di mister Praticò sosterrà la trasferta più lunga della sua stagione, a Campobasso ospite del Cus Molise.

Con il pivot Francesco Martino abbiamo analizzato prima di tutto l’ultima partita contro l’Assoporto.

- Nonostante le assenze, nonostante si sia provato a giocare, l’Assoporto è stato molto cinico... che partita è stata secondo te?
”Partita tosta contro la squadra favorita indiscussa per il titolo. Avevamo preparato bene la gara, ma qualcosa non è andato per come sperato, in più le assenze ci hanno penalizzato. Dispiace, volevamo fare punti dopo la sconfitta in casa, ora comunque la testa è rivolta solo alla gara contro il Cus Molise”.

Seconda trasferta consecutiva a Campobasso...
”Anche loro sono una squadra molto ben attrezzata. Dal canto nostro stiamo lavorando sodo come sempre e siamo intenzionati a fare risultati, oltre che consapevoli di potercela giocare con tutti”.

- Come valuti in generale il cammino fino a qui della squadra e che idea ti sei fatto su questo campionato?
”Abbiamo avuto degli innesti molto importanti come Creaco e Scheleski, due grandissimi giocatori che ci stanno dando una mano in tutto e per tutto. Vedo molto entusiasmo e professionalità da parte di tutti e questo aspetto fa davvero tanto. In casa siamo duri a morire, in trasferta ci manca ancora qualcosina. Il nostro obbiettivo principale è la permanenza in Serie A2 ma, secondo me, potremo toglierci qualche bella soddisfazione da qui a fine anno...”.

- Secondo anno per te al Cataforio, un bilancio fino a qui?
”Come già detto l’anno scorso, qui sto bene. Mi sono sentito a casa fin dal primo minuto, ho ritrovato tanti amici ed ex compagni. Credo che tutto sommato no sia andata male, sia a livello personale sia a livello di squadra. Quest’anno l’asticella si è alzata e spero come sempre di dare il mio contributo con le caratteristiche che mi appartengono quali grinta e forza e, anche se sul piano realizzativo non sono al massimo, sono comunque contento per l’andamento generale”


altre notizie
26/06/2020
Cataforio, Caminero non rinnoverà: il giocatore pronto a [...]
18/06/2020
Noi diamo l'Anteprima, il Cataforio l'ufficialità: [...]
18/06/2020
Cataforio, parte un altro big? Sirene dalla Serie A per il [...]
14/06/2020
Cataforio, si programma la nuova Serie A2. Zema "all-in" [...]
07/06/2020
Cataforio e Atkinson, le strade si dividono: il brasiliano [...]
29/04/2020
Cataforio, Zema rilancia la proposta: "Restituire le [...]
06/04/2020
Praticò elogia il suo Cataforio: "Stagione da [...]
>> LEGGI TUTTE