SERIE A2 - 06/04/2020

Gisinti, Quattrini traccia la linea alla stagione dei rimpianti: "E' terminata!"

Fermi dal 22 febbraio, i pistoiesi continuano a lavorare a casa: ma il tecnico è convinto che non si tornerà più in campo. "La situazione non permette di fare previsioni a breve termine. Quante disavventure abbiamo vissuto: i miei giocatori sono stati dei veri eroi"

Il digiuno da futsal continua. E nell’attesa che dai palazzi federali arrivino notizie più o meno certe sulla ripresa dei campionati o, comunque, su come verrà portata a termine la stagione sportiva, ne approfittiamo per fare il punto della situazione scambiando quattro chiacchiere con il tecnico della Gisinti Pistoia, Massimo Quattrini, decisamente seccato per una sospensione che per i colori arancioni dura dal 22 febbraio, giorno in cui al PalaTerme si è giocata la gara con l’Imolese.

”Come stiamo vivendo questo momento? Sicuramente non bene - risponde Pippo - la situazione non permette di fare previsioni a breve termine. Comunque abbiamo accontentato i giocatori stranieri che volevano tornare dalle proprie famiglie”.

- È stata impostata magari una attività domestica atletica in vista dell’eventuale ripresa...

”Inizialmente il nostro preparatore atletico aveva dato ai ragazzi un programma di allenamento di un paio di settimane, dopo lo stop totale invece i ragazzi si stanno autogestendo nelle proprie abitazioni con varie tipologie di esercizi”.

- Riavvolgendo il nastro, come valuti la stagione della squadra finché si è potuto giocare...

”Se partiamo dalla preparazione direi negativa. Una rosa composta da buoni giocatori, un’ottima campagna acquisti che ci ha permesso di avere una rosa ampia e competitiva. Purtroppo tante vicissitudini hanno complicato il cammino partendo dall’infortunio di Patetta in preparazione e continuando con la rottura del crociato di Calamai, la pubalgia di Anos e Pagno, il menisco di Melani e la lussazione a un dito di Antoñito. Questo comporta tante complicazioni nel lavoro settimanale perché gli unici ad allenarsi sono gli unici che giocano, ho poche rotazioni in partita e poi ovviamente ci sono ammonizioni ed espulsioni. Tra dicembre e gennaio poi ho perso tre giocatori. Dopo questo elenco di tragedie, però, posso dire che i miei ragazzi sono degli eroi per la professionalità dimostrata finché abbiamo potuto giocare”.

- Quale la partita più emozionante, quale magari quella (o quelle) che hanno lasciato più rimpianti...

”Le più belle quando eravamo al completo fuori casa contro l’Olimpia Regium e quando siamo rimasti in sei contro l’Asti e abbiamo vinto. Da dimenticare invece Asti e Milano all’andata, il rammarico più grande sempre all’andata contro il Chiuppano: potevamo vincere largamente e invece abbiamo perso”.

- Campionato che si può considerare concluso? Quali i possibili scenari per definire, almeno, i titoli in questa stagione?

”Sicuramente il campionato è concluso. Come noi, la maggioranza delle società ha lasciato andar via i calciatori stranieri. Non potersi allenare per le giuste restrizioni imposte, ha azzerato fisicamente e mentalmente squadre, staff e società. Lascio agli organi competenti le decisioni, ovviamente, consapevole che ci sarà sempre un cinquanta per cento di scontenti. Mi azzarderei, così su due piedi, a dire che un’idea potrebbe essere quella delle iscrizioni gratuite al prossimo campionato, nessuna retrocessione, solo promozione delle prime in classifica (anche più di una se a pari merito, senza classifica avulsa) ma questa ’patata bollente’ sarà affrontata dalla Federazione e il mio è un semplice pensiero in risposta alla vostra domanda. Resto comunque molto scettico sull’inizio dei prossimi campionati. Molte squadre professionistiche e dilettantistiche del calcio a cinque si reggono su sponsorizzazioni di aziende medio piccole, chissà, dopo questo periodo difficile, chi avrà ancora forza per sostenere il nostro sport. La speranza è che la situazione si risolva quanto prima per tutti noi”. 

Gabriele Terreri


altre notizie
23/03/2020
Lutto in casa Gisinti: è scomparso il preparatore dei [>>]
15/03/2020
Che ne sarà della stagione? Vannucchi: "Qualsiasi opzione [>>]
07/03/2020
La Gisinti condivide lo stop, Ragazzini: "Una [>>]
05/03/2020
Stop prolungato per la Gisinti Pistoia, Quattrini: "Mi [>>]
26/02/2020
Gisinti, rimonta incompiuta. Quattrini: "I ragazzi hanno [>>]
21/02/2020
Gisinti Pistoia all'esame Imolese in piena emergenza, [>>]
20/02/2020
Gisinti, Cerri: "Lavoriamo sodo e godiamoci ogni gara, i [>>]
>> LEGGI TUTTE