SERIE A2 - 12/12/2019

Vannucchi striglia la Gisinti: "Nessun disfattismo, ma pretendo più impegno"

"Non c'è da buttare alcunché - dichiara il massimo dirigente toscano - però è anche vero che in momenti di questo tipo dobbiamo fare tutti un esame di coscienza e capire in cosa abbiamo sbagliato. Non punto il dito, voglio che tutti diano il massimo"

Nessun silenzio stampa ma pochissima voglia di parlare. Non sono giorni facili in casa del Futsal Pistoia Gisinti Montecatini all’indomani del brutto ko con il Milano che segue il passo falso casalingo contro la L84. Squadra e società stanno attraversando un momento molto particolare, in cui nulla va come si vorrebbe e in cui tutti appare impossibile.

E così è doveroso che giocatori e dirigenza facciano quadrato, si guardino dentro e fuori e trovino la soluzione a questo momento negativo: a questo proposito prende la parola solo Alessandro Vannucchi, presidente, colui che dal 1991 è in questa società e che ha vissuto momenti di ogni tipo con addosso questi colori.

”In momenti simili - spiega il numero uno arancione - si diventa piccoli piccoli e ci si interroga su tutto. Sugli sforzi fatti, sulle scelte tecniche, sulle parole date. Si torna tutti in discussione quindi, dal primo all’ultimo tesserato, perché così facendo si vanifica il lavoro di tutti e si manca di rispetto a chi ogni giorno si impegna per questa società secondo il proprio ruolo”.

Parole dure che servono sicuramente a scuotere un ambiente deluso e confuso al tempo stesso.
”La stagione è lunga e non c’è da buttare alcunché - continua - però è anche vero che in momenti di questo tipo dobbiamo fare tutti un esame di coscienza e capire in cosa abbiamo sbagliato. Ripeto, nessun disfattismo, sarebbe un errore lasciarsi andare al malumore, però è opportuno fare chiarezza con sé stessi e con gli altri e tornare a giocare con impegno. Indossare questa maglia significa sposare la causa di tesserati, collaboratori, sponsor, persone che si impegnano costantemente per far sì che questo meccanismo vada avanti. Non punto il dito contro nessuno, ma a questo punto voglio che tutti diano il massimo e voglio serietà. Se gli avversari sono più bravi gli stringiamo la mano, ma guai a partire sconfitti o, peggio ancora, a giocare senza impegno. Questo non è tollerabile”.

La gara contro la Leonardo sarà quindi decisiva anche sotto questo punto di vista, perché servirà per capire se squadra e società hanno assorbito il monito del presidente.


altre notizie
16/02/2020
Gisinti Pistoia, un pomeriggio da dimenticare: il Sestu si [...]
14/02/2020
Gisinti in missione sull'isola, Quattrini: "Sfideremo [...]
07/02/2020
Patetta il primo rinforzone della Gisinti: "Contento [...]
07/02/2020
Gisinti, con l'OR per fare bottino pieno: "E' il [...]
05/02/2020
#futsalmercato Gisinti Pistoia: Manel Perez ai saluti, [...]
01/02/2020
La Gisinti Pistoia è contenta a metà: rimonta col brivido [...]
31/01/2020
Gisinti, il diktat di Pippo Quattrini: "Dobbiamo restare [...]
>> LEGGI TUTTE