SERIE A - 14/12/2019

Villa Imperiale, Antonello: "A Ragusa anche un punto non è da buttare"

Il presidente analizza l'impegno di questo pomeriggio in terra iblea: "La Virtus ha giocatrici importanti e anche un pareggio ci starebbe benissimo. Il campionato? A prescindere da come finirà non è stato un anno perso"

Il primo anno nella massima serie si sta rivelando difficile per il Villa Imperiale. Una difficoltà messa già in preventivo dalla società e dallo staff tecnico, tanto che l’impressione dall’esterno è di vedere una squadra che lotta di partita in partita, che sta crescendo e adattandosi bene anche dal punto di vista tattico. Una sorta di maturazione, una sorta di rodaggio dopo di fatto il girone di andata.


A fare il punto della situazione è il presidente Fulvio Antonello, con la squadra che affronterà in questa giornata la Virtus Ragusa in un delicato scontro salvezza.

”Campionato senza dubbio difficile, anche dal punto di vista economico. Oggi c’è la trasferta più lontana della stagione e non è facile neppure riuscire a rinforzarsi con le operazioni di mercato. Stiamo provando a rinforzare ulteriormente la rosa, ma è complicato”.

Squadra in crescita.
”Abbiamo migliorato e non poco l’aspetto legato al nostro gioco. Alla fine con la Salinis abbiamo perso 3-0, sullo 0-0 abbiamo preso un palo clamoroso. Ci stiamo abituando a giocare o meglio, a variare quella che era la nostra abitudine fino allo scorso anno, quando pressavamo altissimo. Ora invece abbiamo arretrato un po’ il baricentro restando più quadrate in campo. Ovviamente anche l’innesto di Evangelina Testa ci ha aiutato e non poco, peccato che anche oggi non sarà con noi in quanto impegnata in Coppa America con la sua nazionale”.

E a proposito della sfida odierna contro il Ragusa...
”Anche un punticino andrebbe benissimo. Il Ragusa è una squadra con giocatrici importanti e di livello come Alves, Pegue, Santos ... onestamente avrebbero meritato qualche punto in più in classifica, e devo dire che le ho viste giocare più volte. Non mi aspettavo per esempio la sconfitta contro il Bisceglie nell’ultimo turno, come non mi aspettavo che lo stesso Bisceglie ci rimontasse. Eravamo avanti 3-1 e quei due punti ci avrebbero fatto decisamente comodo”.

Comunque vada non sarà stato un anno perso. 
”A prescindere da come andrà a finire non è un anno perso. È un anno che è servito anche a noi come dirigenza per capire cosa serve fare per disputare un campionato di Serie A. Dovessimo malauguratamente retrocedere è implicito che allestiremo la squadra per risalire immediatamente”.


altre notizie
15/02/2020
Villa Imperiale, Robinho: "E' il momento di svoltare in [...]
08/02/2020
Villa Imperiale, ecco Eva Fernandez: "In Italia esperienza [...]
31/01/2020
VIP, Vigato punta sul gruppo: "Siamo unite, sorridenti e [...]
30/01/2020
VIP, Dalla Pellegrina: "Daremo il massimo in questo girone [...]
21/01/2020
Nasso carica la VIP: "Tutto è ancora possibile, non [...]
11/01/2020
VIP, Contesini: "Stagione difficile ma non si molla un [...]
31/12/2019
Villa Imperiale, vietato mollare. Testa: "Ci proveremo fino [...]
>> LEGGI TUTTE