SERIE B - 01/03/2020

La GEAR resta a guardare per 10': passa il Bovalino. E la società si infuria!

I calabresi vanno rapidamente sul 4-0, poi gestiscono il risultato e violano Piazza Armerina per 8-4. Il dg Festone: "Abbiamo perso meritatamente: nessuno è stato all'altezza della situazione. Ma ai tifosi promettiamo il massimo impegno: puntiamo al secondo posto"

La Gear si sgretola sotto i colpi del Bovalino: la squadra ospite espugna il PalaFerraro chiudendo i conti già a metá primo tempo piazzando un parziale netto di 0-4....
Calabresi che nel primo tempo tirano sei volte nello specchio della porta e segnano quattro reti, mostrando organizzazione e cinismo; gli armerini dal canto loro confezionano ventuno tiri senza riuscire a superare l’estremo difensore amaranto, fallendo anche un tiro libero a chiusura di primo tempo.
Nella ripresa, timido risveglio dei padroni di casa che accorciano le distanze portandosi sul 2-4, ma è solo un fuoco di paglia, i calabresi reggono e rispondono sino alla sirena, che suona col tabellone che segna un impietoso 4-8.

A fine gara giocatori con la bocca cucita. E’ il direttore generale Edmondo Festone a metterci la faccia, non nascondendosi dietro ad un dito.

”C’è poco da dire ed è inutile cercare scuse: non siamo stati all’altezza della situazione e come contro il Cosenza abbiamo regalato quattro reti nei primi dieci minuti che hanno complicato il resto della gara”.

Stuzzicato sullo scarso rendimento di alcuni componenti del roster, il dirigente armerino cerca di parare il colpo.

”Quando ti giochi la seconda posizione e perdi meritatamente vuol dire che tutti non sono stati all’altezza della situazione, dall’ultimo under in panchina al massimo dirigente. E’ evidente che nella testa di qualcuno ancora non si è fatto il salto di qualità, non si cerca di capire che se si vuole ambire a qualcosa di importante occorre alzare l’asticella e dimenticare gli atteggiamenti da campetto dell’oratorio”.

Sul prosieguo del cammino Festone è intransigente.

”La strada da seguire è quella di fare il massimo possibile e fin quando la matematica lo consente puntare al traguardo più importante, che attualmente è il secondo posto. E’ ovvio che con atteggiamenti come quello di questo pomeriggio (sabato, n.d.c.) non si va da nessuna parte: il pubblico presente meritava tutt’altra prestazione, ma indipendentemente dalla posizione in cui arriveremo, posso assicurare i nostri sostenitori che dalla prossima gara chiunque ci affronterà troverà pane per i propri denti”.

 

Nella foto: da sinistra il vicepresidente Andrea Balzo, il direttore generale Edmondo Festone e il presidente Gabriele Festone


altre notizie
24/05/2020
La GEAR Sport chiude la stagione: i titoli di coda sono [...]
15/05/2020
La GEAR Sport riparte e Festone leva l'indice: "Questo [...]
17/03/2020
Che ne sarà della stagione? Festone: "Riprendere [...]
28/02/2020
Gear all'ostacolo Bovalino, Borges: "E' la gara [...]
24/02/2020
GEAR Sport, Festone: "Ci siamo complicati la vita, col [...]
23/02/2020
La GEAR Sport corsara a Mascalucia, ma l'Agriplus si [...]
21/02/2020
GEAR sempre più su, La Morella: "Lamezia? I dettagli hanno [...]
>> LEGGI TUTTE