SERIE C1 - 11/11/2019

Nenè ispira la Antonio Padovani, ma che fatica per avere ragione della Fenice

L'ex Colleferro sblocca il match con una doppietta, ma i marsicani restano incollati alla partita nonostante le due reti di Cabras e i centri di Villa ed Elia. Il bomber sigilla il 7-4 nel finale e permette alla squadra di Nobilio di continuare la sua rincorsa all'Atletico Silvi

Dire che la vittoria sulla Fenice sarebbe stata cosa scontata, alla resa dei conti si è dimostrata una valutazione poco opportuna, perché la Antonio Padovani non ha avuto vita facile con i marsicani, anche se il pallino del gioco e il risultato sono stati costantemente nelle mani degli uomini di Nobilio. Comunque, tutto è bene quel che finisce bene: il 7-4 alla Fenice permette alla Antonio Padovani di non perdere di vista l’Atletico Silvi, sempre leader della classifica con tre punti nin più degli aquilani.

LA CRONACA - Vantaggio che arrivava dopo due soli minuti con Nenè, che raddoppiava al 6’. Risposta ospite immediata e distacco dimezzato in un giro di lancette. Ma la Antonio Padovani è sul pezzo: al 9’ è Cabras a timbrare il cartellino del gol per il 3-1, prima del riposo tocca a Elia scrivere il suo nome sul taccuino del match. Ma non è finita perché la Fenice accorcia le distanze nel primo minuto di recupero.

Al 5’ della ripresa arriva il 5-2 di Villa, ma la riposta ospite non si lascia attendere a dopo un minuto La Fenice è nuovamente sul -2. Palla al centro e alla prima occasione di nuovo Cabras ristabilisce le distanze: 6-3. Risultato che la squadra aquilana gestisce a questo punto senza correre grossi rischi, che il solito Simone Elia arrotonda allo scoccare dell’ultimo minuto nei gara. Pochi attimi prima della sirena conclusiva gli ospiti vanno nuovamente a segno per il 7-4 finale.

LA GIORNATA - Con questa vittoria, la Antonio Padovani prosegue la sua rincorsa all’Atletico Silvi capolista che, come si è potuto leggere in un altro servizio, ha regolato con un secco 7-3 i Lions Bucchianico. Seconda piazza che gli aquilani dividono con la Magnificat, che ha chiuso sul 6-2 (doppietta di D’Ambrosio) il confronto con la Lisciani Teramo ma che di fatto può essere ritenuta capolista parimerito del girone dovendo recuperare la partita con la stessa Fenice.

Con il Sulmona fermo (rinviata la gara con l’Orione a causa del grave lutto che ha colpito la scorsa settimana Ivan Alves Junior), il Lanciano ritrova i tre punti e il sorriso passando grazie al solito Massimini (3-2) in casa dell’Area L’Aquila.

Il Vasto frena la risalta dello Sport Center Celano (4-4), in parità (3-3) termina anche ES Chieti-Hatria Team.


altre notizie
09/11/2019
L'Aquila, a Palazzo Iacobucci inaugurata la Mostra del [>>]
07/11/2019
Villa, dall'Hatria alla Fenice il passo è breve: [>>]
05/11/2019
La Antonio Padovani non si ferma più: 4-2 all'Hatria, [>>]
29/10/2019
La Antonio Padovani ha ripreso a correre: super-Elia [>>]
25/10/2019
Antonio Padovani, Costantini garantisce: "Squadra in [>>]
24/10/2019
Elia spinge l'Antonio Padovani sempre più su: [>>]
18/10/2019
Antonio Padovani, è quasi un esame di maturità: c'è [>>]
>> LEGGI TUTTE