SERIE C1 - 11/03/2020

Lo Sporting is Back, Gallon: "Sono rimasto stregato dal progetto del Consilina"

Il portiere brasiliano aveva appena lasciato l'Italia quando è arrivata la chiamata del ds Campanelli. "Quando ho capito quali erano le intenzioni della società e dove voleva arrivare, ho detto subito si. Ma non siamo ancora sazi: ora conquistiamo la Coppa Italia nazionale"

Fagner Gallon era appena rientrato in Brasile quando, agli inizi di ottobre, il diesse Daniele Campanelli lo ha contattato. Aveva trascorso tutta l’estate in Italia, nella speranza di ricevere una chiamata, un’attesa che era iniziata sin dal giorno in cui i vertici della Sportiva Traforo gli avevano comunicato la loro intenzione di non scrivere la squadra in A2 dopo la vittoria nei playoff cadetti. Poi, la scintilla è scoccata: l’ispiratissimo Campanelli, ricevute referenze più che positive da più di un addetto ai lavori, è partito all’assalto.

”Venivo dalla grande stagione vissuta a Rossano con il Traforo, eravamo saliti in A2 ma poi la società non si era iscritta - conferma tutto Fagner. - Io era alla ricerca di un progetto serio e ambizioso, avevo ricevuto molto richieste da società di A2 e B, ma senza arrivare ad un accordo. Quando ho capito quali erano le intenzioni dello Sporting Sala Consilina e dove voleva arrivare la società, ho capito che era una grande opportunità ed ho abbracciato il progetto”.

Il resto è storia attuale.

”Sono molto contento di questo traguardo raggiunto con Sporting Sala Consilina, era un obiettivo della squadra vincere il campionato di C1 campano, insieme alla Coppa Italia regionale. I segreti? Insieme ai miei compagni, giorno dopo giorno, abbiamo fatto tutto quello che mister Foletto voleva, dando il massimo in ogni allenamento. Non sono mancate le difficoltà lungo la strada, gli infortuni piccoli e pure quelli più gravi ci hanno ostacolato, come quello di Matheus Ferreira, del quale la squadra ha sentito la mancanza, uno che fino a qualche settimana fa aveva contributo con tanti gol e grandi giocate. Però siamo andati avanti e abbiamo conquistato gli obiettivi che ci eravamo fissati”.

- Non tutti, però. Ne manca uno...

”Ora ci godiamo questa promozione in B, poi si cambierà pagina e andremo a caccia di questo terzo titolo, ossia la Coppa Italia nazionale. Mi auguro di poterla conquistare: la società si merita tutti questi successi”.


altre notizie
26/05/2020
#futsalmercato, il Sala Consilina ufficializza la nostra [...]
25/05/2020
#futsalmercato, a Sala Consilina si prepara la strada ad un [...]
25/05/2020
Dopo Zago tocca a Cantieri: si chiude il rapporto con lo [...]
24/05/2020
Lo Sporting Sala Consilina lo saluta in lacrime: "Mario [...]
23/05/2020
#futsalmercato, che bel regalo per Matheus Ferreira: il [...]
22/05/2020
Detta e Campanelli in coro: "Egea colpo di prima grandezza [...]
21/05/2020
#futsalmercato, lo Sporting Sala Consilina batte il primo [...]
>> LEGGI TUTTE