SERIE C1 - 08/11/2019

L'Itria dei record riceve il Palo, Fanelli: "Il nostro segreto? Il lavoro"

I giallorossi di mister Bruno Da Silva, reduci dal blitz di Andria, puntano alla vittoria consecutiva numero 49. Il pensiero del laterale: "E' un campionato lungo e difficile, vincerà chi sbaglierà di meno. Noi sicuramente non lasceremo nulla"

Prosegue inarrestabile la marcia dell’FC Itria, giunta alla bellezza di 48 vittorie consecutive e per nulla intenzionata a fermarsi. I giallorossi del presidente Felice, reduci dal blitz di Andria, chiedono strada al Dream Team Palo del Colle per confermarsi, prolungare la striscia da record e blindare il primato, in coabitazione con quel Bitonto che, invece, in questo decimo turno di campionato ospiterà l’Audace Monopoli.

Un testa a testa entusiasmante, come conferma il giovane laterale Giuseppe Fanelli: ”Sicuramente sapevamo della presenza del Bitonto, una squadra di buon livello che finora non ha deluso le aspettative. Ma dobbiamo pensare ai nostri obiettivi. Personalmene non pongo limiti, cerco di fare sempre meglio sia per me che per la mia squadra. Questo è un campionato lungo e con tante difficoltà, ma soprattutto con squadre che con noi giocano fino alla fine per fare risultato. Vincerà chi sbaglierà di meno. Noi sicuramente non lasceremo nulla”.

Già a quota otto gol in regular season, Fanelli mette il mirino sul Dream Team: ”Domani arriva il Palo e come tutte le altre partite l’abbiamo preparata sotto tutti i punti di vista. Il segreto è lavorare sodo e con umiltà perché il lavoro ripaga sempre”

 


altre notizie
24/03/2020
Che ne sarà della stagione? Felice: "Nessun problema a [...]
06/03/2020
Il Giudice Sportivo inflessibile: per l'Itria punizione [...]
05/03/2020
L'Itria guarda avanti, Micoli: "Vogliamo vincere tutto [...]
03/03/2020
Contagio da COVID-19 ad Aradeo, l'Itria non gioca. [...]
26/02/2020
Santissimo Itria, avanti tutta. Araujo: "Vogliamo arrivare [...]
25/02/2020
Itria, Bruno predica attenzione: "Dobbiamo essere bravi a [...]
19/02/2020
Santissimo Itria, che debutto esagerato! Lisi: "Dovevamo e [...]
>> LEGGI TUTTE