SERIE C1 - 09/07/2020

Divisione commissariata, Felice: "E il discorso-promozione torna un'incognita"

Il parere del massimo dirigente dell'Itria: "Non mi esprimo circa questa decisione, dico solo che da Roma avevamo avuto certe garanzie. Ora non sappiamo se chi subentra ne è al corrente, come intende agire e se qualcuno si interesserà della nostra situazione"

IL FATTO - Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi a Roma ha deliberato all’unanimità il commissariamento della Divisione Calcio a 5 affidando tale incarico a Giuseppe Caridi, attuale vice presidente LND per l’area centro. Questo il ’fatto’ che ieri ha sconvolto gli equilibri storici del calcio a cinque italiano. Come hanno reagito le società a questa notizia? Quali riflessioni si impongono?

LA REAZIONE - La risposta di Nicola Felice, presidente dell’Itria Football Club: ”Onestamente non saprei che dirti in merito a questa faccenda anche perché non ho avuto quasi mai niente a che fare con la Divisione se non negli ultimi due anni per l’Under 19 nazionale, gli ex Cisternino sicuramente di più ma la mia dimensione è sempre stata quella regionale. Per capirne di più bisognerebbe viverla più da vicino, insomma.

Non conosco i motivi dietro tale decisione, mi interessa solo perché è un ulteriore fonte di preoccupazione nel senso che ultimamente avevamo parlato con i vertici della Divisione che avevano capito l’errore fatto in materia di ripescaggi e completamento organici – anche se in ciò la colpa maggiore la do al presidente del nostro comitato regionale per non aver sbattuto i pugni e preteso un modo di agire diverso da quello poi scelto; a Roma, quindi, conoscevano benissimo la nostra situazione e mi avevano garantito che saremmo stati i primi nel caso a subentrare e a quanto pare di non iscritte ce ne potrebbero essere diverse.

A quel punto il discorso promozione sarebbe dipeso dal nazionale e non più dal C.R. ecco perché ora, con questo commissariamento non sappiamo cosa succederà, se cambierà qualcosa, se chi entra è a conoscenza di questa storia. Ero abbastanza fiducioso ora davvero non saprei, diventa di nuovo un’incognita. Comunque noi i meriti sportivi li abbiamo quindi dovrebbero prenderci in considerazione, però sai com’è...? Potrebbero anche preferire le retrocesse dalla B e negarci questa possibilità nonostante quanto abbiamo fatto”.

 


altre notizie
03/08/2020
#futsalmercato: il futuro di Daniel Araujo è ancora con la [...]
30/07/2020
L'Itria riparte dalla bandiera Bruno: "Resto qui, la [...]
20/07/2020
Primo innesto per il Santissimo Itria: in porta ecco il [...]
16/07/2020
Itria, Felice: "Meritiamo la B e stiamo allestendo la rosa [...]
07/07/2020
#futsalmercato, l'Itria si muove (per ora) in uscita: [...]
24/03/2020
Che ne sarà della stagione? Felice: "Nessun problema a [...]
06/03/2020
Il Giudice Sportivo inflessibile: per l'Itria punizione [...]
>> LEGGI TUTTE