SERIE B - 05/06/2020

Manzali, un abbraccio al Cavezzo. E il destino torna a incrociarsi con Milella

Il bomber non ha trovato l'accordo con la neonata società. "In questo sport le cose vanno così, voglio ringraziare di cuore la correttezza e l'affetto che Andrea Bavutti ha avuto nei riguardi miei e della mia famiglia". Verso la definizione la trattativa con l'Hellas Verona

Che molte società abbiamo cercato di condividere percorsi comuni per poter continuare ad esistere nel futsal dopo il Covid-19 è cosa nota a tutti. E così ha fatto il Cavezzo di Andrea Bavutti che ha unito le forze con il Modena per una nuova avventura. Non farà parte del nuovo ciclo, però, il bomber brasiliano Denilson ”Arrepiu” Manzali. Il pivot analizza il momento che tutto il mondo del futsal sta attraversando e spiega le sue motivazioni per aver lasciato la società modenese.

”Non sarà un anno facile per tante società. Economicamente ci sarà un ridimensionamento generale, ma penso che dipenderà molto della volontà della Divisione di cercare di cooperare con le varie realtà ed aiutarsi a vicenda. Per quanto riguarda la mia situazione – prosegue Manzali - dopo la fusione con il Modena non ho trovato un accordo con la società e ho deciso di lasciare. Hanno influito sicuramente gli investimenti che la nuova società ha voluto fare, ma anche la mia carta d’identità. Non è stata una decisione semplice, ma in questo sport le cose vanno così. Per noi – spiega il bomber brasiliano – non è stata una stagione semplice perché non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati. A livello personale è andata un po’ meglio, con i miei 28 gol”.

Manzali non ci svela la sua prossima destinazione, ma ci fa capire che non ci vorrà molto per scoprire il suo futuro, che per gli addetti ai lavori vedrà il bomber riunire il suo percorso sportivo con quello del suo mentore Pino Milella, all’Hellas Verona.

”La trattativa è in dirittura di arrivo, ma ancora non c’è un accordo definitivo. Però voglio dire - ammette Arrepiù - che giocherò in una squadra con grandi ambizioni”.

Infine un doveroso saluto e ringraziamento al Cavezzo.

”Ringrazio di cuore la correttezza e l’affetto che Andrea Bavutti ha avuto nei riguardi miei e della mia famiglia. È davvero una persona fantastica, che porterò nel cuore. Mando un abbraccio grande alla tifoseria del Cavezzo che ha sempre sostenuto la squadra durante la stagione e auguro una buona fortuna per questo nuovo progetto”, conclude il pivot.


altre notizie
03/08/2020
Modena Cavezzo, presentata la nuova divisa: è la maglia [...]
16/07/2020
Gonza Pires eleva il Modena Cavezzo: "Convinto che insieme [...]
14/07/2020
#futsalmercato, fuochi d'artificio al Modena Cavezzo: [...]
08/07/2020
#futsalmercato, il Modena Cavezzo serve il bis: ingaggiato [...]
06/07/2020
#futsalmercato, l'Anteprima tattica ha fatto centro: [...]
03/07/2020
Il Modena Cavezzo fa sul serio: avanzata una richiesta [...]
29/06/2020
Nunzio Checa ritrova il nazionale: il "suo" Modena Cavezzo [...]
>> LEGGI TUTTE