SERIE C1 - 28/03/2020

Che ne sarà della stagione? Dei Cas: "La ripresa verrà sicuramente prorogata"

Appare inevitabile lo spostamento di un eventuale ritorno in campo. "La situazione che stiamo vivendo – afferma il numero due della MGM - è molto complessa e non risolvibile nel breve tempo: finché non si troverà una cura definitiva il rischio di una ricaduta è troppo elevato"

Un primato conquistato proprio nel turno che ha anticipato l’interruzione di uno dei campionati più incerti che la C1 della Lombardia ricordi. Un campionato pazzo bloccato da un evento imponderabile, che ha tolto l’entusiasmo alla neo-capolista, che sognava di riportare Sondrio e la Valtellina nel nazionale. Non tutto è perduto, anche se adesso le sensazioni di Matteo Dei Cas, vice-presidente e direttore sportivo della MGM 2000 sono ovviamente indirizzate alla grande emergenza nazionale che verosimilmente allungherà i tempi della ripresa.

”La situazione che stiamo vivendo – afferma Matteo Dei Cas - è molto complessa e non risolvibile nel breve tempo e finché non si troverà una cura definitiva il rischio di una ricaduta è troppo elevato. Pertanto sono convinto che sarà impossibile riprendere le attività dalla data fissata dal governo, perché sarà oggetto di un’ulteriore proroga. E non saprei nemmeno quando ci potranno essere le condizioni per tornare a giocare in un clima sereno e normale”.

Dunque, ripresa che rischia di slittare in attesa comunque che la scienza trovi l’antidoto al ”nemico invisibile”. Ma resta aperto, anche se in toni soffusi, il dibattito sportivo: secondo Dei Cas cosa bisognerebbe fare per portare la stagione definitivamente a conclusione entro il termine del 30 giugno?

”In qualsiasi caso la ripresa della stagione falserà i valori in campo, perché questa pandemia è un evento che segnerà profondamente l’animo di tutte le persone, al di là degli aspetti sportivi. Per questo credo che non sarà possibile concludere la stagione entro il 30 giugno. Le decisioni finali spetteranno alla FIGC e alla LND e temo che ogni decisione scontenterà alcune società e ne accontenterà altre. Il mio auspicio è che, in ogni caso, vengano premiati gli sforzi e i risultati ottenuti fino all’ultimo minuto giocato da tutte le società”

.

Rinaldo Badini


altre notizie
21/11/2020
La MGM 2000 batte i pugni: "E' una situazione [...]
18/11/2020
Mgm, ricorso vinto. Craperi: "Nulla da festeggiare, ma ci [...]
16/11/2020
Privitera non poteva giocare: il 10-2 per la Domus diventa [...]
16/11/2020
La MGM 2000 fa felice Craperi: "Da due partite la squadra [...]
14/11/2020
La MGM2000 continua a crescere ma non basta: con [...]
13/11/2020
La MGM a Fossano in una giornata surreale: con la Elledi [...]
12/11/2020
La MGM 2000 ha cambiato passo. Moya: "Siamo consapevoli [...]
>> LEGGI TUTTE