SERIE A2 - 13/11/2019

Sammichele, la ricetta di Robson: "Crescere e creare una nostra identità"

In Puglia arriva la capolista Assoporto: "Sarà un'altra partita di grande intensità. Hanno giocatori esperti, che hanno militato in A fino allo scorso anno. Dobbiamo essere preparati. Per raggiungere il nostro obiettivo dovremo essere sempre più squadra"

Interrotta contro il Regalbuto la mini-serie di due vittorie consecutive, ottenute contro Real Cefalù e Futsal Bisceglie, per il Sammichele è già tempo di voltare pagina e preparare il prossimo impegno di campionato. In vista c’è la capolista Assoporto Melilli, ma Filho Robson Fernandes non ha alcun timore reverenziale.

”Per quanto mi riguarda il discorso non cambia molto – dichiara il brasiliano -, sarà un’altra partita di grande intensità. Loro hanno giocatori esperti, che hanno militato in Serie A fino allo scorso anno. Quindi dobbiamo essere preparati per una partita molto difficile. Dobbiamo essere motivati e prepararla bene in questa settimana. Penso che per raggiungere il nostro obiettivo dobbiamo essere sempre più squadra. Sabato, intanto, scenderemo in campo per vincere, sempre con umiltà e consapevoli di affrontare la capolista”.

Il laterale di Lippolis torna sulla sfida con i siciliani e il momento attuale. ”Sapevamo che contro il Regalbuto sarebbe stata una gara di alta intensità, l’avevamo preparata aspettando il loro pressing e secondo me siamo stati anche bravi in questo senso, riuscendo ad uscire bene dalla loro pressione. Nel complesso abbiamo fatto un buon primo tempo e creato qualche occasione, purtroppo abbiamo sprecato troppo e sbagliato sulle cose di cui già avevamo parlato prima del match, concedendo loro diverse occasioni e siamo stati puniti. Tra le altre cose abbiamo sofferto anche il fatto di essere in pochi, loro avevano un bel gruppo con la possibilità di girare la squadra ogni tre, quattro minuti. Alla fine questo ha influito tanto sullo score finale. In precedenza avevamo vinto due partite importanti nell’ottica del nostro obiettivo finale, ossia la salvezza. E dopo quei successi la fiducia era aumentata. Il campionato è duro quindi dovremo fare sempre di più. Ritengo la nostra una squadra che deve ancora crescere e creare una propria identità. Sappiamo di non avere tempo né scuse perciò dobbiamo solo pensare a lavorare duro per raggiungere la salvezza”.


altre notizie
06/12/2019
#futsalmercato, il Sammichele riabbraccia l'ex numero [...]
05/12/2019
Sammichele, si separano le strade con Da Silva: il [...]
27/11/2019
Altra prova 'monstre' del Sammichele, Gheno: [...]
24/11/2019
Il Sammichele cede il passo al Rogit: i bizantini espugnano [...]
20/11/2019
Un Sammichele da applausi, Lippolis: "Contro [...]
06/11/2019
Sammichele, la musica è cambiata. Loschiavone: "Ora non [...]
01/11/2019
Sammichele, Lippolis: "Bisceglie da non sottovalutare. [...]
>> LEGGI TUTTE