SERIE A - 25/04/2019

L'Olimpus fa la conta dei pali, i tre punti se li porta a casa il Grisignano

Prestazione jellata delle Blues, che centrano la bellezza di sette legni e sono costrette ad alzare bandiera bianca contro le spietate venete. Tris di Troiano nel primo tempo, accorcia Chiesa, ma nella ripresa l'azzurra e due volte Fernandez fissano il 2-6 conclusivo

Ci si mettono anche i legni sul cammino dell’Olimpus. La formazione di Radice viene sconfitta in casa per 2-6 dal Real Grisignano ma i grandi protagonisti del match sono i pali. La squadra di casa, orfana di Sgarbi causa infortunio, ne colpisce ben sette tra primo e secondo tempo.

LA CRONACA - Dopo la doppia parata di Vecchione su Troiano, arriva il primo legno: siamo a 4’03’’ a centrarlo è Pomposelli con una conclusione dalla distanza. Dopo 24’’ c’è il vantaggio della formazione ospite con Troiano, puntuale al tap-in sotto porta (0-1). A 10’47’’ legno anche per il Grisignano con Prando; dopo 9’’ arriva il raddoppio con Troiano che serve per Iturriaga, la spagnola non sbaglia a due passi dalla posta (0-2). Dopo due minuti le parti si invertono: Iturriaga verticalizza per Troiano che dribbla Vecchione in uscita e insacca (0-3).

Al 13’ altro palo del Grisignano con Fernandez. L’Olimpus costruisce due occasioni da rete con Dupuy e Benvenuto ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. A 14’57’’ Pomposelli calcia dalla destra, Fama devia sul palo. Al 17’ l’azzurra dalla distanza centra nuovamente il legno alla destra del portiere della formazione veneta. A 1’44’’ dal termine del primo tempo, su rimessa laterale di Blanco, Chiesa insacca la palla dell’1-3.

In apertura di ripresa, Pomposelli centra la parte alta della traversa. A 5’11’’ Fernandez sorprende la retroguardia dell’Olimpus e calcia a rete da posizione favorevole (1-4). Botta e risposta in termini di pali, ne centra uno Chiesa per l’Olimpus e uno Iturriaga per il Grisignano. A 7’55’’ l’Olimpus accorcia: spunto di Blanco sulla sinistra e palla al centro deviata da Troiano nella propria porta (2-4). Dopo un minuto e mezzo, percussione centrale di Fernandez che calcia in porta, Vecchione respinge e la giocatrice stavolta non sbaglia (2-5).

Fama è brava a chiudere su Chiesa e Benvenuto. Al 13’ l’Olimpus schiera il portiere di movimento e con Chiesa centra ancora una volta il palo, quello alla destra del portiere del Grisignano. A 16’32’’Iturriaga fa da boa per Troiano che taglia il campo e calcia in porta la palla del 2-6. In chiusura di match c’è tempo per un’altro legno, la traversa stavolta, centrato da Schirò. Domenica per l’Olimpus trasferta in casa del Florentia, poi ci sarà l’ultima di campionato contro il Flaminia Fano.

Mediafactory - Marco Ottaviani


altre notizie
29/04/2019
Olimpus, decide tutto un primo tempo da dimenticare. [...]
26/04/2019
L'Olimpus in volo verso Cefalù: massima tranquillità [...]
21/04/2019
Olimpus, la Pasqua più amara: il ko di Falconara sentenzia [...]
20/04/2019
Olimpus a Falconara, Ali Abedi: "Stiamo lavorando nel modo [...]
19/04/2019
L'Olimpus brinda allo scampato pericolo: undici reti ai [...]
19/04/2019
Caropreso vuole il bis con l'Atlante: "Oggi dobbiamo [...]
18/04/2019
Olimpus, Luca Pizzoli: "Ci davano per morti invece siamo [...]
>> LEGGI TUTTE