SERIE A2 - 19/07/2018

#futsalmercato, la Mirafin continua a prendere forma: è fatta per Piccirilli

L'ex Ferentino approda in rossoblu anche grazie al lavoro del ds Maurizio Bianchi. "Ancora non sappiamo se sarà possibile confermare Sordini - dice Stefano Rocchi -. Penso che Matteo sia il degno sostituto, forse con un po' di 'cattiveria' in più"

Piano piano la Mirafin inizia a prendere forma. Ci eravamo lasciati con Armando Mirra soddisfatto di quanto già portato a casa per gestire la fase di ’non possesso’, mentre la porta era ancora aperta per qualche giocatore dalle caratteristiche maggiormente offensive, di quelli che ti fanno abbracciare anche con chi non conosci.

Sono passati solo pochi giorni ed il DG Stefano Rocchi ci illustra la novità dell’ultima ora:
Maurizio Bianchi ci dice: ”C’è un ragazzo che a me piace molto. Non l’ho mai contattato per il rispetto e l’amicizia che ho il presidente del Ferentino nonché con l’allenatore Luciano Mattone. E’ un ’95, ala – pivot che ha giocato anche con l’Acqua e Sapone, si chiama Matteo Piccirilli”. Pronunciato quel nome c’è stata una voce unanime: se possibile prendiamolo subito. Il Ferentino è una squadra che ci ha dato sempre filo da torcere e spesso Matteo ci ha messo in grande difficoltà, uno di quelli che fino alla fine prova a farti gol e spesso ci riesce. Maurizio ha avuto carta bianca dal presidente ed ha centrato l’obiettivo in tempo record come solo lui sa fare.

Quale è il ruolo che potrà recitare Matteo:
”Ancora non sappiamo se sarà possibile confermare Sordini. Dopo la laurea conseguita con il massimo dei voti ha ricevuto una serie di offerte di lavoro probabilmente non compatibili con la nostra squadra. Carlo è quel tipo di giocatore che riesce a tirare fuori il colpo a sorpresa nei momenti delicati, quando la partita è in bilico ti mette a referto un eurogol che ti taglia le gambe. Se dovesse mancare Carlo, penso che Matteo sia il degno sostituto, forse con un po’ di ’cattiveria’ in più”.

Stefano, adesso che si debbono aspettare i tifosi:
”Innanzitutto ho il piacere di comunicare che il presidente Mirra ha perfezionato l’iscrizione al campionato di A2 anche in anticipo sulla scadenza, notizia che di questi tempi è sempre meglio non dare per scontata. La squadra è quasi completa, lo staff tecnico è stato ottimizzato con l’ingresso di Armando Mirra nella veste di allenatore in seconda, mister Salustri è sempre dei nostri e rappresenta sempre un valore aggiunto importante, almeno un altro giocatore lo acquisiremo, gli impianti di gioco sono perfetti, direi che siamo quasi pronti”.

Stefano, anche a te la domanda d’uso: dove vuole arrivare questa Mirafin?
”Ogni anno ci accorgiamo che c’è qualche dettaglio da affinare, qualche errore in meno da commettere, qualche qualità da utilizzare meglio. In particolare quest’anno dovremo essere tutti concentrati al massimo, non ci potremo permettere le disattenzioni che lo scorso anno ci sono costate troppe squalifiche ed addirittura la perdita di punti a ’tavolino’. Poi, con un po’ di fortuna in più e senza disastri metereologici, saremo in grado di dire la nostra in questa categoria. Senz’altro troveremo delle corazzate fuori della nostra portata, ma con la Mirafin dovranno comunque sudare e dare il massimo, altrimenti sarà dura per tutti. E se lo dice Stefano Rocchi c’è da crederci”.

Paolo Petruzzi
Mirafin – Uff. Marketing & Comunicazione


altre notizie
16/07/2018
#futsalmercato, Mirafin toda Gioia: "Qualità e serietà [>>]
12/07/2018
#futsalmercato, la Mirafin annuncia il primo innesto: ecco [>>]
05/07/2018
Mirafin, Mazzuca: "Decisione facile, possiamo toglierci [>>]
04/07/2018
#futsalmercato Mirafin, Petrucci ai saluti: "Decisione [>>]
03/07/2018
#futsalmercato, Batella in uscita dalla Mirafin: "E' [>>]
01/07/2018
Mirafin in A2, c'è anche Djelveh: "Ripagati tutti i [>>]
29/06/2018
Mirafin, in A2 c'è anche Martinelli: "Ho vissuto [>>]
>> LEGGI TUTTE