SERIE A2 - 17/09/2019

Mirafin, è l'ora della verità: "Conta solo il risultato, serve partire bene"

Rossoblu pronti alla sfida di Coppa con l'Aprilia. Il vice presidente Mirra: "Dovremo essere brutti ma concreti. Per essere anche belli ci vuole tempo e condizione atletica, bisogna salire un gradino alla volta per arrivare il più in alto possibile"

Prima assoluta con una big di serie A quale è il Latina, Velletri dal campionato cadetto, un triangolare con Lido e CMB, ultima performance contro la 3Z, formazione giovane con grande voglia di ben figurare nel proprio girone di B. Luci ed ombre come è normale in questo periodo, sprazzi di gioco alternati a momenti di amnesia preoccupanti, dov’è la verità, quale sono le reali possibilità della Mirafin? Ne parliamo con Armando Mirra, vice presidente della società nonché responsabile del settore tecnico giovanile.

”Abbiamo inserito cinque giocatori nuovi, sei se consideriamo Fioravanti che quest’anno dovrà passare da comparsa a far parte delle rotazioni di base, queste le prime parole di Mirra. E’ chiaro che ci troviamo di fronte ad una squadra completamente rivisitata ed abbiamo bisogno di tempo, considerando anche che il gioco di mister Salustri non è tra i più semplici. Se avessimo giocato con chiusure basse e ripartenze, probabilmente saremmo stati molto più avanti ma se ci piacesse giocare così non avremmo investito ancora su questo mister”.

Tutte le squadre sono in preparazione ma la Mirafin è sembrata un po’ indietro...
”Tre delle prime quattro partite le abbiamo giocate contro squadre di A che hanno iniziato prima la preparazione, svolgono più sedute settimanali ed hanno giocatori spesso più maturi a livello tecnico e tattico. Il mister ha privilegiato l’aspetto allenante dei match senza tenere conto del risultato, è servito anche per effettuare un bagno di umiltà per chi potesse pensare che senza lavoro e dedizione fosse possibili ottenere risultati ambiziosi”.

Abbiamo detto di luci ed ombre
”Quando sei ancora in fase di sviluppo del gioco di squadra puoi affidarti alle iniziative dei singoli, sempre che se ne abbiano. Sotto questo punto di vista siamo stati confortati dalle qualità che hanno messo in mostra i giocatori che ci siamo portati a casa proprio per questo motivo. Viana, Lopez e Fabinho ci hanno mostrato numeri da fuoriclasse, Fratini ci sta sorprendendo e Carlinhos sta tornando rapidamente in forma. Allo stesso tempo è apparso evidente, laddove ce ne fosse stato bisogno, che le individualità se non sono al servizio della squadra non servono a nulla”.

L’ultimo test ha mostrato qualche progresso
”La 3Z è una squadra di giovani che abbiamo voluto incontrare tenuto conto che la prima di campionato sarà contro la Roma, squadra con più qualità ma dalle stesse caratteristiche, con un ritmo elevatissimo. Abbiamo ottenuto un buon risultato in termini di conclusioni a rete ma ancora abbiamo bisogno di tempo per far vedere quello che abbiamo in testa. Se dopo neanche un mese la squadra già giocasse ad elevati standard qualitativi, dovremmo parlare di uno sport semplice mentre il calcio a 5 non lo è affatto. Basta vedere la difficoltà che fanno giocatori di calcio, anche di categorie importanti, ad adattarsi a questa disciplina”.

Domani già una prima gara senza appello:
”Domani conta solo il risultato, giocheremo su un campo molto piccolo dove sarà determinante l’interpretazione della gara. Sarà indispensabile non innervosirsi quando si dovessero presentare momenti critici che comunque ci aspettiamo. Partire bene ci potrebbe dare quella fiducia necessaria per continuare a lavorare in tranquillità, domani dovremo essere brutti ma concreti. Per essere belli e concreti ci vuole tempo e condizione atletica, bisogna salire un gradino alla volta per arrivare il più in alto possibile, forse anche dove oggi non ci aspettiamo di arrivare”.

Ufficio Stampa Mirafin


altre notizie
11/10/2019
Mirafin, Salustri gongola: "La squadra mi piace, possiamo [...]
06/10/2019
La Mirafin vola e vince di nuovo: prova di maturità contro [...]
29/09/2019
La Mirafin sorride al debutto: il perfetto avvio di gara [...]
19/09/2019
Mirafin, Emer l'eroe di Coppa: "Ho fatto il mio dovere, [...]
18/09/2019
"Brutti ma concreti": la Mirafin supera il primo scoglio, [...]
04/09/2019
Mirafin, il Valeas fiore all'occhiello. Mirra: "Il [...]
04/09/2019
Mirra vola basso, ma non troppo: "Idee e sogni ci sono, se [...]
>> LEGGI TUTTE