SERIE A2 - 18/09/2019

"Brutti ma concreti": la Mirafin supera il primo scoglio, 6-5 all'Aprilia

I rossoblu, ancora in rodaggio e con assenze importanti, si aggiudicano il primo match ufficiale grazie alle reti di Moreira, doppietta, Lopez, Fratini, Fabinho ed Emer. Mister Salustri soddisfatto a metà: "Di buono solo il risultato, dobbiamo lavorare tanto"

Armando Mirra aveva chiesto di essere brutti e concreti e così è stato. Una Mirafin ancora in rodaggio, con le gambe pesanti e con assenze importanti ha avuto la meglio solo a 4 secondi dalla fine su una United Aprilia scesa in campo con una carica agonistica spesso al limite del regolamento.

La squadra di Salustri comincia bene la gara, al 3’ Moreira sfrutta al meglio il suggerimento di Fabinho e poco dopo manca il raddoppio calciando a portiere battuto a lato di pochissimo. Quattro minuti più tardi Carotenuto colpisce il palo per i padroni di casa, la squadra di casa acquisisce coraggio, inizia a capire che l’impresa è possibile ed al 12’ Kaci firma il pareggio. La partita diventa nervosa, i giocatori iniziano a riempire il tabellino di falli e la Mirafin arriva a beneficiare di un tiro libero trasformato da Lopez per il 2-1 che chiude la prima frazione di gioco.

L’Aprilia non ci sta e nella ripresa si presenta più che mai agguerrita e nel giro di tre minuti ribalta il risultato portandosi sul 3-2 grazie alle reti di Macheda e Barbarici. Al 5’ Fratini su punizione trova l’angolo giusto e ristabilisce la parità. Cominciano a fioccare anche molti cartellini gialli, a dire il vero fin troppo severi, alla fine se ne conta sette, quattro per la Mirafin mentre per lo United c’è anche un espulsione dalla panchina. Al 12’ Fabinho di testa offre a Moreira l’assist del 4-3, ma poco dopo la difesa si fa sorprendere da Pacchiarotti per il 4-4. Dura un solo minuto la parità, a spezzare l’equilibrio ci pensa Fabinho su invito di Emer. L’Aprilia ha ancora energie per dare fastidio alla squadra di Salustri, e cosi Pacchiarotti firma la doppietta. Quando tutto sembrava finire sul 5-5 Emer, a pochissimi secondi dalla sirena, con una zampata sigla il punto che permette alla Mirafin di passare il turno.

Mister Salustri a fine gara: ”Questa sera di buono bisogna prendere il risultato, sono arrabbiato per le reti incassate e regalate, dobbiamo lavorare tanto, c’e’ molto da migliorare ma allo stesso tempo sono sicuro che alla prima di campionato saremo in una condizione migliore”.

 

Ufficio Stampa Mirafin


altre notizie
22/05/2020
La Mirafin e Dario Lopez si separano: lo spagnolo è libero [...]
19/05/2020
Mirra al lavoro per la nuova stagione: "Mirafin, sarà [...]
02/05/2020
Mirafin, Mirra è sbigottito: "Che senso ha posticipare [...]
26/04/2020
Mirafin, un percorso lungo venti anni: il racconto delle [...]
10/04/2020
Mirafin, Rocchi guarda avanti: "Il nostro futuro è da [...]
15/03/2020
Che ne sarà della stagione? Mirra: "Facciamo disputare [...]
09/03/2020
Mirafin, tutti fermi: dopo le giovanili stop forzato anche [...]
>> LEGGI TUTTE