SERIE A - 30/11/2018

Italservice, la metamorfosi di Borruto: "Bello vincere anche senza i miei gol"

Da 'scimmietta' a 'cobra': "Il soprannome Titi deriva da una piccola scimmia amazzonica, l'ultimo appellativo me lo ha dato mister Ronconi perché sono sempre vicino alla porta e pronto a colpire. Sandro Abate? Domani sarà dura, affrontiamo una squadra giovane ma tosta"

Alla vigilia della sfida con la Sandro Abate che mette in palio uno dei quattro posti disponibili per la prossima Coppa della Divisione, in casa Italservice a parlare è Titi Borruto, capocannoniere della squadra e del campionato grazie ai tredici centri realizzati nelle prime otto giornate.

Il fenomeno argentino si racconta al Resto del Carlino: ”Il soprannome Titi deriva da una piccola scimmia amazzonica. Quando ero bambino mi arrampicavo ovunque, da qui è nato questo nomignolo. Cobra me lo ha dato mister Massimo Ronconi, deriva dal mio modo di stare in campo, sono sempre vicino alla porta pronto a colpire; ho la punta del piede veloce, insomma pungo come un rettile”.

Il Titi italiano: ”Ho giocato solo un anno e mezzo in Argentina. Dopo un torneo con la mia Nazionale mi ha chiamato il Napoli. Era il 2007, non sono più andato via dall’Italia. Da quando sono arrivato ho trascorso tutte le festività qui. Torno dalla mia famiglia a Buenos Aires solo un mese durante l’estate, non di più, perché poi l’Italia comincia a mancarmi”.

Verso la Sandro Abate. ”E’ bello essere capocannoniere ma preferisco dare una mano alla squadra - prosegue Borruto – l’importante è vincere, anche senza i miei gol. Quella di Avellino sarà una partita molto dura. La Sandro Abate è una squadra giovane ma tosta”.


altre notizie
16/01/2019
Dietrofront: Meta Catania-Italservice si gioca regolarmente [...]
15/01/2019
Italservice con la testa alla Final Four: rinviata la sfida [...]
14/01/2019
L'Italservice riprende la marcia verso la vetta ma [...]
12/01/2019
L'Italservice rimonta tre volte, poi Mateus e [...]
11/01/2019
Arriva la Came, Pesaro vuole ripartire. Tonidandel: [...]
10/01/2019
Italservice, tre settimane di fuoco. Colini: "Serve il [...]
10/01/2019
Italservice, Miarelli: "A Latina brutta sconfitta, dobbiamo [...]
>> LEGGI TUTTE