breaking news

18/06/2021 13:03

#PlayoffScudetto, l'Antenore Padova pronto a dare battaglia. Rodriguez: ''Giocheremo con serenità''

E’ stata una stagione letteralmente sopra le aspettative quella vissuta dall’Under 19 di mister Alberto Rodriguez. Partita a fari spenti nel girone F, supportata però dalla fiducia e dall’ambizione della società che aveva visto in questi ragazzi un gruppo importante su cui investire, i giovani biancorossi hanno stupito tutti prima conquistando il primo posto nel raggruppamento regionale davanti all’affermata e talentuosa Fenice Veneziamestre, poi scrivendo una pagina importantissima per la storia societaria inanellando una serie di risultati utili ai playoff fino all’approdo alle Final Four di Pesaro.

I biancorossi, che per l’occasione delle finali scudetto saranno accompagnati dal naming-sponsor Antenore Energia, già main-sponsor del club, hanno costruito le loro fortune su un roster collaudato che è cresciuto mese dopo mese: accantonato il campionato di Serie C1 a causa della pandemia, i “senior” del gruppo - Paladin, Cinquino e Secchieri - insieme al classe 2000 Diego Papi, prelevato in estate dal Tombolo Vigontina San Paolo, si sono potuti dedicare esclusivamente al campionato nazionale, integrandosi alla perfezione nel percorso con i vari Locrati, capitano della squadra, i fratelli Elia e Andrea Zecchinato, Rizzi, Rigato, Axenti, Grieco, Mascoli, Ballarin, estremo difensore 2003 arrivato lo scorso dicembre dalla Piovese Calcio, Simone Papi e gli Under 17 aggregati, Bertin e Scarabello.

Un percorso in crescita, non pronosticabile a febbraio nemmeno dallo stesso coach spagnolo che oggi esalta il lavoro svolto fin qui dal gruppo:

“I ragazzi - dice soddisfatto Rodriguez - adesso giocano con una maturità e una consapevolezza davvero invidiabili: siamo orgogliosi di quanto fatto fin qui, soprattutto dei sacrifici e delle difficoltà che abbiamo dovuto affrontare e superare in una stagione particolare come questa”.

- Mister, ad inizio anno quali erano gli obiettivi?

“Puntiamo sempre al massimo ovvero vincere ogni partita ma è chiaro che siamo andati oltre ogni più positiva aspettativa. Puntavamo a fare molto bene in campionato, qualificarci ai playoff e ai turni eliminatori di Coppa: abbiamo raggiunto con merito entrambi gli obiettivi, conquistando anche il primo posto in campionato. Se proprio vogliamo trovare una piccola pecca è sicuramente la gara ad Arzignano in cui siamo stati eliminati dal percorso in Coppa: ci siamo arrivati non in perfette condizioni e con il senno di poi, visto il percorso, anche quello della Final Eight sarebbe potuto essere un obiettivo raggiungibile”.

- Ora a Pesaro vi giocherete lo scudetto. Come vi state preparando per la manifestazione?

“Fuori dal campo la società ha lavorato molto trovando la disponibilità del nostro main-sponsor Antenore Energia ad un’ulteriore collaborazione per la kermesse nazionale vista l’ottima visibilità di cui potrà beneficiare: ringraziamo l’AD Filippo Agostini per l’entusiasmo e il supporto. Colgo l’occasione anche per ringraziare la Divisione Calcio a 5 per la disponibilità. Per quanto riguarda il campo, abbiamo continuato a lavorare in queste settimane seguendo le nostre idee e la nostra filosofia: niente sorprese o trucchi particolari, il più è stato fatto in questi mesi e ci prepariamo a giocare questa semifinale con grande serenità, sapendo di aver fatto già moltissimo, ma anche con tantissime motivazioni per continuare a cullare quello che per tutti noi è un bel sogno”.