breaking news

25/04/2021 19:36

Alma, primato consolidato: Galluccio, Melillo, Petronella e Gheorghisor calano il poker al Chieti

L’Alma Salerno vola ai sedicesimi di finale. Il roster di De Riggi conquista il settimo successo stagionale contro il Città di Chieti e consolida il primato nel girone S. La vittoria per quattro a due, maturata contro i pari età abruzzesi, permette ai granatini di accedere direttamente ai sedicesimi, saltando, in virtù del piazzamento finale, la seconda fase della rassegna nazionale. È un risultato storico per la società salernitana, che per la prima volta nella sua storia conquista la prima posizione nella fase ai gironi. 

LA PARTITA – Prima del fischio d’inizio un emozionante minuto di raccoglimento ha coinvolto le due compagini, che hanno voluto commemorare il lutto che ha coinvolto la famiglia di David Biancamano, terzo portiere dell’under granata. De Riggi s’affida al quintetto composto da Petronella, Malamisura, Gheorchisor, Melillo e Bianchini. Il Città di Chieti, che ha bisogno di portare a casa l’intera posta in palio per agganciare il Domitia, parte subito forte: in avvio Blasioli, servito da Onnembo, cestina una ghiotta occasione a tu per tu con Bianchini, che lo ipnotizza congelando il parziale. I granatini tengono bene il campo ma porgono il fianco alle ripartenze degli ospiti: a sbloccare il risultato è Onnembo, che trafigge Bianchini con un diagonale preciso. Il vantaggio ospite risveglia però il carattere dei salernitani, che tornano a giocare il futsal dinamico e spettacolare che ha contraddistinto finora il cammino di Petronella e soci.

A cambiare l’inerzia della gara è l’ingresso in campo di Galluccio: il calcettista partenopeo rimette il risultato in equilibrio al 10’, sfruttando la disattenzione difensiva dei neroverdi, che lasciano libero di colpire sottorete il numero 7 granata. A 5’ dall’intervallo l’Alma ribalta la gara: Melillo conclude a rete da posizione defilata, il portiere ospite viene colto di sorpresa e beffato, con la sfera che s’insacca alle sue spalle. Nella ripresa l’Alma gestisce bene il vantaggio e sfiora più volte il tris: a fare la differenza gli strappi di Severino, le geometrie di Malamisura e le ripartenze di capitan Petronella in mezzo al campo. I granata prendono le misure degli avversari e alla prima vera occasione vanno sul più due con Gheorghisor, abile a concludere dalla distanza.

 Il Chieti è poi costretto ad arretrare al 12’, quando si ritrova in inferiorità numerica: ne approfittano subito i granata, che con Petronella (servito dal solito Melillo) piazzano il poker. Nel finale gli ospiti rendono più leggero il passivo grazie alla marcatura di Blasioli, che rende meno amaro il passivo e il risultato finale aderente a quanto visto sul parquet del PalaTulimieri.


Ufficio Stampa Alma Salerno