breaking news

13/01/2021 10:09

Alma Salerno cuore e muscoli, il Senise si arrende nella ripresa: doppiette per Galiñanes e Spisso

L’Alma Salerno batte per sei reti a due il Futsal Senise e porta a casa il terzo successo casalingo della gestione Magalhaes. I granata, orfani dello squalificato Carlo Altomare e dell’infortunato Luca Priori, ribaltano l’iniziale vantaggio ospite, chiudendo avanti la prima frazione. Nella ripresa il team granata dilaga: Galiñanes mette ordine (e fiducia) in mezzo al campo, Fuschino evita il ritorno bianconero con due pregevoli interventi e Kullani manda agli archivi la gara, con la rete che certifica il successo.

PRIMO TEMPO – Mister Magalhaes ridisegna schemi e geometrie del proprio cinque a causa dell’assenza di Carlo Altomare, fuori per squalifica. La squadra granata parte subito forte sull’asse Spisso-Galiñanes: l’ex Feldi al 2’ prova la volée con il piede destro, trovando la pronta risposta della retroguardia lucana. Il numero 10 fa il bello e cattivo tempo tra le maglie bianconere: al 5’ reclama un rosso diretto per il portiere del Senise, reo di aver atterrato il fantasista al limite dell’area. L’arbitro estrae il giallo per l’atleta avversario e concede ai granata la punizione dal limite. Alla battuta va il solito Galiñanes che, con l’esterno, trova soltanto la barriera. L’equilibrio viene spezzato al 13’: Morelli prende spazio sulla fascia e indirizza la sfera al centro dell’area: la deviazione sfortunata di Galiñanes mette fuori causa Fuschino e manda avanti i bianconeri. L’Alma reagisce subito e un minuto più tardi trova il pari sul diagonale a botta sicura di Petolicchio, abile a ritagliarsi lo spazio tra le linee lucane. Prima dell’intervallo c’è gioia anche per Danilo Spisso: il lungolinea disegnato da Kullani trova libero l’ex Feldi che dribbla il portiere prima di insaccare la rete del momentaneo vantaggio granata.

SECONDO TEMPO – Il Senise prova a invertire l’inerzia della gara: le conclusioni degli ospiti terminano però ripetutamente sopra il montante difeso da Fuschino. L’Alma è attendista e al primo vero affondo punisce: Galiñanes anticipa l’avversario nella metà campo lucana e insacca con un preciso diagonale la rete del tre a uno. I granata poco più tardi potrebbero affondare ma la conclusione di Galluccio trova soltanto i guantoni del pipelet avversario. Il Senise orchestra bene a metà campo ma quando perde il possesso viene punito: Galluccio di mestiere ruba il pallone e lancia Galiñanes il quale, a tu per tu, manda in estasi la panchina granata. A metà ripresa sale in cattedra Fuschino: il pipelet abbassa letteralmente la saracinesca sulle conclusioni avversarie. A 4’ dal termine e con il portiere di movimento il Senise accorcia: Di Pinto finta su Spisso e conclude sul primo palo ingannando il portiere. L’Alma è ordinata e non lascia spazi agli ospiti: nel tabellino entrano anche Spisso e Kullani, i quali dalla distanza rendono ancor più rotondo il risultato.

Matteo Maiorano

Ufficio Stampa Alma Salerno