breaking news

05/07/2021 23:42

Aperte le procedure di iscrizione ai prossimi campionati: malumori per le fideiussioni lievitate

Da oggi è possibile procedere con le operazioni di iscrizione ai campionati nazionali della stagione 2021/2022. Operazioni da compiere esclusivamente in via telematica, accedendo all’area riservata di ciascuna società e compilando la documentazione necessaria per istruire la pratica e arrivare al suo completamento. Le società aventi diritto avranno tempo per formalizzare l’iscrizione ai campionati della stagione 2021/2022 entro la giornata del 15 luglio, mentre quelle non aventi diritto dovranno terminare le procedure entro il 12 luglio.


Nei giorni scorsi, la Divisione Calcio a 5 ha provveduto a pubblicare i comunicati contenenti gli importi delle tasse di iscrizione e dei costi accessori, sollevando non pochi mugugni. Non sono mancate le lamentale per la ridotta tempistica a disposizione dei club per chiedere e ottenere le fideiussioni bancarie da allegare alla documentazione dell’iscrizione (le situazioni contabili in piazzale Flaminio, ricordiamolo, sono state chiuse di fatto il 30 giugno). Per diversi club di A2 e B maschile, ma anche di A2 femminile, il raddoppio della fideiussone rischia di trasformarsi in un paletto, visto che molti istituti bancari impiegano tempi talvolta considerevoli per rilasciare la garanzia fiduciaria, creando di conseguenza disagi a molte società. Da qui il malumore che serpeggia un po’ in tutta la Penisola.


Ad ogni modo, per verificare gli importi da versare per la formalizzazione delle iscrizioni, si può consultare il comunicato ufficiale n.1502 (LEGGI QUI).


Va comunque ricordato che la FIGC per la stagione sportiva 2020/2021 ha disposto un contributo straordinario per tutte le società anche del futsal che nel corso dei campionati appena archiviati abbiano utilizzati giocatori Under 23. I rimborsi spaziano dai 6000 euro previsti per le società della Serie A maschile ai 1125 euro per quelle di A2 femminile (LEGGI QUI).


Inoltre, si sta procedendo al riaccredito sui conti delle singole società della differenza delle quote assicurative maturata dopo l’abbassamento degli importi calcolati per la stagione 2020/2021. Non va nemmeno dimenticato che è previsto il rimborso totale delle spese che le società hanno sostenuto nella scorsa stagione per l’attuazione del Protocollo e l’esecuzione dei tamponi in convenzione con la Federlab limitatamente al gruppo squadra, che permetterà di rientrare degli importi che hanno gravato sui bilanci dell’ultimo campionato.