Aquile Molfetta, contro il Regalbuto le troppe assenze pesano: matura il primo ko stagionale

Un Molfetta rimaneggiato dalle troppe assenze rimedia la prima sconfitta in Serie A2.Dopo un grandissimo primo tempo e la traversa colpita da Toma, le Aquile prive di Ortiz, Lopopolo, Moreno e Murolo (nella ripresa) non riescono a conquistare punti nel fortino biancorosso. Partita pazzesca da parte dell'estremo difensore ospite La Rocca abile a blindare la porta del Regalbuto.

LA CRONACA -Prima del fischio iniziale solito e insostituibile abbraccio tra il presidente de Giglio, dirigenza, staff tecnico, calcettisti e la tifoseria organizzata del “sestoincampo” con il grido di battaglia: Vincenzo!! Il quintetto iniziale scelto da mister Rutigliani è composto da: Rafanelli tra i pali, Adami, Koseky, Murolo e Dell’Olio. L’avvio è molto equilibrato: La Rocca para la punizione di Murolo e lo stesso numero 7 subito dopo calcia di poco fuori, Rafanelli è strepitoso sulle conclusioni da fuori area di Martinez. I biancorossi premono alla ricerca del vantaggio ma La Rocca risponde presente su Koseky, Dibendetto sfiora il palo dall’out di sinistra e Toma colpisce una traversa incredibile a portiere battuto. Sul finale il Regalbuto cerca la via del goal ma Rafanelli salva i suoi con interventi decisivi su Martinez e Basso.

SECONDO TEMPO. Ripresa di gioco in cui il Regalbuto si porta subito in vantaggio con Castro al 1’35’’ complice anche una deviazione di Adami. Sul punteggio di 0-1, Rafanelli sale in cattedra e respinge le conclusioni di Capuano e Lo Cicero. Le Aquile provano a rialzare la testa con Murolo e Koseky ma La Rocca rifugia in angolo entrambe le conclusioni. Il Molfetta è costretto a perdere anche Murolo per infortunio e viste le rotazioni ridotte cala fisicamente: al 10’22’’ Martinez raddoppia e porta i siciliani sul punteggio di 0-2. Dopo poco più di un giro di lancette, all’11’’32’’, il Regalbuto perde Capuano per doppia ammonizione ma gli uomini di mister Rutigliani con la superiorità numerica non riescono a dimezzare lo svantaggio: La Rocca salva tutto su Koseky e Adami si divora il goal davanti all’estremo difensore. Martinez colpisce la traversa e pur utilizzando Nitti come quinto di movimento a 5’32’’ dal termine in risultato non cambia.


Adesso come previsto da calendario le Aquile Molfetta affronteranno la complicata trasferta in Sicilia: sabato 6 novembre con l’Arcobaleno Ispica alle 20:30.

Domenico Introna - Ufficio stampa Aquile Molfetta

foto: Cosmo de Pinto