Calabria amara per il Bernalda: rossoblù sconfitti, non basta un’ottima prova in casa del Polistena

Finisce la favola del Bernalda superato nei play-off al "Palazzetto Caduti sul lavoro" di Polistena dalla formazione locale al culmine di un confronto accesso e tirato fino agli ultimi istanti. Resta, comunque, l'ottima prova dei ragazzi di Cipolla che hanno "venduto cara la pelle" di fronte ad un avversario quotato già messo in difficoltà durante la stagione regolare. L'annata dei rossoblù, matricola in serie A2, è comunque positiva per i risultati conseguiti: il solco per programmare una nuova e ambiziosa stagione è stato tracciato.   

CRONACA - Il Bernalda, senza gli infortunati Timm e Gallitelli, si presenta con il seguente quintetto: Timm, Schacker, Borges, Lemos, Saponara. Dall'altra parte il Polistena risponde con: Martino, Arcidiacone, Maluko, Diogo, Vinicius.

Inizio equilibrato con la prima occasione per il Polistena con il tiro di Vinicius: Timm blocca. Sull'altro fronte il Bernalda tenta con Schacker, la palla viene respinta quasi sulla linea da un avversario. I calabresi tentano la via del gol in due circostanze con Diogo: nella prima la sfera si spegne di poco al lato mentre nella seconda Timm si oppone. Gli ospiti passano in vantaggio con una rapida ripartenza: Lemos innesca Borges che supera Martino e infila lo 0-1. Il Polistena cerca di aumentare il ritmo mettendo sotto pressione la retroguardia bernaldese: Timm è attento in un paio di occasioni. Poco dopo i padroni di casa sono nuovamente pericolosi con Arcidiacone, il suo diagonale finisce al lato.

A metà frazione il Bernalda raggiunge il bonus di cinque falli. I rossoblu confezionano una buona opportunità: il portiere Martino perde palla, Fusco si avventa sulla sfera e calcia a botta sicura ma Vinicius è provvidenziale. Poco più tardi i locali agguantano il pari con un tiro dalla media distanza di Dentini per 1-1. Il Polistena insiste: Timm ribatte una conclusione di Diogo; il portiere bernaldese si ripete poco dopo opponendosi con il corpo al tiro di Vinicius.  A 2’30’’ dalla fine del primo tempo anche il Polistena raggiunge il bonus di 5 falli. Il Bernalda pericoloso: il diagonale di Lemos lambisce il palo a portiere battuto; non si lascia attendere la risposta del Polistena con Silon ma Timm è attento.

In chiusura di frazione i calabresi passano in vantaggio con un tiro preciso dalla media distanza di Vinicius che griffa il 2-1. Negli ultimi istanti di frazione gli ospiti vicini al pari con una staffilata dalla lunga distanza di Amzil che lambisce il palo. Il primo tempo termina con il punteggio di 2-1 in favore del Polistena.

Ad inizio ripresa il Polistena vicino al tris con Silon: Borges respinge sulla linea. Sul ribaltamento di fronte insidia bernaldese con Saponara: palla di poco al lato. Il Polistena cala il tris con la staffilata dalla lunga distanza di Juninho che infila l'angolo alla destra di Timm per il 3-1. Doppia opportunità per il Bernalda: Martino respinge prima il destro di Fusco e successivamente il tap-in di Lemos. Sul ribaltamento di fronte il tentativo di Juninho trova pronto in uscita Timm. Il Bernalda resta in temporanea inferiorità numerica per l'espulsione di Fusco che incassa la seconda ammonizione per un fallo su Dentini. Il Polistena cerca di sfruttare la superiorità numerica: Diogo impegna Timm. Il portiere bernaldese nulla può, pochi istanti più tardi, sulla mezza girata di Silon per il 4-1.

Il Bernalda è ancora vivo: Vinicius intercetta in area con un braccio il sinistro di Murò, l'arbitro assegna il penalty che Bocca trasforma superando Parisi (entrato in occasione del rigore in sostituzione di Martino). Il Bernalda vicino alla terza rete: Saponara prova il tap-in ma un avversario ribatte quasi sulla linea di porta. Poco più tardi nuovamente Saponara recupera la sfera e calcia a rete con il pallone di poco al lato. Gli ospiti ancora in avanti: Borges costringe Martino in corner.

Il Polistena risponde: il diagonale di Maluko trova la respinta di Timm che devia in corner un'altra conclusione da fuori area di un avversario. Passano pochi secondi per l'espulsione di Molluso, tecnico del Polistena. Clamorosa palla-gol per il Bernalda: Amzil pesca Bocca che tutto solo davanti a Martino calcia oltre la traversa. Il Polistena resta temporaneamente in inferiorità numerica: Diogo, già ammonito, incassa il secondo cartellino giallo per un fallo su Lemos.

Il Bernalda preme, forte della superiorità numerica: Schacker costringe Martino in angolo, passano pochi secondi e l'estremo calabrese si oppone nuovamente a Schaker. Al terzo tentativo, però, il brasiliano supera il portiere avversario con una bordata dalla media distanza per il 4-3. Il Polistena si scuote: la rasoiata di Arcidiacone da fuori area trova la decisiva opposizione di Bocca sulla linea di porta. Sul fronte opposto, Murò da posizione defilata chiama in causa Martino che si rifugia in angolo. Il Polistena sfiora la quinta rete: il siluro di Arcidiacone si stampa sulla traversa.

Negli ultimi due minuti il tecnico Cipolla si gioca la carta del quinto di movimento (Borges): Schacker dalla distanza ci prova ancora, ma la sfera deviata da un avversario lambisce il palo e termina im angolo. Proprio sul susseguente corner il Polistena recupera la sfera e Vinicius da distanza siderale insacca per il 5-3 finale. 

POLISTENA-BERNALDA 5-3 (pt 2-1)
POLISTENA: Martino, Arcidiacone, Maluko, Diogo, Vinicius, Silon, Dentini, Attinà, Creaco, Juninho, Prestileo, Parisi. All. Molluso
BERNALDA: Timm, Schacker, Borges, Lemos, Saponara, Amzil, Murò, Bocca, Fusco, Quinto, De Pizzo, D'Amelio. All. Cipolla
ARBITRI: Seminara (Palermo), Aumenta (Sala Consilina). Crono: Turiano (Reggio Calabria)
MARCATORI: pt 3'55'' Borges (B), 13'24'' Dentini (P), 19'07'' Vinicius (P), st 1'36'' Juninho (P), 7'48'' Silon (P), 9'25'' rig. Bocca (B), 14'16'' Schacker (B), 18'31'' Vinicius (P)
NOTE: ammoniti Schacker (B), Vinicius (P), Arcidiacone (P). Espulsi st 6'29'' Fusco (B) per somma di ammonizioni, 12'49'' Diogo (P) per somma di ammonizioni


Ufficio stampa Bernalda Futsal

Enrico Losito