Bitonto super e Decillis decisivo: il primo round contro il Canicattì si colora di neroverde

La valigia delle emozioni. Probabilmente dovrà sorbirsi tutte le più che giustificate paranoie del caso degli addetti aeroportuali per un peso che ormai non è più standard da tempo e che è in continua crescita ed evoluzione, ma quando sarà nella sua stiva a chissà quanti metri d’altezza e con la terra che si compone come un puzzle tutto da completare, sarà solo allora che prenderà consapevolezza della forza indomita della propria leggerezza.

Quella leggerezza ed allo stesso tempo quella forza straordinaria, con cui el ninho Sergio Decillis ha sfidato con un poker gli ostici avversari del Canicattì e guidato i suoi compagni verso il primo passo importante di un sogno, ancora tutto da inseguire. E’ infatti un Bitonto cinque stelle lusso, quello che batte il Canicattì nell’andata dei quarti finale play off di serie D per sette reti a due, grazie al poker di Decillis e le reti di Caggianelli, Castillo e Ferdinelli. Un Bitonto, che fra una settimana sfiderò in terra siciliana i bianco rossi, partendo dal vantaggio di cinque reti e sognando la semifinale contro una fra Monopoli e Mascalucia.

LA PARTITA - Mister Pietro Di Bari sceglie di partire col cinque composto Dibenedetto, Orlino, Decillis, Castillo e Ferdinelli. Il Bitonto parte forte e la sblocca al 3' con Decillis che è caparbio sotto porta e dopo la respinta del portiere fa 1-0 col destro. Al 5' Castillo ci prova di testa ma la palla di stampa sulla traversa. Il Bitonto è incontenibile ed al 5' raddoppia con Decillis che sfrutta al massimo la prima respinta del portiere e col destro fa 2-0 neroverde. Il Canicattì ci prova col portiere di movimento, il Bitonto tiene ed alla prima occasione ne fa tre con Caggianelli che al 13' riceve da Ferdinelli e sul secondo palo appoggia comodamente in rete il tris neroverde.

La gara è piena di grinta ed emozioni ed al 15' Castillo trova un goal spettacolare dalla propria metà campo e fa 4-0 Bitonto. Ad uno dalla fine il Canicattì prova a riaprirla con Cervino che pesca l'angolino alto sugli sviluppi da angolo e fa 4-1 Canicattì. Pochi secondi più tardi il Bitonto si concede la prima distrazione del primo tempo e su contropiede due contro uno Caltabiano fa 4-2 all'intervallo.
La ripresa si apre con il grande spavento per il Bitonto quando Piovesan salta Dibenedetto ed a porta vuota centra il palo. Dopo la paura però il Bitonto è spietato e fa 5-2 con Ferdinelli che calcia dalla propria metà campo e trova la giusta traiettoria per la umanità neroverde. All'8' lancio lungo di Dibenedetto per la testa di Castillo che stacca di prima ma non trova la porta per una questione di millimetri. Il goal è nell'aria ed arriva al 17' quando nel giro di pochi secondi, prima a tu per tu con il portiere e poi a porta sguarnita dalla lunga distanza fa 7-2 per il Bitonto e poker personale.

Al suono della sirena finale è festa grande per il Bitonto che fra una settimana dovrà difendere il largo vantaggio conquistato in Sicilia per sognare nella semifinale.

Danilo Cappiello. Ufficio Stampa Futsal Bitonto.