Bitonto, è una gara pazza quella contro la Gear: la trasferta siciliana si copre di amarezza

Il mostro nello specchio. E’ stato un tour nella casa degli specchi e degli spettri, di quelli che sorridono se gli sorridi mati spaventano e ti mostrano di cosa sono capaci se e provi ad ingannarli, la trasferta siciliana del Futsal Bitonto.

Dopo la vittoria ritrovata nel turno precedente contro il Messina infatti, i neroverdi tornano a riassaporare il gusto amaro della sconfitta, non riuscendo a battere i padroni di casa della Gear e a dare la sterzata decisiva alla zona play off, tenuta ancora in pugno sì, ma con le inseguitrici a soli due e tre punti di distacco.

Una gara pazza, quella nella meravigliosa isola, in cui si sono susseguiti i colpi di scena ed i ribaltamenti ed a cui non sono bastate la doppietta di Decillis e le reti di Orlino, Acquafredda e Solimini, quest’ultimo poi espulso, per portare a casa il bottino pieno. Per i neroverdi ora è tempo di sosta per le festività pasquali, con l’auspicio che le due settimane di stop siano un toccasana per il corpo e per la mente prima delle ultime due gare della stagione regolamentare.

LA PARTITA - Orfano dell’infortunato Banegas, mister Pietro Di Bari sceglie di partire col cinque composto da Dibenedetto, Ferdinelli, Caggianelli, Decillis e Castillo. L’avvio di gara però non è dei migliori ed i padroni di casa dopo soli due minuti si portano in vantaggio con Barroso. Il Bitonto ci mette un po’ a riordinare le proprie idee ed al 10’ solo una doppia parata del portiere su Castillo nega ai neroverdi la gioia del pari.

Il goal però è nell’aria ed arriva al 13’ quando Orlino supera col tocco sotto il portiere e fa 1-1 Bitonto. I padroni di casa accusano il colpo e due minuti più tardi subiscono la rimonta da parte di Acquafredda che è più lesto di tutti a ribattere in rete il tiro respinto dal portiere e fa 1-2 Bitonto all’intervallo.

Nella ripresa però la gara si apre così come si era aperta la prima frazione di gioco e la Gear trova la rete del pari con Tamurella dopo un solo minuto. Il Bitonto però reagise immediatamente e nel giro di due minuti piazza un uno due micidiale con Decillis che fa doppietta sfruttando gli errori della retroguardia di casa e fa 2-4 per il Bitonto.
Quando la gara sembra però essersi incanalata sui binari dei pugliesi, la Gear dimostra di essere tutt’altro che finita e con Tamurella prima accorcia le distanze e poi la pareggia nel giro di tre minuti.

Il Bitonto prova ancora una volta a riportarla dalla propria parte, ma i tentativi di Ferdinelli e Perrucci al 15’ sono entrambi neutralizzati dal portiere e smanacciati in angolo. Nel momento di maggiore pressione del Bitonto però, la Gear si porta avanti con Teixeira che batte Dibendetto dal dischetto per il 5-4 siciliano. Il Bitonto non ci sta ed a quattro dalla fine la riacciuffa ancora con Solimini che fa 5-5. Lo stesso neroverde però un minuto più tardi si fa espellere e lascia i suoi in quattro. I padroni di casa non si lasciano sfuggire l’occasione ghiotta ed al 18’ si portano in vantaggio con Barroso che calcia forte sotto la traversa e fa 6-5. Il Bitonto prova a giocarsi il tutto per tutto col quinto uomo di movimento, ma alla prima palla persa ancora Barroso punisce i neroverdi e fa 7-5 finale.

Per il Bitonto ora l’imperativo è ritrovare la giusta serenità fisica e mentale e prepararsi al meglio alla sfida casalinga dopo la sosta contro il Sammichele.

Danilo Cappiello - Ufficio Stampa Futsal Bitonto.