Bitonto, vittoria all'ultimo respiro contro la Chaminade: la chiude Dudu a trenta secondi dalla fine

E’ una vittoria folle, per cuori forti, per quelli che ci credono fino all’ultima palla e che hanno un cuore grande quanto le proprie paure, quella del Futsal Bitonto, in terra molisana.

Nella cornice del Pala “Sturzo” di Campobasso infatti, gli uomini di mister Chiereghin battono i padroni di casa dello Chaminade per quattro reti a tre nel recupero della dodicesima giornata del campionato di serie B girone G, grazie ad una rete di Dudu a trenta secondi dalla fine, dopo che solamente trenta secondi prima i padroni di casa avevamo trovato la rete del pari, a completamento della rimonta da 1-3 a 3-3. Tre punti, che permettono al Bitonto di centrare per la prima volta in stagione la seconda vittoria consecutiva e che gli consentono inoltre di salire a quota diciassette punti in classifica e di portarsi ad una sola lunghezza dal Venafro in zona play off e prossimo avversario dei neroverdi, in quella che sarà la prima giornata del girone di ritorno.
Tre punti d’oro dunque, che portano la firma di Dudu autore di una doppietta e di Reyno e Rafinha, quest’ultimo al suo primo goal stagionale.

LA PARTITA
Mister Chiereghin recupera Rafinha e sceglie di partire col cinque composto da Schettini, Rafinha, Dudu, Reyno e Quinellato.
L’avvio delle due squadre è contratto ed a rompere gli indugi è il Bitonto al 7’ con Reyno, che ci prova dalla sinistra, trovando l’attenta risposta del portiere. E’ il preludio al goal del vantaggio del Bitonto che arriva al 9’ con lo stesso Reyno, che dal limite mira e centra il sette alle spalle del portiere e fa 0-1 per il Bitonto.
All’11’, è ancora Reyno a provarci da destra, ma il suo tentativo questa volta si spegne sul fondo per una questione di centimetri.
Al 12’ Tarantino prova a sfondare da sinistra, trovando l’attenta risposta del portiere in angolo.
Al 3’ minuto però, sull’unico errore del primo tempo, il Bitonto viene punito da una palla perda a centrocampo, che consente allo Chamninade di presentarsi a tu per tu con Schettini e fare 1-1.
Il Bitonto non si scompone ed al 15’ ci prova con Dudu dalla sinistra, ma il suo tiro è parato.
Al 16’ lo Chaminade tenta il colpo grosso provandoci dalla destra, trovando però sulla propria strada l’ottimo intervento di Schettini che devia in angolo.
Al 17’ ci prova Dudu al volo sugli sviluppi da calcio d’angolo, ma la sua mira è imperfetta e la palla termina alta sopra la traversa.
Al 18’ è ancora Dudu a provarci, questa volta da destra, trovando però sulla strada fra sé e la gloria, la gamba del portiere che gli nega la gioia del goal.

Una manciata di secondi più tardi, Dudu serve con un ottimo filtrante Quinellato, che si coordina col tacco in area, ma non trova la porta per una questione di centimetri.
AL 19’ Tarantino ci prova con la botta secca dalla sinistra, ma è ancora ottimo l’estremo di casa ad andare giù coi tempi giusti e a deviare la palla in angolo. L’ultima emozione del primo tempo è di marca neroverde con Rafinha, che prova la puntata dalla sinistra, trovando sul gong la respinta ancora coi piedi del portiere. E’1-1 all’intervallo.
Nella ripresa mister Chiereghin prova a cambiare le carte in tavola, ripartendo da Schettini, Rafinha, Reyno, Dudu e Lovascio.
Parte bene il Bitonto che al 1’ ci prova con Reyno al volo sugli sviluppi da calcio d’angolo, con palla di poco fuori.

L’avvio di ripresa ottimo è premiato al 3’, quando Dudu dal limite dell’area di rigore si coordina col sinistro rasoterra e fa 1-2 per il Bitonto.
Il goal messo a segno, galvanizza il Bitonto che dopo soli sessanta secondi mette a segno anche la terza rete e lo fa con Rafinha, che si coordina splendidamente al volo col destro e trova l’eurogoal che si spegne sotto il sette e vale l’1-3 Bitonto.
Al 6’ cerca gloria anche Lovascio col sinistro dalla distanza, ma il suo tiro è parato dal portiere.
Al 7’ torna a farsi vivo lo Chaminade che sfonda da sinistra, ma trova l’attenta respinta di Schettini.
Al10’ il Bitonto perde la seconda palla in uscita del match, lo Chaminade ringrazia e con uno scambio a due rapido in area, mette a segno la rete del 2-3.
Una manciata di secondi più tardi, Dudu prova a rimettere in pari le distanze col sinistro, ma il suo tiro è deviato miracolosamente in angolo dal portiere.
All’11’ ad essere miracoloso invece è Schettini che si immola senza paura in uscita bassa sui piedi dell’attaccante a tu per tu, sradicandogli il pallone dai piedi e tenendo in vita il Bitonto.
Al 12’ Acquafredda raccoglie una respinta centrale del portiere sul tiro di Reyno, si coordina alla grande, ma la sua botta cl destro si spegne sul fondo di un nulla.
Al 16’ è superlativo il portiere di casa a superarsi per ben due volte nel giro di pochi secondi sui tentativi di Tarantino e Dudu.
Al 18’ Tarantino ruba palla al difensore, ci prova da posizione defilata col destro, ma la sfera termina sull’esterno della rete.
Lo Chaminade si gioca il tutto per tutto nel finale inserendo il quinto uomo di movimento e la mossa, si rivela vincente ad un minuto dalla fine, quando da destra riesce a trovare il pertugio giusto per infilarsi in area, e battere Schettini per il 3-3 Chaminade.
Il Bitonto è stanto e ferito, ma non nolla.

A cinquanta secondi dalla fine, Dudu si coordina col sinistro sugli sviluppi da calcio d’angolo, trovando la risposta del portiere.
I secondi scorrono come saette sul cronometro, ma ancora da calcio d’angolo, ancora Dudu, a trenta secondi dalla fine, pesca dal cilindro nella scarpa sinistra l’asso vincente che trova la deviazione di un giocatore dello Chaminade e termina la propria corsa in rete per il 3-4 del Bitonto che tiene fino al fischio finale e che sancisce la seconda vittoria consecutiva del Bitonto, dopo quella ottenuta tre giorni fa in casa contro il Canosa.

Danilo Cappiello - Ufficio Stampa Futsal Bitonto