breaking news
  • 28/11/2021 19:02 Serie A, il posticipo va alla Meta Catania: a Salsomaggiore sconfitta la L84 per 3-1

20/10/2021 18:23

Brindisi, una sconfitta che lascia l'amaro in bocca, ma ora la testa va al Monte Sant'Angelo

Parte bene la squadra di Mister Di serio, che si fa trovare pronta all’esame Futsal Barletta, la squadra gioca bene, molto attenta in fase difensiva, un po’ meno cinica sotto porta. Passa in vantaggio il Barletta dopo 5’ minuti di gara, ma il Brindisi non si demoralizza e continua a creare occasioni da Gol. All’11’ ritorna in parità con un gol di Spagnolo che sotto porta su respinta del portiere, insacca in porta. Si va al riposo sul risultato di parità.


Il secondo tempo inizia con occasioni a seguire da una entrambe le parti, Martinez per il Barletta, Caselli e compagni per il Brindisi. Ma sono proprio i biancoazzurri a portarsi in vantaggio dopo 7’, con il giovane Carbone, che centra la porta dalla lunga distanza. Il Barletta non demorde e al 10’ ritorna in parità con Martinez. Dopo pochi minuti l’episodio chiave, che ha condizionato non poco l’andamento e l’esito della partita. Il portiere biancoazzurro, De Simone, lascia i pali per andare incontro al giocatore avversario diretto in porta, palla alta del giocatore diretta verso il viso del portiere, che d’istinto porge le mani sul viso per coprirsi il volto, un gesto istintivo che vede in disaccordo la decisione degli arbitri. Per il Primo arbitro cartellino giallo, successivamente l’intervento del secondo arbitro che invece estrae il rosso. Decisione molto discutibile e confusionaria, in completo disaccordo da parte del duo arbitrale e a seguito della quale i biancoazzurri hanno vivacemente protestato ed il pubblico presente è stato indotto in errore, lasciando pensare che il portiere fosse stato espulso per doppia ammonizione.


Si riprende il gioco dopo alcuni minuti di confusione e il Brindisi con un uomo in meno, subisce il gol del 3-2. Passano alcuni minuti e ancora in fase di riorganizzazione mentale, per quanto subito, i padroni di casa  affondano il colpo, trovando la quarta marcatura e portando gli avversari al doppio svantaggio. Il Brindisi cerca di rientrare in partita, ma il Barletta, nonostante il raggiungimento dei 5 falli, fà buona guardia e rintuzza ogni velleità di rientro in partita da parte dei biancoazzurri, che sbagliano anche l’ultima opportunità di accorciare lo svantaggio, proprio sul finale, calciando male un tiro libero. Risultato finale, 4-2 per i padroni di casa con poco o nulla da recriminare alla squadra, per la squadra brindisina, che fino all’episodio di De Simone era in partita ed in vantaggio contro un Barletta attento e pronto a sfruttare le occasioni. 


Sabato si torna in campo, contro il Futsal Monte Santangelo, squadra ostica e ben strutturata, con la speranza che si possa dare una sterzata alla marcia negativa imboccata nelle ultime giornate.


Ufficio Stampa Futsal Brindisi